Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 8 mesi fa

Mi sapete spiegare perché devo essere sempre IO a comprendere gli altri, a dover lasciar perdere per l’amore della pace, come dice mia mamma?

Ma perché come faccio sbaglio? Cosa pretendono i miei da me esattamente? Perché sempre io?

Aggiornamento:

Certo, anche. Ma mi sono rotta, devo dire quello devo fare questo, devo essere ospitale, non fare così non fare colì. Oh. Ma non ho capito ma perché sempre io? 

Aggiornamento 2:

Scusami ma non credo di essere io la persona a cui ti riferisci 😆

Aggiornamento 3:

Uccellino azzurro, ti faccio un’esempio: due giorni fa una persona mi ha detto di non rompere i co**** e ho risposto “Non ho parole”. Allora lì i miei hanno detto “smettila, zitta, non dire niente, basta stai zitta”. Mah

Aggiornamento 4:

Un esempio*

Aggiornamento 5:

Uccellino azzurro, tu hai ragione ma è tutta la vita che combatto con queste cose. Non importa quanto bene ti vogliano, devono anche dimostrare tutto ciò. Se poi ti aggrediscono e ti zittiscono non facendoti esprimere, alimentano le mie insicurezze e loro sanno bene ciò che mi ha provocato il lockdown. Volevo solo un po’ di attenzioni meritate non avendo fatto la quarantena con loro, invece non è stato così. Per niente. Tra l’altro mio fratello desaparecido, sempre con la fidanzata.

Aggiornamento 6:

Beh a scuola sono stata sempre “quella diversa” solo perché ero educata e stavo nel mio, non fumavo, non facevo sesso. La gente ignorante vede la diversità come il male. Però questo è un discorso a parte che si aggiunge al resto delle mie insicurezze. In famiglia mi vedono come “forte” (non è così) dunque devo sempre calare la testa, essere la migliore, stare zitta quando occorre, agire quando dicono loro. Mi sento un burattino. Mio fratello invece fa ciò che vuole e non dicono quasi nulla. Bah.

Aggiornamento 7:

In pratica sì. Ricordo anche il voto della Laurea, molto buono. Hanno fatto una faccia strana. Si aspettavano la Lode? non lo so. Poi però so che davanti ai loro amici mi “vantano”, non esagerando ovviamente. Non capisco i loro diversi approcci.. e non mi vengano a dire che il motivo è perché è maschio o diverso da me caratterialmente. E

sempio: il costume da mare devo lavarlo subito e toglierlo dal bagno, mio fratello invece può lasciare il bagno disordinato. Se lo riprendo io, “non rompere”.

Aggiornamento 8:

No in realtà i miei sono laureati e stanno molto bene economicamente, vivono al mare. Tra l’altro sono genitori affettuosi. Non penso sia questo. Non voglio + essere la valvola di sfogo d nessuno, non devono dirmi come comportarmi e soprattutto devono smettere di far fare a mio fratello ciò che vuole. Ieri ho chiesto a mamma “ma perché non gli dici di sistemare il bagno, di essere più presente, di lavare i piatti”, risposta “Non dico nulla per amore della pace, me lo devi dire tu come educare?!”

Aggiornamento 9:

Eccomi, scusa stavo facendo un bagno. Già detto a papà ieri, Ma anche altre volte in maniera molto velata. Non so a quanto possa servire tutto ciò. Siccome sono stanca di ripetere le stesse cose, scelgo il silenzio adesso. Resto proprio in silenzio, a tavola e in tutti gli altri momenti della giornata. Poi non ho privacy, stiamo ospitando parenti, c’è mia zia che spassa e spassa in camera mia. Niente, ho già accettato il fatto che le mie ferie sono state un bel po’ schifose quest’anno. Pazienza.

Aggiornamento 10:

Come hobby, boh. Non mi entusiasma nulla. Vado in palestra. Avevo una mezza idea di provare il teatro, ma non so.

Aggiornamento 11:

No no certo che ce l’ho il tempo per me. Io comunque vivo a Milano e i miei in Sicilia. Sono io che non trovo hobby particolarmente interessanti. Come dicevo, mi sfiorava l’idea del teatro. Ma sai poi cosa penso? Che magari non mi seccherò ad avere l’impegno fisso ogni settimana. Cosa mi consiglieresti? Tu sei una psicologa o in generale ti piace ascoltare la gente? :) 

Aggiornamento 12:

Mi seccherò*

Aggiornamento 13:

Il giro di amicizie ce l’ho sia giù che su. Però forse non basta, forse ho bisogno della “mia persona”. Quella solo per te. Comunque sono conosciuta per il “farsi sentire”. Sanno già ciò che penso. Dunque forse è meglio il silenzio per non appesantire il tutto. Eh si, una brutta estate per tutti. Io posso parlare per la mia.

Aggiornamento 14:

Poi come se non bastasse. Tutti questi parenti, oddio che alzassero un dito per aiutare in casa. Fanno il cavolo che gli pare. Fa tutto mio madre. Ed io che pulisco la casa enorme che abbiamo, i bagni, lavo i piatti. Già è tanto che mettono due posate a tavola. I miei avrebbero dovuto farli stare altrove, quest’estate avrei voluto avere le attenzioni per me. Me le meritavo dopo la quarantena al nord. Lasciamo stare.

1 risposta

Classificazione
  • Risposta preferita

    Ma perché dove pensano i tuoi genitori che sbagli? Perché, per dirti certe cose dovresti fargli questa domanda, giusto per capire che cosa fai di male alla fine. Però per parlare con i tuoi genitori, scegli un momento della giornata in cui sono più tranquilli e riescono a sostenere la conversazione, e scegli bene le parole da utilizzare. Affinché vadano bene le cose, bisogna comprendersi a vicenda, poi bisognerebbe che mi spieghi i contesti in cui ti dicono queste cose, perché è più normale che se vedi che gli animi si accendono devi evitare di creare altre problematiche.

    Aggiornamento 1 i tuoi genitori sanno che rispondendo alle provocazioni, alimenti le possibilità di litigare con altre persone. E poi sai, meglio ignorare le persone che ti disprezzano, perché tanti lo fanno perché provano piacere nel farti innervosire, e provocare una tua reazione. I tuoi genitori, lo sanno. Che spesso la buona educazione, e il non ricambiare può in futuro conquistare la simpatia di quelle persone. E non scendere al livello di stupidità di quelle persone.

    Aggiornamento 2 è da una vita che lotti per questa cosa, perché? Hai subito scherni, e pregiudizi a scuola? O ci sono problemi in famiglia? Non ti danno la possibilità di esprimere come ti senti? Non ti ascoltano?

    Aggiornamento 3.  si a scuola anche io, perché sono più semplice, e più tranquilla come persona ed ho dei valori che ad altri mancano, e quindi posso comprenderti. Quindi i tuoi genitori si aspettano molto da te? Non ti senti libera di essere te stessa? Su quali cose ti senti insicura? Sull'affetto familiare, e sul fatto che pensi di non piacere ai tuoi?

    Aggiornamento 4 sto iniziando a pensare, che si sono fatti un'idea di te che non corrisponde alla personalità che tu hai. Forse ai tuoi gli è mancata la possibilità, di realizzarsi come volevano in un certo senso, e proiettano la possibilità su di te perché hai tutte le carte in regola. Oppure, hanno delle difficoltà nel dimostrare il loro affetto, e se non ti lodano per i tuoi successi lo fanno per motivarti di più. Praticamente sanno che se ti impegni, anche in famiglia, nel lavoro, e in altri contesti puoi dare di più. Spesso chi ha difficoltà nel dimostrare affetto, è perché non l'hanno avuto dai loro genitori. Magari, con tuo fratello non hanno tutte queste aspettative, perché riconoscono i suoi limiti.

    Aggiornamento 5 quindi non ti stanno bene, le differenze che fanno tra te, e tuo fratello? E vorresti più libertà, per essere te stessa caratterialmente? Gliene devi parlare, e spiegare che le troppe regole, e i modi che hanno con te non vanno bene. Che sono frustranti e ti demotivano, che facendo così ti scorraggiano. E se ti dedichi a qualche hobby?

    Aggiornamento 6 ma almeno un po di tempo per te stessa, non te lo lasciano? Così non va affatto bene, perché ti disperi.

    Aggiornamento 7 mi piaceva fare la psicologa, e ho sbagliato a non scegliere questi studi, mi piace aiutare le persone. Io ti consiglio di comportarti per come sei, di non metterti delle maschere per piacere ai tuoi, che devono essere loro ad adeguarsi al tuo carattere e accettarlo. La palestra potrebbe aiutarti a scaricare la negatività, dovresti farti un giro di amicizie, e uscire ..... Anche il teatro, potrebbe aiutarti a realizzarti, e se non ti sta bene una cosa dilla ai tuoi con i giusti modi. Fatti sentire, perché tenersi le cose dentro fa male.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.