Anonimo
Anonimo ha chiesto in SportSport - Altro · 2 mesi fa

Nello squat, fino a quanto è corretto che le ginocchia superino la linea della punta dei piedi?

Io mi impegno a non superarle, oppure dovrei farlo in modo più sciolto? 

3 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    Le ginocchia non dovrebbero mai passare la perpendicolare della punta dei piedi, ed è per questo che si deve imparare la mobilizzazione delle anche.

    Se eventualmente vi fossero problemi di flessibilità nell'articolazione tibio tarsica (cosa che obbliga a mettere un rialzo sotto i talloni) è meglio optare per il sumo squat piuttosto che ostinarsi a usare un rialzo.

    Nelle alzate di potenza nessuno usa rialzi sotto i talloni, eppure si sollevano quintalate.

    Il fatto di non oltrepassare la perpendicolare della punta dei piedi serve per preservare i legamenti rotulei e i legamenti collaterali mediali e collaterali laterali, oltre ai legamenti crociati e ai menischi.

    Questo è permesso dall'enorme forza dei glutei e degli erettori spinali che intervengono (i primi) nella fase eccentrica e (i secondi) nella stabilizzazione del tronco impedendo l'eccessiva retroversione del bacino dopo che il gluteo è sotto il ginocchio in fase di accosciata completa.

    La frase "@ss to the grass" significa "c*lo al pavimento" ed è la perfetta spiegazione di come dovrebbe essere l'esecuzione dello squat in soggetti con una struttura vertebrale e delle articolazioni inferiori sana.

    Lu Xiaojun (weighlifter cinese) è uno dei migliori esempi di atleta che esegue le squat in questo modo.

    Ciao

  • 2 mesi fa

    Se superi la linea rischi danni al menisco

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.