Anonimo
Anonimo ha chiesto in Auto e trasportiAuto e trasporti - Altro · 5 mesi fa

Non sono esperto in materia, ma potreste togliermi questa curiosità?

Ma le auto elettriche hanno il problema che comunque sono limitate da una batteria, allora ci stavo pensando adesso, perché non montare un alternatore ad una ruota motrice così che quando il veicolo si muove lo fa lavorare e a sua volta ricarica la batteria? Si lo so, l'alternatore eroga tra i 12 e i 13v, però su questo qualcosa si può inventare. Può essere perché con una continua ricarica rischia di rovinare la batteria? O perché così non guadagnano più con le colonnine? Era giusto questo il dubbio, se magari qualcuno mi potrebbe spiegare mi farebbe un grandissimo favore.

Aggiornamento:

Sisi lo so che prima o poi si scaricherebbe comunque, però prolungherebbe la durata

2 risposte

Classificazione
  • 5 mesi fa
    Risposta preferita

    Perchè mettere un'alternatore a una ruota,tipo quello che c'era una volta sulle biciclette provocherebbe un tale ATTRITO che le prestazioni diminuirebbero NOTEVOLMENTE. Sono invece esistite ma MAI MESSE IN COMMERCIO auto che si ricaricavano oltre che dalla rete elettrica coi pannelli solari come questa https://www.alvolante.it/news/ford-c-max-solar-ene...

  • 5 mesi fa

    È una questione di fisica.  L'energia non si inventa.  Se tu metti un generatore per caricare la batteria dove prendi l'energia?  Dalla batteria!  E siccome ci sono gli attriti, le perdite, ecc, l'energia che prendi dalla batteria per ricaricare la batteria è di più di quella che ottieni.  Si chiama entropia, cioè, idea strampalata.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.