Come fate a pensare che Dio sia buono??? Vedete il dolore e le ingiustizie nel mondo o siete ciechi?

18 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    Le religioni mettono solo i paraocchi alle persone.

    Come fa un dio a condannare due persone e poi tutta la sua progenie

    per aver mangiato un frutto?

    ma anche se fosse stato un atto di disobbedienza così grave.

    come si fa ad essere così crudeli?

    un dio con tratti così tipicamente umani

    non può esere il dio amorevole

    che secondo la bibbia ci ha creato!

    Se esiste un dio così felicissima di stargli contro 

  • 2 mesi fa

    Tu le vedi bene, ma da un punto di vista sbagliato che non ti permette di vederne lo scopo. 

    Prima di tutto Dio le permette, ma non le provoca, a provocarle è la natura dell'uomo che cede continuamente alle lusinghe di chi governa le forze del male nel mondo, compresa la tendenza a mormorare contro Dio.

    Ad andare in palestra si torna spesso doloranti, ma i muscoli si rafforzano, un bambino impara a camminare affrontando ogni terreno, cadendo a volte.

    Non imparerebbe sempre in braccio ai genitori, lo stesso per la scuola per imparare e socializzare, non è facile si possono subire ingiustizie e temere per le verifiche, ma nessun genitore intelligente che ama i suoi figli li chiudebbe in casa per proteggerli.

    La vita è fatta di gioie e dolori, senza conoscere il salato non si può apprezzare il dolce e direi viceversa.

    Se non ti scotti non impari a regolare l'acqua, ad apprezzare tutti gli avvisi che Dio ci da proprio per proteggerci e che noi consideriamo delle catene per poi lamentarci se subiamo le conseguenze delle nostre trasgressioni.

    Se gli esseri umani si comportassero secondo la volontà di Dio Padre e gli insegnamenti di Gesù Cristo, non ci sarebbero ne ingiustizie ne dolore al mondo, satana non avrebbe potere su di noi, saremmo talmente pieni di Fede e Spirito da guarire noi stessi e chiunque si ammali, persino i ciechi e i sordi alle parole di vita.

    Giacomo 5:

    14 C'è qualcuno fra voi infermo? Chiami gli anziani della chiesa, e preghino essi su lui, ungendolo d'olio nel nome del Signore; 15 e la preghiera della fede salverà il malato, e il Signore lo ristabilirà; e s'egli ha commesso dei peccati, gli saranno rimessi. 

    1Corinzi 10:13

    Niuna tentazione vi ha còlti, che non sia stata umana; or Iddio è fedele e non permetterà che siate tentati al di là delle vostre forze; ma con la tentazione vi darà anche la via d'uscirne, onde la possiate sopportare.

    @Giorgia, saprai di pseudoscienza, ma di vere dottrine nulla, conosci solo le falsità delle religioini che con Dio non hanno nulla a che fare e giudichi un Dio che non conosci sulla base di esse. Ciò non è ne intelligente, ne logico, ne scientifico.

    Non esiste un peccato originale, nessun Dio darebbe la trasgressione di uno sul capo di tutti, non lo fa nemmeno la legge umana che è più ingiusta.

    Adamo ed Eva sono stati perdonati e la trasgressione espiata da Gesù Cristo, il battesimo dei neonati è una eresia e Dio ha previsto il perdono per tutti coloro che si pentono dei propri peccati.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Tutto il male del mondo viene da noi non da Dio. È inutile che stiamo sempre qui a scaricare i nostri errori su Dio. Il male nel mondo è tutta opera nostra, Dio ha creato terre per tutti, cibo per tutti, acqua per tutti, un meraviglioso pianeta per tutti, eppure noi  lo stiamo distruggendo, ci facciamo la guerra, ci ammazziamo tra noi, lasciamo morire di fame milioni di persone ogni giorno, ci insultiamo, ci denigriamo, ci giudichiamo a vicenda per il colore della pelle, i costumi, la religione, guardando solo ciò che c’è di diverso invece di vedere che siamo tutti uguali, ci perseguitiamo e ci facciamo continuamente male a vicenda come degli idioti. E Dio sente tutto e vede tutto, e ci lascia fare quello che vogliamo, perché prima o poi moriremo tutti e verremo tutti giudicati nel bene e nel male per quello che abbiamo fatto. Dio ci dà libertà, se togliesse il male del mondo come farebbe a giudicare chi fa il male e chi lo combatte? Dio ci mette alla prova, e ascolta le preghiere di tutti, in silenzio, perché arriverà il giorno in cui darà a chi ha seminato odio e distruzione ciò che si merita, e a chi ha creduto e operato il bene darà anche più di quanto si merita.

  • 2 mesi fa

    Ingiustizie e dolore causate dall uomo appunto, non da Dio

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    E' la solita domanda che fanno i non credenti.

    Non è Dio a causare il male: lui ci ha solo lasciato il libero arbitrio.

    Probabilmente tu più che un Dio di amore ti aspetti un dittatore in stile Stalin che punisce i peccati immediatamente e obbliga tutti a credere.

    Ma Dio non è cosi: non è forzando le persone che si ottiene il loro consenso.

    Ti immagini un mondo fatto di punizioni istantanee, dove se ti comporti male vieni punito immediatamente?

    Immagina che tu ora hai dubitato di Dio, e Dio allora ti uccide. Il salario del peccato è la morte, questo c'è scritto nella Bibbia. Immagina di morire subito dopo aver fatto questa domanda, sarebbe un bel mondo?

    Ma tu forse immagini un Dio in stile Disney con la bacchetta magica che con un battito di ali fa si che tutti credano e si comportino bene. Non è questo il Dio della Bibbia. Dio lascia libere le persone.

    O forse tu sostieni che se solo Dio si mostrasse a te tu crederesti. Io credo che lo reputeresti malvagio. Infatti anche il Faraone credette in Dio, dopo aver visto i prodigi di Mosè: ma si insuperbì. Un conto è credere in Dio e un altro conto è avere fede, chi ha fede segue i passi di Dio. Anche i demoni credono e tremano, ha scritto l' apostolo Paolo.

    Quindi che problemi ti fai? O meglio, che problemi fai a noi di questa sezione?

    Vuoi convincerci che Dio è ingiusto? Oppure scrivi qui semplicemente perchè sotto sotto lo cerchi e ti stai ponendo domande importanti ma sei insicuro?

    Se è così considera questo: visto che tu sei separato da Lui, sei tu a dover fare un passo verso Lui, e non viceversa. Sei semmai tu a dover chiedere a Lui di guidarti.

    Se proprio sei intellettualmente onesto dovrai ammettere che tu semplicemente non sai se esiste o no (quella posizione di agnosticismo dalla quale anch' io sono partito), e con cuore sincero devi dire a Dio che anche se non sai se esiste o no vorresti una risposta da Lui, che vorresti, nel caso in cui esiste, essere guidato e salvato.

    Ma questo non so se tu sei disposto a chiederlo, quindi ancora ti ripeto: qual è il senso di questa domanda? Se anche Dio non esistesse dovremmo dire che le leggi naturali, poichè esiste il male, sono sbagliate. Che quindi l' universo è imperfetto, pur esistendo leggi fisiche perfette. Tale posizione è insostenibile.

  • 2 mesi fa

    Stai tranquillo che i religiosi hanno secoli di esperienza in scuse su scuse.

  • 2 mesi fa

    Il giorno del giudizio c'è già stato: siamo stati puniti a livello globale.

  • 2 mesi fa

    “Non appartiene all’uomo terreno la sua via. Non appartiene all’uomo che cammina nemmeno di dirigere il suo passo”.

    Questo mostra che l’uomo non è proprio adatto ad autogovernarsi.

     Perché? In primo luogo per la sua natura peccaminosa.

     L’uomo inoltre non ha sapienza a sufficienza.

    La verità è che l’uomo non fu progettato per “dirigere”, o governare, se stesso avendo totale autonomia o indipendenza. Fu progettato per essere governato da un potere superiore, da Dio. E dato che storicamente la maggior parte delle persone si sono rifiutate di lasciarsi governare da Dio, si è insinuata un’altra potente forza spirituale per influire su di loro.

    Gran parte delle sofferenze sono attribuibili agli uomini. Scatenano guerre, commettono crimini, inquinano l’ambiente, spesso svolgono con avidità i loro affari senza interessarsi del prossimo, e a volte si danno a vizi che sanno essere dannosi per la loro salute. Così facendo, danneggiano se stessi e gli altri. 

    Sarebbe logico aspettarsi che gli uomini fossero immuni dalle conseguenze delle loro azioni? È ragionevole dare la colpa a Dio per le cose che gli uomini stessi fanno?

  • 2 mesi fa

    Dio è buono,ma fino a quando gli uomini sulla terra vorranno prendere il posto di Dio sottomettendo altri al loro dominio ingiusto non si adempiranno mai le parole dette da Gesù Cristo: " Sia fatta la tua volontà come in cielo così in terra". Infatti Dio vuole che ogni sorta(tutti) di uomo sia salvata,ma rimanendo così le cose ci si può aspettare soltanto che chi è buono agli occhi di Dio riceva un corpo spirituale per il Regno dei cieli e chi no perisca,nella speranza e in attesa che le cose cambino sulla terra. 

  • Li vedo ma trovo spiegazioni diverse da quella da te detta. E il malteismo a mio avviso non sta in piedi.

    A riguardo copio e incollo una mia risposta sul malteismo:

    "Non mi sembra coerente.

    Noi chiamiamo Divinità un "Qualcosa" che risponde a determinate caratteristiche. Tra cui la Bontà. Se, questo essere fosse malvagio, allora non sarebbe Dio quindi non avrebbe senso il malteismo, ma il "malqualcosaltrismo" (se mi concedi il gioco di parole). Se questa Divinità fosse una Divinità, invece, il malteismo sarebbe erroneo.

    Ma a parte queste cosette, dette più che altro per far notare come tutto dipenda dall'Idea di Dio, mi pare che il malteismo si basi sulla presenza di male nel mondo... ma ragionando: esiste davvero il Male?

    Se esistesse il male, dovrebbe pur esserci un principio del Male. E questo principio dovrebbe essere puro Male (con la M maiuscola).

    Poniamo che il Male non sia assenza di Bene, e quindi abbia una sua effettiva esistenza come "sostanza" a parte. Poniamo anche che il Male sia il Fondamento stesso della realtà (ossia l'Essere, o Dio, o l'Uno, o Causa Prima o come preferiamo impropriamente ChiamarLa).

    Il Male cos'è? Si tratta di qualcosa che punta a distruggere e infliggere sofferenza gratuita, giusto? Se però la Causa Prima fosse male, tutto sarebbe partecipe del Male, quindi a parte ai livelli di esistenza più bassi non dovrebbe esistere il Bene. Eppure, quando ci si concede alle nostre parti più basse (quelle istintuali), si sconfina nel male, mentre quando le si domina con le parti più alte (la ragione) si sconfina nel bene (faccio un esempio per esser meno oscuro: se uno si concede alla pulsione violenta asservendole la Ragione, finirà per diventare una sorta di criminale che infliggerà sofferenza gratuitamente, se invece uno asserve la stessa pulsione aggressiva alla ragione, finirà per diventare una specie di eroe -o, come scrisse un antico, "un Gioiello degli Déi all'umanità"-, magari impiegando la stessa aggressività per combattere una malattia, dichiarare guerra ad un problema che affligge la gente, ecc).

    Ma anche ignorando questo, dovremmo riconoscere che il Principio Primo, se malvagio, avendo come detto prima una Malvagità Perfetta, dovrebbe non aver riguardi neppure per Sé stesso. Ergo si distruggerebbe da solo terminando di essere e anche la realtà quindi terminerebbe. Invece la realtà esiste.

    E poi, anche guardando agli atti malvagi. Sei così sicuro che esistano? Chi mai compierebbe il male, sapendo che è male e senza guadagnarci nulla (non so, divertimento? Soldi? Distrazioni dalla noia?)? Il male non è altro che un errore nell'identificazione del Bene, ossia preferire un bene minore a un bene maggiore. Ergo, il male non esiste. E non esistendo il male, non a mio avviso, può essere reale nemmeno il malteismo."

  • Anonimo
    2 mesi fa

    è colpa dell'uomo se il mondo è brutto, Dio ha cercato in tutti i modi di aiutarci ma continuiamo a persistere nell'errore, non è mica superman che arriva e ti salva.

    Dio ha dato all'uomo un grande potere, quello del libero arbitrio che ne animali e ne piante hanno... ma anche delle leggi a cui ubbidire per poter creare armonia ed essere il sale della terra, ma siamo divenuti un virus che annienta la cellula(terra) e abusa di questa libertà per fermentare odio e morte...

    l'uomo ha le qualità per riparare dai propri errori, quindi non dia la colpa al creatore ma a se stesso, se il mondo và male è solo perchè il bene non opera e non combatte il male, siamo noi gente qualunque che dobbiamo cambiare prima la nostra vita e poi aiutare gli altri invece di stare seduti nel divano e lamentarsi dei mali del mondo.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.