Anonimo
Anonimo ha chiesto in Relazioni e famigliaRelazioni e Famiglia- Altro · 4 mesi fa

sono la sola che non si fida a conoscere persone estranee?

sono una ragazza di 30 anni e spesso leggo anche qui su Answer di gente che si sente sui social con perfetti estranei magari perché ha visto le foto ed è un bel ragazzo o ragazza oppure di gente che basta un aperitivo per andare al sodo

io mi chiedo..ma come fate a fidarvi? una persona perfettamente sconosciuta può raccontarvi un sacco di bugie, io non frequenterei mai qualcuno che non ho conosciuto tramite amici e che quindi bene o male so che persona sia

forse sono troppo antiquata io?

5 risposte

Classificazione
  • 4 mesi fa
    Risposta preferita

    Si beh, allora non dovresti nemmeno conoscere conoscenze di amici per esempio. Dopotutto chi li conosce. Il rischio fa parte dei giochi, almeno finché tollerabile. Nessuno vuol essere avventato. 

  • Mario
    Lv 5
    4 mesi fa

    Non sei antiquata, fai bene a diffidare degli sconosciuti, ma fino a un certo punto.

    Nessuno dice che bisogna uscirci subito insieme andando al sodo, ma scriversi online è esso stesso il mezzo per raggiungere la conoscenza, no? Se non hai amici in comune è chiaro che ci sono maggiori difficoltà, ma possibile che tu non riesca a farti un'idea di una persona senza che ci siano gli intermediari?

    Metti che ci si scrive per 6-7 mesi, continui a ritenere sconosciuta quella persona? Io dubito che un ragazzo dedichi tutto questo tempo a scriversi fingendo di essere qualcun altro. Se vuole concludere o usare la ragazza, va direttamente da chi gli assicura il risultato in tempi minori...

  • Anonimo
    4 mesi fa

    Vieni da me che ti faccio cambiare idea. Sto a Milano in viale legioni romane

  • cherry
    Lv 6
    4 mesi fa

    Vabbe' alla fine c'è anche il detto" fidarsi è bene, non fidarsi è meglio", ma x esperienza credo che a volte esistono persone conosciute online più sincere e vere di quelle che ci stanno affianco ogni giorno. Con un po di buonsenso e occhi aperti la verità è sempre davanti ai nostri occhi, siamo noi che interpretiamo male o non vogliamo vedere.

    Comunque se ti senti più sicura e a tua agio con "i non estranei" non vedo il problema. 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    4 mesi fa

    Da un lato concordo con te, perché bisogna andarci coi piedi di piombo con gli estranei e fare in modo che la conoscenza sia lenta e graduale. D'altro canto secondo me è sbagliato rifiutare di frequentare solo amici di amici. Che fai, non hai mai conosciuto colleghi di università, anche online, che poi hai visto nella vita reale (per appunti ecc)? Va bene la prudenza, ma non al punto di essere chiusi al prossimo. Ovviamente andare "al sodo" è sbagliato, noi qui stiamo parlando solo di una conoscenza

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.