Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 4 mesi fa

Perché???? ?

Perché dio ha creato satana se sapeva che si sarebbe ribellato?????? 

13 risposte

Classificazione
  • 4 mesi fa

    Dio non ha creato satana, satana è un aggettivo che è conseguanza della

    ribellione di lucifero che era stato creato come altri Spiriti ed era un angelo molto luminoso, pieno di intelligenza, conoscenza e grandi talenti.

    Per orgoglio non ha accettato la scelta di Gesù come Salvatore e Redentore dell'umanità, voleva eserlo lui, ma obbligandoci all'obbedienza come oggi ci incatena al male che compiamo.

    Anche se Dio Padre sapeva ciò che lucifero avrebbe fatto non poteva impedirglielo per la legge del Libero Arbitrio:

    Apocalisse 12:7-9 

    7 E vi fu battaglia in cielo: Michele e i suoi angeli combatterono col dragone, e il dragone e i suoi angeli combatterono, 8 ma non vinsero, e il luogo loro non fu più trovato nel cielo. 9 E il gran dragone, il serpente antico, che è chiamato Diavolo e Satana, il seduttore di tutto il mondo, fu gettato giù; fu gettato sulla terra, e con lui furon gettati gli angeli suoi.

    La caduta di lucifero è conseguenza della sua scelta, l'unica cosa che il Padre ha potuto prevedere nella sua onniscenza è un piano di Salvezza ed un periodo di prova e pentimento sulla terra.

    Smetti di pensare in modo univoco e apri la tua mente ad un diverso punto di vista e forse, dico forse, comincerai ad avere risposte dalla tua intelligenza senza fare domande provocatorie in R&S. 

    @Ziopino, anchio ho trovato spesso intetressanti le tue risposte e capisco che con il poco che ho scritto non sia semplice capire le tempistiche e si possa pensare a qualche contraddizione,

    Preferirei spegarti quello che accadde in un altra sede e se vuoi approfondire puoi contattarmi su Facebook.

    Per darti un minimo di chiarimeto partiamo dal fatto che Dio Padre sapeva come sarebbe potuta andare ogni cosa come un adulto sa come le cose possono andare grazie all'esperienza; l'onniscenza non è un talento magico, una sfera di cristallo, ma un infinita intelligenza unita ad una eterna esperienza.

    Queste cose sono già accadute in altri mondi, noi dovremmo dare al termine ETERNITA' il suo vero significato che è infinito, senza inizio ne fine, qualcosa che si ripete senza principio di giorni ne fine di anni.

    Dio Padre ha generato dei figli Spirituali, sapeva che per progredire dovevano avere un'esperienza con un corpo fisico a sua immagine e somiglianza, Lui l'ha già vissuta.

    Una volta creata la terra con tutto ciò che conteneva tramite suo figlio Gesù, allora solo un essere Spirituale ma il più simile al Padre essendo il primogenito, un dio come aggettivo per la sua statura, (Giovanni 1:1-3, 14) ha riunito tutti in un concilio nei cieli ed ha spiegato quello che sarebbe stata la vita terrena, fatta di gioie, dolori, insegnamenti, prove, errori, difficoltà, benedizioni, scelte giuste e sbagliate.

    Dato che il piano prevedeva una nascita ed una morte e la necessità di una redenzione dal peccato causato dall'agire in modo contrario alle leggi eterne dell'universo era necessario qualcuno che compisse la mediazione come redentore e il superamento della morte fisica.

    Si è proposto lucifero, dicendo che avrebbe salvato tutta l'umanità obbligandola ad obbedire ai comandamenti e consigli del Padre per avere in cambio la Sua Gloria.

    Si propose Gesù dicendo che avrebbe insegnato ciò che il Padre gli avrebbe detto, così come aveva seguito le sue istruzioni per organizzare i mondi (Ebrei 1:1-3).

    Egli avrebbe lasciato liberi i Sui fratelli di seguirlo per amore e avrebbe espiato per tutti i peccati di tutti in ogni tempo, avrebbe dato la Sua vita per permetterci di superare la morte fisica.

    Quello che è successo l'ho già scritto e dopo la cacciata di lucifero sulla terra furono creati i corpi di Adamo ed Eva, fu dato loro il primo comandamento di crescere, moltiplicarsi e popolare la terra e il secondo di non mangiare del frutto dell'albero della conoscenza del bene e del male.

    Satana poteva entrare nel giardino di Eden che era sulla terra, tentò Adamo che non accetto, poi tentò Eva che ingannata dalla sua mezza verità e mezza bugia assaggiò il frutto e si rese conto che era gradevole ed utile per essere intelligente, lo propose allora ad Adamo che fece una precisa scelta tra due comandamenti, apparentemente in contrasto l'uno con l'altro.

    Se ai nostri progenitori non si fossero aperti gli occhi, sarebbero rimasti innocenti per sempre nel giardino di Eden, noi non esisteremmo come persone fisiche poiche non vi era tra loro alcuna attrazione sessuale e non avrebbero rispettato il primo comandamento senza trasgredire il secondo.

    In questo fu la loro possibilità di scelta, non tra bene e male, ma tra due livelli di bene, la trasgressione in realtà fu una Felix Cupae e questa è una delle ragioni per cui non esiste peccato originale.

    Dio Padre sapeva cosa poteva accadere, al di la di dire quali sarebbero state le conseguenze delle due scelte, non poteva forzare ne una ne l'altra, li ha lasciati liberi di decidere dando loro fiducia che avrebbero fatto la scelta migliore.

    Il modo in cui le Religioni umane hanno presentato Dio Padre in questa vicenda è sbagliato, io capisco che vi sia un rifiuto di un Dio punitore perchè nel nostro profondo sappiamo che non è così.

    Quello che disse ad Adamo ed Eva dopo che ebbero mangiato il frutto non è un castigo, ma la descrizione di quella che sarebbe stata la loro vita mortale, li veste con delle pelli, da loro un tempo per pentirsi e li istruisce sulla legge del sacrificio, che vediamo attuata da Caino ed Abele.

    Non uccide Caino nonostante l'omicidio di suo fratello, sapendo chi aveva messo nel suo cuore lo spirito omicida.

    Ha previsto anche una salvezza per coloro che sono periti nelle acque del diluvio perchè non hanno voluto ascoltare Noè che li richiamava al pentimento e avvisava delle conseguenze. (1 Pietro 3:18-20)

      

    Occorrerebbe anche approfondire quello che è la nostra vita pre-terrena, le istruzioni che riceviamo e la preordinazione a determinati compiti cosa che avviene per tutti coloro che, seguendo Gesù nella battaglia nei cieli hanno ricevuto l'opportunità di venire sulla terra con un corpo fisico.

    Geremia 1:4-5

    4 La parola dell'Eterno mi fu rivolta, dicendo: 5 'Prima ch'io ti avessi formato nel seno di tua madre, io t'ho conosciuto; e prima che tu uscissi dal suo seno, io t'ho consacrato e t'ho costituito profeta delle nazioni'.

    Noi abbiamo scelto il percorso che ci avrebbe meglio formati per tornare al Padre accettando incarichi, anche gravi disagi, mai più grandi di quello che saremmo stati in grado di sopportare.

    Con la nascita ne perdiamo memoria, altrimenti non vivremmo esercitando la fede, sapremmo tutto e non saremmo veramente liberi di scegliere.  

    Se ci si slega dalle false dottrine e si cerca la rivelazione da Dio Padre tramite lo Spirito Santo sarà molto più semplice capire quello che le Scritture contengono dentro, non per le parole o le storie, ma per il loro significato Spirituale.

    Si conoscerà chi è Dio Padre meglio ogni giorno e si comprenderanno i Suoi intenti, qualche volta si potrà sfiorare il Suo modo di pensare, cosa che accade a chi cresce dei figli con amore.

    Non ci si perde nulla a provare sinceramente di conoscerlo, tutto il resto viene dopo, non si trova Dio trovando una religione, si trova la sua vera religione trovando Dio. (Giovanni 17-3)

    @Ziopino, ti ringrazio e mi spiace non poterne parlare direttamente, senza alcuna vena polemica vorrei solo dirti che il senso di quell'inserimento da parte di Giovanni o di chi compilò i suoi scritti e redasse l'Apocalisse è lo stesso di un Flash Back in un film. La troppa critica verso le scritture acceca la comprensione anche di semplici escamotage tecnici usati da chi le ha scritte. 

    Anche noi per spiegare fatti futuri citiamo il passato, gli antefatti, non vi è nulla di strano o incoerente se non cerchiamo l'incoerenza come obbiettivo del nostro studio.

  • 4 mesi fa

    Tutte le opere di Dio sono perfette; non è lui il responsabile dell’ingiustizia; perciò non creò nessun malvagio. 

    Colui che divenne Satana era in origine un perfetto figlio spirituale di Dio. Dicendo che il Diavolo “non si attenne alla verità”, Gesù indicò che un tempo costui era ‘nella verità’. Ma, come tutte le altre creature intelligenti di Dio, questo figlio spirituale fu dotato di libero arbitrio. Egli abusò della sua libertà di scelta, lasciò che nel suo cuore si sviluppassero sentimenti di superbia, cominciò a desiderare ardentemente l’adorazione che spettava solo a Dio, e quindi istigò Adamo ed Eva ad ascoltare lui anziché ubbidire a Dio. Così col suo modo d’agire si rese Satana, che significa “avversario”.

  • 4 mesi fa

    Una risposta, condviisibile o meno, ti è stata data in tutte le risposte che ho letto... libero arbitrio. YHWH avrebbe potuto imporre, nel senso di programmare a compiere la propria volontà, a tutto il creato, ma ha dato la possibilità di scelta a tutti gli esseri intelligenti: o fai questo o ti succederà questo! Un out out? In effetti si! Se questo fatto si accetta ci si rende conto che il "o fai questo" è la scelta migliore anche se sembra andare contro la nostra natura, mentre il non farlo dà risposta a tutte le tue domande, non è certo responsabilità di chi ti avverte di un pericolo di cui tu non tieni conto ne dovrai per forza affrontare o subire le conseguenze!

    Pensierino del buon giorno, e mi ripeto:

    Errare è umano. Dare la colpa a un altro ancora di più

    anonimo

    Torniamo al primo modo di aggiungere note:

    @Marco Tripoli. Ho trovato molto interessante la tua risposta e mi è sorto un dubbio per, ovviamente è un mio punto di vista, un anacronismo:

    "Per orgoglio non ha accettato la scelta di Gesù come Salvatore e Redentore dell'umanità, voleva eserlo lui..."

    Se fosse così verrebbe a cadere tutto il discorso del libero arbitrio! 

    "Satana" pretendeva il posto di Gesù come "Salvatore" prima ancora che lui stesso provocasse l'azione che richiedeva un "Redentore"?

    Quindi, seguendo questa logica, dovrei pensare che era tutto già stabilito, far peccare, tramite Lucifero che sarebbe diventato Satana e diavolo, l'uomo affinché Gesù potesse "salvarlo" e Lucifero pensava di fare tutto lui!

    Qualcosa non torna!

    @Marco. Mi dispiace per Facebook ma oltre YA e Wikipedia non ho mai voluto aderire, nonostante i molteplici inviti da parte di amici e conoscenti, a nessun social network una scelta fatta dalla prima comparsa delle chat on-line e deciso a perseverare.

    Ho letto attentamente la tua precisazione, che rispetto pienamente ma, scusami non la condivido in quanto, per quello che conosco delle Sacre Scritture, ovviamente è semplicemente una mia opinione, sembrerebbe ci sia una discordante successione temporale rispetto a quanto riportato dalla Genesi e con la Rivelazione o Apocalisse che inizia: «Rivelazione di Gesù Cristo, al quale Dio la consegnò per mostrare ai suoi servi le cose che dovranno accadere tra breve. Ed egli la manifestò, inviandola per mezzo del suo angelo al suo servo Giovanni,...»

    "per mostrare ai suoi servi le cose che dovranno accadere tra breve" che senso avrebbe parlare di ciò che dovrebbe accadere in futuro riportando cose (Apocalisse 12:7-9) avvenute millenni prima?

    Concordo sul fatto "del rifiuto di un Dio punitore" da parte di molti o tanti. Lo vorrebbero buonista e perdonatore rifiutando quello che realmente è: buono sì ma giusto.

    ziopino

  • Anonimo
    4 mesi fa

    Non è un po’ tardi per credere alle favole di babbo natale? 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    4 mesi fa

    Essendo Dio imparziale ha lasciato a ognuno di noi come pure agli angeli di decidere da che parte stare e l'orgoglioso satana si è fatto per così dire la sua squadra attirando molti dalla sua parte. Così facendo si è guadagnato molti con i suoi allettanti lacci.

  • Priest
    Lv 5
    4 mesi fa

    Perché lascia liberi di scegliere 

  • Anonimo
    4 mesi fa

    Boh, forse per occuparsi di punire la malvagità umana che si sarebbe inevitabilmente creata.

  • 4 mesi fa

    Satana non esiste, è un'invenzione dei cristiani. Chiedi ad un ebreo e ti dirà che non esiste

  • Ya
    Lv 7
    4 mesi fa

    dio non è il cristianesimo

  • Anonimo
    4 mesi fa

    concordo, sarebbe da sadici creare un'essere che dopo che và contro le leggi e disubbidisce và in dannazione eterna, ma Dio è amore e la geena eterna di fuoco e zolfo non è altro che un posto in cui si sconta, è il posto ad essere eterno ma non lo starci li, è cosi brutto che sembra un eternità ma prima o poi tutti scontano fino all'ultimo centesimo e poi riprendono il loro cammino verso Dio.

    quindi pure i demoni un giorno ritorneranno alla luce perchè Dio è giusto.

    la dannazione eterna è stata messa dopo il 300 d.c. dai sacerdoti per rendere la chiesa un'istituzione politica e dominare le menti delle persone tramite la paura.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.