Anonimo
Anonimo ha chiesto in Relazioni e famigliaRelazioni e Famiglia- Altro · 2 mesi fa

Secondo voi dovrei confessare di aver mollato l'università?

I miei genitori pensano che io abbia conseguito la laurea magistrale quando invece non è così. Ero molto indietro con gli esami e non avevo più voglia di studiare, così ho mollato e avendo comunque una laurea triennale ho trovato un lavoro e oramai ci sto da quasi un anno.

Non mi sento in colpa ma temo in qualche modo di essere scoperto. Secondo voi dovrei confessare o andare avanti?

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    2 mesi fa

    Se già lavori perché no

  • Mario
    Lv 5
    2 mesi fa

    Non dovresti sentirti in colpa per aver lasciato la magistrale (a maggior ragione se hai trovato lavoro e stai bene così), ma dovresti sentirti in colpa per aver mentito e fatto credere una balla del genere ai tuoi. Capisco temporeggiare dicendo che avevi ancora bisogno di tempo per gli esami, ma dire che ti sei laureato proprio no. Ma poi non capisco, ti saresti laureato senza invitarli? Le tasse le pagavano loro? Se sì, è anche mancanza di rispetto il fatto che abbiano buttato soldi e non meritino nemmeno di sapere la verità.

    Certo che siete uno meglio dell'altro qui sopra, dire la verità non perché ci si è pentiti, ma per paura di essere sgamati...

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Mi sembra più che giusto e doveroso che i tuoi genitori sappiano. Fallo il prima possibile, andando avanti peggiorerai solo le cose

  • Fil
    Lv 7
    2 mesi fa

    Si confessano i peccati, la tua è una libera scelta.

    Comunica ai tuoi genitori quanto è giusto sappiano.

    auguri per il tuo futuro

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.