Spiegazione profondità di campo?

Penso che fino adesso ho sempre capito male il significato di profondità di campo in fotografia. Cos'è in parole semplici la profondità di campo? Io ho un soggetto, prendo la mia reflex e apro completamente il diaframma, più apro il diaframma, più luce entra e più lo sfondo alle spalle del soggetto sarà sfocato. E fin qui ci siamo.... Ma per profondità di campo si intende quando è sfocato o quando anche lo sfondo è nitido? Più apro il diaframma e ci sarà più o meno profondità di campo? In parole semplici. Grazie

2 risposte

Classificazione
  • klod
    Lv 7
    2 mesi fa
    Risposta preferita

    La profondità di campo è la zona davanti e dietro il soggetto che può ritenersi a fuoco. Si avrà poca profondità di campo quando questa zona è ridotta (per esempio rispetto al punto di messa a fuoco, quello che si trova a pochi centimetri più avanti o più indietro comincia già ad essere sfocato); al contrario si avrà molta profondità di campo quando questa zona sarà ampia (per esempio rispetto al punto di messa a fuoco, quello che si trova a qualche metro più avanti o più indietro risulta visivamente ancora a fuoco).

    Con un diaframma molto aperto si avrà poca profondità di campo, con un diaframma molto chiuso si avrà molta profondità di campo.

    La profondità di campo non è influenzata solo dall'apertura del diaframma, altri fattori che la influenzano sono: la lunghezza focale dell'obiettivo (una focale più lunga tende ad avere mano profondità di campo, al contrario con focali più corte se ne avrà tendenzialmente di più); la distanza dal soggetto (più si è vicini al soggetto che si sta mettendo a fuoco, minore sarà la profondità di campo); e indirettamente dalla grandezza del sensore (per il fattore di crop, a parità di inquadratura, se la fotocamera ha un sensore più grande bisognerà stare più vicini al soggetto se si usa lo stesso obiettivo, o rimanendo alla stessa distanza bisognerà usare una focale più lunga per avere la stessa inquadratura, entrambi fattori che riducono la profondità di campo).

  • Anonimo
    2 mesi fa

    bisogna partire da alcuni concetti che non sono neanche tanto chiari e dimostrabili poi si può coprendere la profondità di campo senza scendere nelle definizioni banali che si trovano spesso  in rete

    1 i coni luminosi che nn appartengono al piano oggetto che è messo a fuoco appaiono come circoletti (obiettivo circolare) quindi percepiti sfocati

    2 l' occhio ha un potere risolutivo che si aggira sul "decimo di millimetro" quindi "circoletti il cui diametro è inferiore a tale misura sono percepiti come punti" o meglio l' occhio nn percepisce questi circoletti...

    ecco perchè per una certa porzione di spazio reale nn si percepisce la sfocatura...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.