Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 4 mesi fa

Perché dio ha creato il male ?

I terremoti le epidemie e le malattie non sono colpa dell'uomo..... 

20 risposte

Classificazione
  • 4 mesi fa

    Dio non ha creato il male, il male esiste in assenza di bene, se l'uomo agisse bene il male non potrebbe prevalere.

    Riguardo ai terremoti non escluderei che l'estrazione di petrolio e Gas dal sottosuolo non sia una delle ragioni dei terremoti, come potrebbero esserlo le esplosioni nucleari sotterranee.

    Comunque conoscendo la tettonica a zolle basterebbe evitare di costruire in zone sismiche o farlo in modo intelligente e non disonesto per fregare e guadagnare di più.

    Le epidemie sono molto spesso causate dall'uomo, da come agisce sulla natura, sugli animali, non seguendo la giusta profilassi a causa spesso della povertà dovuta sempre alla malvagità umana.

    Le malattie hanno origine dal come non trattiamo senza rispetto il nostro corpo, fumando, alimentandioci in modo smodato e sbagliato, magari con prodotti manipolati per aumentare i guadagni, usando sostanze nocive.

    Molte malattie sono conseguenza di inquinamento ambientale, che è Dio che produce l'acciaio all'ILVA o gira in una limousine Diesel?

    Ciò non toglie che la nostra vita comprenda le avversità, che hanno uno scopo positivo a seconda di come sappiamo trarne esperienza affrontandole con il giusto atteggiamento.

    L'ottusità e l'ignoranza dei non credenti non ha confini, dicono che i non credenti non ragionano con la loro testa, mentre la loro è imbottita di luoghi comuni.

    Ma quale scienza, quale logica, quale intelligenza può sostenere tesi indotte per sostenere il nulla, ovviamente in anonimo per la vergogna. 

    Ciao Ulixes, concordo con buona parte della tua risposta, ricordi quando ti parlavo delle filosofie scientiste (*) umane, usate stumentalmente senza conoscere veramente la scienza... ed a sproposito riguardo Dio... ecco!

    (*) SCIENTISMO: Movimento intellettuale sorto nell'ambito del positivismo francese (seconda metà del sec. XIX), tendente ad attribuire alle scienze fisiche e sperimentali, e ai loro metodi, la capacità di soddisfare tutti i problemi e i bisogni dell'uomo.   Inflazione di metodologia scientifica.

    Gentile @Francesco Berti, se tu sei onestamente aperto alla verità le piegazioni ci sono e sono anche molto semplici, ma non bisogna partire da preconcetti dovuti alla mancata conoscenza di chi sia Dio e quali siano i Suoi scopi, soprattutto sottovalutando le Sacre Scritture e la rivelazione per comprenderle.

    Dio Padre permette il male perchè è uno strumento per dare un'alternativa al bene nel momento in cui siamo chiamati a fare delle scelte, (cioè in ogni istante) come c'è dolce e salato e noi scegliamo uno o l'atro, se ci fosse una sola scelta non ci sarebbe libero arbitrio.

    La vita è un periodo probatorio per vedere se manterremo le scelte fatte prima di questa vita e che ci hanno consentito di nascere.

    Le prove e le difficoltà rafforzano il nostro carattere e ci danno esperienza, quindi il male ha un suo scopo nel piano di felicità e perchè sia duratura anche nella difficoltà basta seguire i consigli del nostro Padre Celeste.

    Mettendo in pratica i comandamenti onestamente ed al meglio delle nostre possibilità ne vedremo i frutti e la nostra fede diventerà conoscenza perfetta, non solo credenza.

    Lui può tutto, tranne che obbligarci e sapendo che avremmo commesso degli errori ha provveduto un Redentore dai peccati e Salvatore dallo stato di esseri mortali.

    Mai sentito dire che nulla di impuro può stare alla Sua presenza?

    Esistono due luoghi attualmente dove vi è totale assenza di male, il Regno degli Spiriti che devono ancora nascere dove Dio Padre e Gesù Cristo dimorano insieme ai figli di Dio Padre, conosciuto anche come Regno Celeste o Regno di Dio e il mondo degli Spiriti  dei morti, conosciuto dai cattolici come paradiso, dove gli spiriti dei defunti che si sono comportati rettamente durante la loro vita riposano in attesa delle resurrezione.

    Dopo le resurrezioni vi sarà un giudizio e la maggiranza di noi sarà assegnata a tre diversi gradi di gloria a seconda del nostro grado di obbedienza e progresso spirituale, tre regni in cui saranno suddivise le anime viventi risorte (Corpi e Spiriti ricongiunti) che sono i luoghi che intendeva Gesù quando disse "Nella casa del Padre mio vi sono molte dimore, io vo' a prepararvi un luogo" e di cui parla Paolo ai Corinzi paragonandoli alla gloria del Sole, Luna e Stelle. (1 Cor. 15)

    L'unico luogo dove continuerà ad esistere il male, con il dolore interiore eterno, rappresentato dalle "fiamme inestinguibili", e la rabbia rappresentata dallo "stridor di denti" che in questa sezione possiamo vedere ben rappresentato nei modi di molti utenti, sarà la dimora del diavolo e di coloro che gli sono associati.

    Ora sta a te scegliere se è meglio appoggiarsi ad un libro scritto da un essere umano sicuramente intelligente, ma mortale e fallace, o da testi scritti sotto ispirazione divina che non sono solo la Bibbia.

    E' una responsabilità che abbiamo tutti, poichè la verità è davanti ai nostri occhi se la vogliamo vedere, vale una profonda riflessione scevra da superficiali deduzioni ed illazioni.

    La scelta è molto importante e potrebbe compromettere tutta la vita eterna che ha molta più importanza del battito di ciglia rappresentato dalla vita terrena. 

    Ho letto qualche altra risposta che non affronta logicamente l'argomento della domanda, si limita a negare l'esistenza di Dio o a considerare che la teologia non è logica o i credenti fanno di tutto per sostenere le  proprie credenze.

    Mi sembra ovvio, visto che hanno la fede per sotenere i propri argomenti e soprattutto hanno degli argomenti.

    La contraddizione e l'illogicità sta in coloro che credono di poter vedere dal fondo della valle quello che Dio vede dalla cima della montagna.

    Prima bisogna elevarsi spiritualmente e poi dal giusto punto di vista capire una logica che non è umana, ma divina.

    @RossiFumi la tua risposta l'ho in buona parte smentita con la risposta a Francesco, quello che scrivi capisco derivi dal non conoscere Dio ed il perchè permette l'esistenza del male che non ha creato lui, male e bene erano preesitenti da sempre, ciò che viene da Dio è solo bene, io l'ho spegato migliaia di volte in quasi 10 anni qui e 36 di sacerdozio (non cattolico).

    I patriarchi vivevano più a lungo perchè era meno tempo che erano lontani dal giardino di Eden e il loro corpo usufruiva ancora di quel beneficio di perfezione, l'aspettativa di vita e la longevità diminuirono dopo il diluvio e gli anni degli uonini furono ridotti, oggi anche se viviamo un numero di anni maggiore che nel medioevo, grazie ai progressi della medicina, subiamo gli effetti di malattie consegiuenti al progresso tecnologico, nuovamente incolparne Dio è superficiale ed ingiusto.

  • Perché queste cose dovrebbero essere il male? L'unico male vero sono le guerre e gli omicidi e di quelli solo l'uomo ha piena responsabilità.

  • Non sono male. Il terremoto è segno che abitiamo un pianeta vivo, che ci riscalda e permette la vita. Le malattie pure hanno una loro funzione in quanto indeboliscono la preda rendendola cibo per il predatore, permettendo di non consumare tutte le risorse del pianeta ma anzi rinnovandole tramite la morte.

    @Giorgia: se il male fosse inscritto nei geni e determinato da essi come dice qualcuno:

    1- dopo millenni di pena di morte, il carattere dovrebbe esser stato più o meno selezionato e quindi dovrebbero essere una netta minoranza rispetto ai tempi antichi o addirittura esser spariti gli individui malvagi (è dai tempi del codice di Hammurabi -per esser buoni- che vengono perseguiti!)

    2- sarebbero impossibili i cambiamenti in quanto sì, può via via cambiare l'espressione genica al variare delle condizioni ambientali ma non i geni o il loro effetto sulla architettura cerebrale (senza contare che non sono l'unico fattore influente).

    2b- non essendo possibili i cambiamenti non sarebbe sensato un sistema carcerario volto al recupero. Ma quindi sostieni la pena di morte?

    3- allora fratelli e figli di criminali, che quindi condividono in parte il patrimonio genetico, dovrebbero avere più chance di divenire criminali anche se hanno fatto esperienze di vita totalmente differenti? A me non risulta.

    4- in fine, perché fare un riduzionismo genetico dei comportamenti umani quando da decenni questa teoria è stata abbandonata?

    @Francesco Berti: se tutto fosse perfezione e sommo bene, la partecipazione con l'Essere/Bene sarebbe un rapporto di Identità piuttosto che di Partecipazione. Mentre la minor partecipazione con l'Essere/Bene genera un bene minore con "gradi di esistenza" minori, mentre il male è il Non Essere.

  • 4 mesi fa

    Primo, Dio ha creato il bene per adorare Dio e il male. Inoltre, gli esseri umani adorano Dio e fanno il bene, Dio li aiuta a evitare il male. Al contrario, molti di questi mali contro l'ambiente, le guerre, il razzismo, il colonialismo e persino l'imperialismo sono commessi dagli umani in associazione con il maledetto Satana.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 mesi fa

    Non è Dio che ha creato il male. Il male è il risultato dell'assenza di Dio nel cuore degli uomini. Sono stati gli uomini che hanno rovinato l'ambiante in cui vivono e sono responsabili del sorgere di molte malattie ed epidemie. Anzi, Dio ha promesso un mondo senza malattie (Isaia 33:24); senza guerre (Salmo 46:9); senza persone che soffrono la fame (Salmo 72:16); senza malvagità (Proverbi 2:22); dove non ci sarà più nemmeno la morte (Rivelazione o Apocalisse 21:3,4) e tanto altro...

  • 4 mesi fa

    Piuttosto che la malattia in sé il vero male è dato dal modo in cui si vive tale malattia.

    Un passo della Bibbia afferma che tutto corrisponde al bene di chi ama Dio. Romani 8, 28: "Del resto, noi sappiamo che tutto concorre al bene, per quelli che amano Dio, per coloro che sono stati chiamati secondo il suo disegno". 

  • 4 mesi fa

    Il problema della teodicea, ovvero la presenza del make nel mondo.

    Se Dio è sommo bene perché esiste il male?

    Se Dio è onnipotente, onnisciente e soprattutto sommo bene e creatore/organizzatore di tutto perché esiste il male?

    Se il male esiste come esiste il bene vuol dire che:

    A- o è stato creato/ organizzato da Dio

    B- Oppure Dio non vuole o non può distruggerlo

    Se il male esiste come causa secondaria , ovvero assenza di bene vuol dire che :

    O  Dio non è onnipotente, dato che ha creato /organizzato il tutto, ma nonostante ciò non è riuscito ha creare/organizzare un luogo dove non ci sia mancanza di bene

    O che Dio non vuole o non può distruggere l’assenza del bene.

    Un qualsiasi caso si ha la dimostrazione che il Dio biblico, il Dio delle religioni monoteiste è un paradosso che lo rende facilmente confutabile.

    Consiglio la lettura di un buon libro di un filosofo austriaco.

    La bontà di Dio e il male del mondo: il problema della teodicea

    Gerhard Streminger

    È un libro un po’ pesante, 500 pagine che pur essendo scritte in modo chiaro necessitano di un minimo di conoscenza della filosofia e della teologia in generale.

    P.S. la risposta di Silmani si rifà ad una leggenda metropolitana che asserisce che Albert Einstein avesse avuto una discussione con un maestro.

    È una storia inventata di sana pianta.

    Oltretutto Einstein non credeva in un Dio, considerava la bibbia una raccolta di leggende e racconti inventati, non credeva proprio nel Dio dei Teisti 

  • 4 mesi fa

     Per mostrare che nessuno sforzo compiuto per governare senza di lui reca benefìci agli esseri umani. I governanti umani non sono riusciti a eliminare guerre, criminalità, ingiustizie e malattie. 

  • Priest
    Lv 5
    4 mesi fa

    ....l uomo e gli angeli lo scelgono..........Dio ha creato libertà 

  • Anonimo
    4 mesi fa

    PROFESSORE! Esiete l'oscurita?? Ma che domande!? Certo che esiste! No professore... L'oscurita e assenza di luce per definizione scentifica! BHE SAI IN EFFETTI..... PROFESSORE IL MALE E ASSENZA DI BENE! ( ALBERT EINSEIN)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.