Dal momento che un uomo deve fisiologicamente eiaculare almeno ogni 7-10 giorni, i preti e i sacerdoti (che avrebbero fatto voto) come fanno?

Aggiornamento:

praticheranno almeno la masturbazione, e penseranno comunque a qualcosa

se poi non è così.........come fanno? voi answerini per esempio, la ritenete una cosa possibile?

Aggiornamento 2:

mercoledì, dipende dalla donna in questione, dalla sua psicologia e personalità e anche, non ultimo, dal suo quadro ormonale e quindi dalle sollecitazioni ormonali che riceve

però essendo che le donne IN MEDIA possono resistere (o proprio non avere voglia) più degli uomini, quando vai a vedere nei casi estremi le persone che riescono tranquillamente a stare senza le trovi.....cioè saranno pure asessuali fondamentalmente, se no non farebbero mai questa scelta penso

Aggiornamento 3:

invece mi pare di aver capito che qualsiasi uomo deve, almeno ogni 10 giorni, eiaculare e cambiare il liquido spermatico

Aggiornamento 4:

anonimuccio bello, ho anche preso come riferimento il tempo massimo possibile, cioè quello proprio dei casi più estremi

quindi mi chiedo come sia possibile non eiaculare MAI

Aggiornamento 5:

capito anonimi belli, comunque credo possa capitare qualcosa di simile anche a qualche donna: due volte nella vita mi è successo di avere l'orgasmo durante il sonno

10 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    I preti/sacerdoti cattolici non fanno voto di castità, lo fanno i frati.

    Per quello che riguarda la necessità fisiologica penso che la maggior parte si sfoghi come gli altri uomini, con relazioni clandestine, purtroppo con deviazioni sessuali, o con la masturbazione.

    Le perpetue non scopàvano solo la canonica, e la storia dei papi è piena di...

    libertini... per essere gentili, alcuni hanno riconosciuto anche i figli nati dalle relazioni, vedi papa Borgia. (*)

    Comunque castità ed astinenza non sono impossibili, occorre autocontrollo, lo stesso che ci vuole per avere buoni rapporti con una donna per soddisfarla  prima o contemporaneamente a se stessi.

    Come alcuni hanno risposto il corpo espelle da solo il liqiudo seminale in eccesso in modo naturale, senza bisogno di autoerotismo che purtroppo è indotto da stimolazioni esterne in una sociètà che ha fatto del sessò un Dio perdendo completamente di vista i due scopi che ha nella nostra vita, essere una sola carne con la nostra moglie/marito per unire la coppia e dare dei corpi fisici a Spiriti che aspettano di venire sulla terra per vivere la loro esperienza mortale.

    Genesi 1:28

    E Dio li benedisse; e Dio disse loro: 'Crescete e moltiplicate e riempite la terra  [...] Genesi 1:24

    Perciò l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà alla sua moglie, e saranno una stessa carne.

    Questo ci rende collaboratori di Dio Padre che ci affida una grande responsabilità nel crescere i figli, cosa che ci rende più simili a Lui.

    E' contro la vera dottrina ed antiscritturale proibire il matrimonio, porta automaticamente a trasgredire due comadamenti contenuti nei versetti che ho citato, rende inidonei ad esercitare il sacerdozio, e spinge a commettere atti indegni chi dovrebbe rappresentare degnamente Dio Padre e Gesù Cristo.

    1Timoteo 3:1-5

    Dei vescovi e dei diaconi

    1 Certa è questa parola: Se uno aspira all'ufficio di vescovo, desidera un'opera buona. 2 Bisogna dunque che il vescovo sia irreprensibile, marito di una sola moglie, sobrio, assennato, costumato, ospitale, atto ad insegnare, 3 non dedito al vino né violento, ma sia mite, non litigioso, non amante del danaro 4 che governi bene la propria famiglia e tenga i figliuoli in sottomissione e in tutta riverenza 5 (che se uno non sa governare la propria famiglia, come potrà aver cura della chiesa di Dio?)

    1Timoteo 4:1-3

    1 Ma lo Spirito dice espressamente che nei tempi a venire alcuni apostateranno dalla fede, dando retta a spiriti seduttori, e a dottrine di demonî 2 per via della ipocrisia di uomini che proferiranno menzogna, segnati di un marchio nella loro propria coscienza; 3 i quali vieteranno il matrimonio [...]

    (*) Alessandro VI, nato Roderic Llançol de Borja è stato il 214º papa della Chiesa cattolica dal 1492 alla morte.

    Fu uno dei papi rinascimentali più controversi, anche per aver riconosciuto la paternità di vari figli illegittimi, fra cui i famosi Cesare e Lucrezia Borgia, tanto che il suo cognome catalano, italianizzato in Borgia, è diventato sinonimo di libertinismo e nepotismo. (Wikipedia)

  • Anonimo
    2 mesi fa

    PER RISPONDERE ALL'AGGIORNAMENTO:

    Per noi maschi se uno non fa quel gesto di sua iniziativa, è il corpo che te lo ricorda automaticamente.

    Ti faccio un esempio: se tu non fai quel gesto per più di 10 giorni, dopo un pò sognerai quel tipo di situazioni che il tuo corpo desidera e, di conseguenza, lo farai nel sonno (anche senza toccarti...) sentendo le stesse pulsazioni.

    Quindi se non fai niente per tanto tempo, è il corpo che lo fa automaticamente mentre dormi proprio perchè mentre dormi è il subconscio che prevale su di te.

    RISPOSTA INIZIALE:

    7-10 giorni? Scherzi? Massimo ogni 1-2 giorni...

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Si faranno le p!ppe come gli altri uomini, certamente finché sono giovani e il desiderio è difficile da contenere.

    In realtà superati i primi dieci giorni il desiderio di eíaculare diventa costante (non è che cresce indefinitamente con il tempo passato in astinenza) e passa, per così dire, in secondo piano. Basta non pensarci e non ricevere troppi stimoli e si può andare avanti molto a lungo. Personalmente il mio record è circa un mese, che ho interrotto per il motivo che scrivo di seguito.

    Il problema dell'assenza prolungata di pòlluzione è la qualità dell'eiáculato: già dopo un paio di settimane il seme che esce è tutto degradato e ridotto a una sorta di acqua trasparente che per istinto appare "sbagliata", a prescindere dall'essere preti o laici, è proprio un fatto biologico. 

    Il seme ritorna alla sua consistenza normale solo dopo diverse eiáculazioni. Nel frattempo, quando succede, si sente anche un po' di dolore ai tèsticoli.

    Insomma, sono dell'idea che una lunga astinenza maschile sia priva di scopo e contraria alla biologia, oltre che fastidiosa per l'organismo.

  • 1 mese fa

    Sei sicuro delle tue affermazioni fisiologiche o sei un onanista compulsivo? Ne ho conosciuti tanti

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    2 mesi fa

    che c entra se son preti?

  • Anonimo
    2 mesi fa

    7-10 gg mi sembrano tanti xò, abbassa a 2 massimo 4    

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Come ti ha risposto l'anonimo prima di me, anche negli adulti possono avvenire le polluzioni notturne in condizioni particolari. L'ho sperimentato in prima persona durante un periodo di astinenza prolungata dalla masturbazione.

  • 2 mesi fa

    So che le suore devono rimanere vergini e che non si possono masturbare, anche i preti.

    I maschi perché fisiologicamente devono eiaculare almeno ogni 7-10 giorni???

    A noi femmine la stessa cosa o non serve fisiologicamente?

  • 1 mese fa

    vanno a donne a volte pagandole, o si tengono buona la perpetua sempre in chiesa.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    non credo si possa fare... cioè fai solo male a te stesso ed al tuo benessere psico-fisico, io non credo sia possibile, sopratutto biologicamente parlando.

    penso che i preti al massimo lo fanno ma di nascosto cosi' nessuno lo sà.

     

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.