Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 2 mesi fa

Perché questo paese invece che continuare a importare energia dall'estero e sfruttare combustibili fossili non investe nel nucleare?

Aggiornamento:

@anonimo non é illegale inoltre le rinnovabili sono una fonte molto meno efficiente del nucleare.

Aggiornamento 2:

2 referendum assolutamente irrilevanti visto che uno è stato dopo chernobyl e l'altro dopo Fukushima di conseguenza l'opinione pubblica non era nelle condizioni di esprimere un parere oggettivo.

Il nucleare resta la forma migliore per produrre energia elettrica. 

Aggiornamento 3:

Quando sarà finito l'uranio probabilmente avremo la tecnologia per i viaggi interstellari, genio.

Inoltre stanno già realizzando i prototipi per le centrali a fusione

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/11/10/energi...

Aggiornamento 4:

Purtroppo le notizie sull'argomento sono un po' vecchie ma parlano chiaro, l'uranio non é in esaurimento.

http://www.agoravox.it/Nucleare-l-uranio-e-in-esau...

Aggiornamento 5:

La tua affermazione sulle centrali a fusione non ha senso perché non essendo ancora una realtà come fai a dire che avranno criticità?

E poi di quali criticità parli visto che si tratta di centrali che esprimono solo il meglio del nucleare senza avere scorie o altri pericoli come la fusione del nocciolo? 

Aggiornamento 6:

"2011, guarda un pò, proprio a ridosso del referendum assolutamente irrilevante dove l'opinione pubblica non era nelle condizioni di esprimere un parere."

Ma cosa stai dicendo? 

Aggiornamento 7:

"Comunque la maggioranza della comunità scientifica concorda con ciò che ho scritto, e il mondo infatti anche per questo sta voltando le spalle, anche se lentamente, alla fissione nucleare, ad esempio la Germania chiuderà tutti i suoi reattori, ne aveva 36, gliene sono rimasti 7."

Peccato che non esiste nulla del genere, non esistono documentazioni scientificamente valide su ciò che affermi.

Le riserve di uranio 238 dureranno ancora per secoli.

Aggiornamento 8:

Certamente ci sono paesi che stanno abbandonando il nucleare ma solo per questioni politiche no per questioni tecnologiche. 

Aggiornamento 9:

"Per quanto riguarda la fusione, le criticità sono molte,soprattutto gli enormi costi," 

Enormi costi attuali visto che si tratta di prototipi, come tutte le cose se viene prodotta su vasti numeri il prezzo si abbassa. 

"vanno considerati anche fattori imprevedibili sul lungo periodo che potrebbero intervenire nel frattempo vanificando tutti gli sforzi effettuati."

Questa suona tanto come una supetcàzzola visto che non hai detto nulla di concreto 

Aggiornamento 10:

"Il processo di fusione poi genera comunque scorie radioattive anche se meno durature di quelle della fissione, ma sempre per periodi superiori di 8 / 10 volte alla durata media della vita umana."

Questa é una bufala perché il processo di fusione nucleare controllata non genera scorie o radioattività residua. 

Aggiornamento 12:

Il processo di fusione nucleare è gree e rappresenta la vera rivoluzione in campo tecnologico per la produzione di energia elettrica 

Aggiornamento 13:

"Infine si tratterebbe pur sempre di un processo di produzione energetica iper verticistico estremamente centralizzato e specialistico, che escluderebbe il cittadino comune e la Piccola e media impresa dalla produzione energetica mentre con le attuale tecnologie solari si potrebbe permettere all’essere umano di raggiungere la propria sovranità energetica a costi irrisori, se solo tali tecnologie venissero adeguatamente incentivate."

E quindi 

Aggiornamento 14:

E quindi?

Non ho mai detto di non investire anche nelle rinnovabili. 

Peró devi avere l'onestà intellettuale di riconoscere che anche taoezzando tutti i tetti di una città come Milano non riusciresti a soddisfare nemmeno il fabbisogno di mezza città. 

5 risposte

Classificazione
  • Acq
    Lv 7
    2 mesi fa
    Risposta preferita

    Perché, come puoi notare dalle risposte, la popolazione italiana è oltre che ignorante anche stupida, e questi sono gli effetti.

  • Matteo
    Lv 6
    2 mesi fa

    Sarebbe una buona idea. 

  • Paolo
    Lv 5
    2 mesi fa

    E' come la storiella del marito che per far dispetto alla moglie si è tagliato il casso

  • 2 mesi fa

    Deve investire sul sole che ne abbiamo tanto e sul biometano 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    2 mesi fa

    Due referendum non ti sono bastati? Il nucleare è il passato. Certo, e quando finisce l'uranio che facciamo? 

    Viaggi interstellari tra i 50 e i 70 anni? Lo vedo improbabile, anche sfruttando le nuove tecnologie che permetterebbero minori sprechi e il riuso non arriviamo a 150 anni, se lo usassimo come principale fonte poi non oso immaginare. Le centrali a fusione poi non sono certo esenti da forti criticità, anche adesso che non sono una realtà, non ci metterei quindi la mano sul fuoco. Una domanda, il tuo supereroe preferito era l'uomo radioattivo dei Simpson? 2011, guarda un pò, proprio a ridosso del referendum assolutamente irrilevante dove l'opinione pubblica non era nelle condizioni di esprimere un parere. Comunque la maggioranza della comunità scientifica concorda con ciò che ho scritto, e il mondo infatti anche per questo sta voltando le spalle, anche se lentamente, alla fissione nucleare, ad esempio la Germania chiuderà tutti i suoi reattori, ne aveva 36, gliene sono rimasti 7. Solo 46 sono effettivamente in costruzione nel mondo, a fronte anche di ritardo e costi addizionali, la flotta nucleare mondiale sta invecchiando, 2/3 ha più di 30 anni a fronte della loro durata di vita pianificata di circa 40. Per quanto riguarda la fusione, le criticità sono molte, soprattutto gli enormi costi, vanno considerati anche fattori imprevedibili sul lungo periodo che potrebbero intervenire nel frattempo vanificando tutti gli sforzi effettuati. Il processo di fusione poi genera comunque scorie radioattive anche se meno durature di quelle della fissione, ma sempre per periodi superiori di 8 / 10 volte alla durata media della vita umana. Infine si tratterebbe pur sempre di un processo di produzione energetica iper verticistico estremamente centralizzato e specialistico, che escluderebbe il cittadino comune e la Piccola e media impresa dalla produzione energetica mentre con le attuale tecnologie solari si potrebbe permettere all’essere umano di raggiungere la propria sovranità energetica a costi irrisori, se solo tali tecnologie venissero adeguatamente incentivate. Come io non ho detto di essere contro la fusione, ho detto che non bisogna prenderla come oro colato, che i dubbi esistono e gli studi sono in costante evoluzione, ovvio poi, essendo un prototipo. Guarda che campi di pannelli e centrali solari, soprattutto nei deserti, potrebbero emanciparci completamente dal petrolio, poi i mari di turbine galleggianti, pale eoliche e stazioni geotermiche. Il futuro dell'energia poi sarà sempre di più nella spazio, a cominciare dalla Luna, solo con l'Elio-3 sulla Luna si potrebbe iniziare a fare davvero sul serio con la fusione nucleare quando sarà accertata. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.