Parliamo del sale in cucina, quando è veramente indispensabile?

Per molti il sale è soprattutto gusto, ma io ho notato che copre molti sapori, quindi, se voglio sentire altri gusti più tenui e delicati, devo rinunciare al sale. Sorge spontanea una domanda, sotto il profilo prettamente nutrizionale, quanto sale dobbiamo assumere e in che modo?

Attachment image

6 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    3 mesi fa
    Risposta preferita

    L’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) raccomanda un consumo giornaliero di sale (da preferire quello iodato) inferiore ai 5 grammi, corrispondenti a circa 2 grammi al giorno di sodio (un consumo eccessivo di sale è associato a varie patologie).

    Io ne uso pochissimo (la maggior parte dei cibi che consumiamo sono già salati di per sé), e in alternativa preferisco spezie, erbe aromatiche, succo di limone o aceto per insaporire ed esaltare il sapore dei cibi.

  • Brian
    Lv 6
    3 mesi fa

    Io lo uso pochissimo, con un pacco da un chilo vado avanti anni, sono abituato a mangiare cibi con pochissimo sale e quando magari vado al ristorante che mettono una quantità di sale maggiore rispetto a quella che utilizzo io solitamente lo percepisco e mi dà fastidio, stessa cosa anche per i cibi industriali che contengono moltissimo sale.

  • 3 mesi fa

    Ne uso molto poco

  • Anya
    Lv 7
    3 mesi fa

    Dovremmo assumerne poco ed in genere consumiamo più sale del dovuto. Personalmente mangio salato,non sono mai riuscita a "rinunciare"al sale

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 3 mesi fa

    al posto del sale ti consiglierei di aggiungere delle spezie, a differenza del sale non fanno male alla salute, ovviamente non esagerare

  • 3 mesi fa

    Infatti io non lo metto ovunque è se lo metto 1 cucchiaino non di più 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.