Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneScuole primarie e secondarie · 4 mesi fa

Liceo classico o scienze umane o linguistico?

Ciao a tutti ragazzi, secondo voi è meglio lo scienze umane o il classico?O il linguistico?

Io amo le materie umanistiche ma il greco mi spaventa,le lingue le adoro, specialmente il francese,  e le materie psicologiche mi attirano un sacco.

Ho ottimi voti in materie come inglese, francese, italiano, storia e geografia.

Quale liceo potrei frequentare, raccontatemi anche vostre esperienze per un'idea dei tre licei.

2 risposte

Classificazione
  • 4 mesi fa

    La questione del genere andava di moda prima del '68, ora per fortuna siamo più svegli, sebbene sia ancora possibile trovare annunci di lavoro indirizzati a commesse e segretarie. 

    In ogni caso: conoscere il greco antico diventa utile esclusivamente se vuoi andare a insegnare latino e greco al classico o dedicarti alla ricerca universitaria in ambito classico, per il resto è una perdita di tempo (o comunque puoi studiarlo per i fatti tuoi sei ti interessa). 

    Il liceo linguistico è più utile di altri licei perché ti dà un'avanzata conoscenza di tre lingue straniere. Io l'ho fatto dieci anni fa, ma all'epoca c'erano due lingue per 5 anni e la terza (spagnolo o tedesco) dal terzo, per soli tre anni. Oggi la terza lingua si fa dal primo anno, quindi è facile arrivare al C1 (se non al C2) al terzo anno. 

    Bada bene però: è necessario integrare con dei corsi post diploma perché le lingue da sole non bastano mai, occorre anche saper fare qualcosa. Esistono corsi interessanti in ambito commerciale che vanno a dare delle competenze più "dure" rispetto alla filosofia o alle letterature offerte dal linguistico. 

    Via di mezzo più utile: il liceo delle scienze umane a indirizzo socio-commerciale (o qualcosa del genere). A parte le scienze umane (che in realtà andrebbero chiamate scienze dell'educazione: psicologia, sociologia, pedagogia e antropologia) hai modo di studiare per 5 anni due lingue straniere. Teoricamente in un liceo si fa sempre la letteratura in lingua, poi ogni scuola è a sé, nel senso che potrebbe decidere di dare maggior spazio ai linguaggi specialistici (il che sarebbe solo un bene). 

    Di nuovo, la letteratura è un oggetto che si studia in autonomia: conosco avvocati, ingegneri e industriali che si sono fatti il mazzo studiando cose completamente diverse ma che hanno la passione per la letteratura latina o l'arte. Se avessero fatto il contrario, ovvero se si fossero fatti il mazzo a studiare latino o storia dell'arte (con l'hobby stravagante del diritto privato o dell'ingegneria gestionale) oggi o starebbero ancora cercando disperatamente lavoro nel loro campo di studi o starebbero facendo il primo lavoro capitato per caso (nel migliore dei casi sarebbero diventati insegnanti, però sai la noia di dover "ridursi" a insegnare quando in realtà vorresti creare qualcosa di tuo o fare qualcosa di più entusiasmante?). 

  • Anonimo
    4 mesi fa

    Nella scelta è fondamentale sapere cosa vorresti fare dopo nella vita, ed anche di che sesso sei.

    In generale, in tutti e tre gli indirizzi i ragazzi sono in minoranza rispetto alle ragazze (anche se al classico un po' meno rispetto agli altri due).

    Il classico è l'ideale se si pensa dopo di iscriversi a lettere (soprattutto se classiche), ma va bene sicuramente anche per giurisprudenza.

    Il linguistico è l'ideale se dopo ci si vuole iscrivere a lingue o affini oppure andare a studiare all'estero.

    Il liceo delle scienze umane è l'ideale invece se si è intenzionati ad iscriversi a psicologia, sociologia o scienze politiche. Può andare bene anche per giurisprudenza o economia.

    Per il resto, in generale il liceo classico è quello che ha fama di essere più impegnativo e rigoroso e, anche in virtù di questo, è ancora diffusa l'idea che prepari ottimamente ad affrontare qualsiasi facoltà, anche quelle di taglio più rigorosamente scientifico. Non so se questo sia vero ma, se non escludi ad esempio di iscriverti dopo a medicina o a qualche facoltà scientifica, forse tra i tre citati è da preferire.

    Il liceo linguistico ed ancor di più quello delle scienze umane si dice siano meno rigorosi e che non garantiscano l'acquisizione di un approccio allo studio altrettanto efficace come il classico. Però credo sia in parte un pregiudizio datato e che cmq, più che l'indirizzo di studio, contino la motivazione e le inclinazioni dello studente.

    Riguardo al liceo delle scienze umane, ove optassi per esso, mi sento di suggerirti di preferire l'indirizzo economico-sociale, dove studieresti due lingue straniere e non una sola come al tradizionale. Stando a quello che dici su te, a scatola chiusa il liceo delle scienze umane con opzione economico-sociale mi sembrerebbe quello più consono ai tuoi interessi ed alle tue inclinazioni.

    In generale, come ultimo criterio di scelta, considera anche la vicinanza a dove vivi ed i collegamenti. Insomma, se si ha un indirizzo a pochi minuti a piedi da casa mentre per gli altri si rischiano di passare ore sui mezzi pubblici, nel dubbio meglio quello più vicino, così da avere più tempo per studiare a casa e dedicarsi ad altre attività.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.