Anonimo
Anonimo ha chiesto in Gravidanza e genitoriAdolescenza · 1 mese fa

Mio zio non mi accetta?

Mio zio è molto intollerante e non accetta mai nessuno, ma l'ho notato oggi in particolare. Io sono un po' goth\emo (queste cose qua), ma insomma non mi piace etichettarmi. E oggi ho deciso di comprarmi lo smalto nero, mio zio mi ha visto e mi ha detto "guarda che io non ci esco più con quelli come te". Sinceramente ci sono rimasto un po' male e oggi volevo proprio andare in libreria (non ho la macchina e devo usare la sua) e mi ha detto che non ci posso andare.

Come dovrei fare?Sia in questo momento che in generale nella vita.

Ps: ho 16 anni

Aggiornamento:

sono un maschio

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa

    Sapessi quanta mèrda hanno lanciato a me, non a 16 anni, ma a 14/15/16/17/18 anni. Ossia per tutto il liceo, dai miei stessi genitori. È facile stare qui a dirti “fregatene, sii te stesso, lascia perdere le etichette e quello che pensano gli altri”. Sì te lo direi se il discorso riguardasse degli sconosciuti per strada, dei compagni di classe o qualche strónzetto qua e là, ma con la famiglia è diverso, lo so. Con la famiglia condividi il tetto e la quotidianità, sono le persone che dovrebbero amarti e proteggerti nonostante tutto e tutti, e se sono loro a dire certe cose fa male, fa proprio male. 

    Guarda ti dico quello che direi alla me 16enne se potessi tornare indietro a parlarci, passa tutto. Passa poi il tempo in cui sei economicamente dipendente dalla tua famiglia, passa il tempo in cui ogni cosa che farai verrà giudicata e criticata, passa anche il tempo in cui ti senti a disagio per come sei. Passa tutto. Arriva poi il tempo in cui capirai che il mondo è a dir poco immenso ed è pieno zeppo di gente di tutti i tipi, gente del càzzo ce n’è, quella non manca mai ed è un problema di tutti non solo tuo non preoccuparti, ma c’è anche gente fantastica a cui piacerai per la tua originalità, per il tuo anticonformismo, e per il fatto che finalmente troveranno qualcuno di diverso dagli altri che porcà miseria là fuori sono tutte fotocopie e non se ne può più. L’unica cosa che devi fare, e ti prego falla, è di camminare a testa alta e amarti tanto. Se c’è qualcosa che non ti piace di te lavora su te stesso e cambiala, se c’è qualcosa che adori ma che agli altri non piace fregatene, e resta fedele a te stesso. So che è difficile, ma gli altri ti vogliono uguale a loro, non dargli questa soddisfazione. Vàffanculo tutti. Tanto moriremo tutti prima o poi, e da morti nessuno ricorderà più niente di nessuno, quindi vivi come ti pare e chissene frega.

    Ah, ps.: quando vai fiero di come sei, quando fai vedere che le critiche non ti toccano, quando cammini a testa alta, quando resti educato nonostante le mèrde che ci sono in giro, e quando vedono quanto sei forte ed emancipato, ti ammirano, non lo dicono mai, ma ti ammirano, è sempre così. 

    Se invece vedono che le critiche ti abbattono, che te la prendi subito e che ti senti a disagio, gli alimenti l’ego perché hanno raggiunto il loro obiettivo. Mi raccomando.

  • Anonimo
    1 mese fa

    Se sei strano non è colpa sua

  • 1 mese fa

    Smalto nero??

    Deduco che sei una ragazza...comunque io non ci vedo niente di male...ognuno sceglie come vestirsi e prepararsi.

    Tanto ora sei ancora giovane, cambierai quando diventerai più matura.

    PS. Se invece sei un ragazzo e mi sono sbagliato...beh lo smalto nero alle unghie anche a me darebbe fastidio.

    Aggiornamento: Beh la cosa che non ti accetta non va bene come ho già scritto...però evita lo smalto nero per favore!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.