Anonimo
Anonimo ha chiesto in ViaggiAltre destinazioni · 2 mesi fa

Perchè i meridionali desiderano ancora la separazione dal centro e dal nord Italia?

Sono romano e sto in vacanza in Sicilia. Quando stavo facendo una visita guidata insieme ad altre persone mi sono fermato insieme a loro per fotografare il luogo in cui ci trovavamo. Improvvisamente un signore napoletano ha aperto un discorso sulle bellezze del sud e sulla grandezza delle regioni che lo compongono. Anche la guida siciliana si è unita a gonfiare questo discorso e in seguito altri quattro meridionali (due pugliesi, un calabrese e un abruzzese). Alla fine sono giunti alla conclusione che i meridionali (abruzzesi, molisani, campani, pugliesi, lucani, calabresi, siciliani e sardi) dovrebbero separarsi dai "ladri" settentrionali che con il loro amico Garibaldi hanno causato disastri per unire il sud e il nord (impoverendo il primo). Ora io non sono settentrionale, bensì centrale ma erano presenti alcuni settentrionali che si sono allontanati silenziosi e probabilmente offesi. Mi chiedo: perchè al sud è presente ancora questo grande senso di oppressione e di antipatia verso il nord e il centro Italia? Non si vergognano di fare questi discorsi in un luogo pubblico?

9 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa

    E' una caratteristica tutta Italiana, ma riscontrabile soprattutto al sud, attribuire sempre agli altri la colpa delle proprie sventure! 

    Così se il sud è indietro economicamente è colpa del nord che li ha sfruttati con Garibaldi. Se non fosse stato Garibaldi avrebbero trovato un altro colpevole. 

    E' un po' la storiella che senti dai disoccupati cronici, se non trovano lavoro non è mai perchè non lo cercano veramente o non hanno qualifiche per trovarlo, è sempre colpa dell'Italia, della Politica, della disoccupazione!  

    I personaggi che hai sentito sono probabilmente gli stessi che danno del ladro al governo, ma se poi gli capita una disgrazia, un terremoto, una alluvione, è il governo che deve aiutarli, che deve trovargli la casa, che deve darsi da fare. 

    Sono gli stessi che non si meravigliano se la Sicilia ha 20.000 forestali con metà foreste del Piemonte che ne ha 900. 

    Fino a quando il sud darà la colpa ad altri per le proprie disgrazie, non si troverà mai una soluzione. 

    E non si troverà nemmeno fino a quando ci saranno persone che davanti a questi quesiti attacca con la solita solfa del sud bellissimo, con il cibo buono, il caffè, la pizza, la gente generosa, mentre al nord hanno la nebbia sono freddi e pensano solo a lavorare. 

    I soliti stereotipi, insomma, con i provinciali di turno che pensano che si mangi bene solo al sud e ci sia solidarietà e simpatia solo al sud. Ma soprattutto tirano fuori gli argomenti che non hanno nessuna rilevanza, ignorando i veri problemi che si chiamano mafia, camorra, ndragheta, corruzione, voragini di soldi sprecati, gente che non ha il minimo senso civico e se ne va in giro in moto senza casco, butta l'immondizia in strade di campagna. Questo è solo un esempio. Così ci si giustifica dicendo che anche al nord c'è delinquenza. Certo che anche al nord c'è delinquenza, ma al nord se vai in due sul motorino senza casco ti danno la multa, se butti l'immondizia per strada ti danno la multa, se ammazzano una persona in piazza davanti a 100 persone, ci sono testimoni che parlano con i carabinieri.  

    Allora, viene da chiedere: l'omertà, il menefreghismo, è stato anche quello importato dal nord? E se è stato importato dal nord perchè al nord se ne sono liberati e al sud no? Tutti argomenti che i paladini della teoria del "nord sfruttatore" si guardano bene dall'affrontare.  Molto meglio dire noi abbiamo la pizza il caffè la tarantella e il mare bello e voi no. 

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Ma meglio che si levino dai còglioni sti terroni di merdà

  • Anonimo
    1 mese fa

    E solo ripicca per tutto quello che la Lega Nord ha detto in tanti anni,non sono così intelligenti da voler dividere l Italia perché ci sono troppe differenze ,non capirò mai invece come si fa ad amare l italia,odio i terroni ma chi ama l italia unita gli farei di peggio

  • 1 mese fa

    Perché  voi italiani  siete campanilìsti.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 mese fa

    Sono pazzi non avrebbero autonomia exconomica!

  • 2 mesi fa

    Basta vedere i meridionali che abitano al nord quanto stanno male... 

  • Sal
    Lv 5
    2 mesi fa

    Lo avranno fatto per te il siparietto , gli unici separatisti sono di verde vestiti e lumbard.

  • 2 mesi fa

    C'è anche al nord....fidati.

    Al nord hanno fondato anche un partito su ste kazzate, almeno questo il sud non l'ha fatto.

  • A_Rm
    Lv 7
    2 mesi fa

    Si sta facendo sempre più strada una certa corrente storiografica al Sud Italia che vede i Savoia come quasi usurpatori ma soprattutto mistificatori della realtà meridionale pre-unitaria. Sottolineano continuamente come a Napoli ci sia stata la prima ferrovia d'Italia (ok... ma fondamentalmente fu fatta per ragioni di prestigio, senza che poi si pensasse allo sviluppo di una rete organizzata per il resto del territorio), che deteneva le più ingenti riserve auree su cui i Savoia avevano brame, che avevano ponti ed un osservatorio astronomico all'avanguardia, ecc. ecc. e che i Savoia durante il periodo post-unitario avrebbero raccontato tante falsità per suscitare una gratitudine infondata.

    La mia personale impressione è che forse ci sarà anche un minimo di fondatezza in tutte queste affermazioni (in fondo, la storia la scrivono i vincitori ed anche tra le storiografie ci sono visioni assai divergenti... basta pensare ad Attila o a Napoleone, sui cui i racconti sono molto diversi a seconda dei popoli), però che tutto ciò che viene citato riguarda la città di Napoli, che come tutte le capitali era un mondo a parte rispetto al resto del regno delle Due Sicilie. Il resto del territorio credo che, se non ci ha guadagnato, di sicuro NON ci ha perso dall'Unità d'Italia.

    Cmq non credo che questo significhi necessariamente un desiderio di separazione dal resto d'Italia, ma piuttosto di "riabilitazione" per essere stati spesso considerati come un "peso".

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.