Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Che ne Pensate di Pierpaolo Pasolini?

Al dilla del vostro orientamento politico che opinione avete su Pasolini. 

A molti voi ragazzi consiglio di vedere il suo film documentario Ragazzi di vita cercayelo su youtube insegna molto anche se siete di un'altro orientamento politico lui era scrittore poeta regista e comunista io non sono comunista ma quel film mi ha fatto riflettere e insegnato molto nato a Roma nel quartiere Monteverde allora molto popolare le difficoltà di un quartiere e persone allora periferia però si sanno arrangiare sopravvivere alle difficoltà 

5 risposte

Classificazione
  • 8 mesi fa
    Risposta preferita

    Pasolini è uno di quei modelli di perfezione che viene imposto ai giovani, davanti ai quali gli viene ordinato di inchinarsi.

    In generale, ritengo che i giovani debbano mettere in discussione, osservare con occhio critico questi modelli e credere maggiormente in se stessi, non accettare passivamente come straordinario esempio tutto quello che questi modelli hanno fatto, solo perchè viene imposto da altri.

    Pasolini è un uomo fortemente disturbato.

    In giovanissima età, subisce il trauma dell' assassinio del fratello Guido, questo gli toglie ogni equilibrio.

    E' affascinante, perchè è colto, ragiona bene, fa bene tutto quello che fa, scrittore, regista...

    Non può essere un modello come uomo,, non so chi sia attratto dal portarsi a letto ragazzini, fino ad essere ammazzato in circostanze per nulla chiare.

    Forse la sua omosessualità deriva dal trauma psicologico, affettivo subito, ma guai a dirlo!

    L' omosessualità è una cosa meravigliosa, per cui è assolutamente vietato evidenziare che spesso si manifesta in seguito a traumi infantili o adolescenziali.

    Pasolini è antiFascista, come è anticomunista; tuttavia, prova forte imbarazzo fra le schiere degli antiFascisti,m perchè si trova in compagnia di quei partigiani che gli hanno assassinato il fratello.

    Capace di esporre in modo chiaro ed avvicente ragionamenti profondi, Pasolini cede al suo lato oscuro e realizza "Le 120 giornate di Sodoma", un film squallidissimo, dove cade nel più banale  dei clichè.

    Attaccare i rivali politici dal punto di vista sessuale è di una banalità sconcertante, lo aveva già fatto il principe Jusupov con Rasputin, accusandolo di appartenere alla setta dei Clisti, ma millenni prima Caligola dicevano fosse coinvolto in orge quando era poco più che bambino e tantissimi altri nel tempo...   insomma, è storia vecchia, banale e da uomini di cultura ci si aspetta di più.Queste sciocchezze Pasolini avrebbe fatto meglio a lasciarle ai fumetti Squalo, probabilmente era per lui un' ossessione a cui non riusciva a resistere.

    Fonte/i: www.facebook.com/marco.merani
  • Anonimo
    8 mesi fa

    E' stato un grande intellettuale, ho letto molti suoi libri e li ho trovati interessanti. Purtroppo non avremo più intellettuali del genere

  • 8 mesi fa

    Ti dico che come intellettuale è stato uno dei più grandi del nostro Novecento. Poi viene l'uomo, nel suo intero, umano, con le sue passioni e le sue pulsioni. Delle pulsioni preferisco non parlarne, sono cose sue personali, anche la pedofilia, sono errori umani e debolezze su cui non voglio mettere bocca, perché non le esibiva pubblicamente. Sulla sua visione politica, invece, ti dico che era un grande precursore dei tempi. Schifato dal fascismo come dal comunismo, ne prendeva o cercava di prenderne i lati migliori, senza le ipocrisie che invece hanno fatto la fortuna di alcuni suoi contemporanei antifascisti a comando, scodinzolatori venduti alla peggiore sinistra europea. Era un grande, e come tale stava sulle scatole ai tanti che criticava, ovviamente. Era comunque uomo di elite culturale, ma uomo vissuto in mezzo al popolo, di cui andava continuamente a ricercare le origini e i disagi, per poi sbatterli in faccia alle elite dominanti che sfruttavano i più poveri. Ci sono frasi di Pasolini che oggi sono attualissime: indicavano come i Potenti avrebbero sfruttato i più poveri, e sembrano scritte oggi.

  • Anonimo
    8 mesi fa

    Ha fatto la fine che doveva fare. Lo hanno portato avanti perché il padre era stato uin gerarca fascista, Carlo Alberto Pasolini, che però aveva organizzato l'attentato al Duce a Bologna, quando poi la pistola finì in mano a un povero ragazzino di nome Anteo Zamboni che fu linciato dalla folla. Puoi andare a vedere su youtube il suo ultimo film, Salò e le 120 giornate di Sodoma, e capire perché lo hanno fatto ammazzare. D'altronde anche il suo presunto killer, Pino Pelosi, ormai è morto, ma in merito dovresti vedere il fil di Marco Tullio Giordana "Pasolini un delitto italiano" dove vengono descritte le fasi processuali in cui l'avvocato Titta Madia dimostra che Pasolini fu ucciso da più persone. Ma sostanzialmente, come disse Andreotti, "se l'é cercata".

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Sal
    Lv 6
    8 mesi fa

    Come persona era una grande M , gli piacevano i ragazzini delle periferie degradate di quella Roma che comprava per pochi soldi , come uomo non è da prendere ad esempio.

    Come intellettuale aveva le idee chiare , leggere i suoi articoli e i suoi libri può far capire molte cose sul sistema politico ed economico italiano di quegli anni , l'ultimo libro prima di essere assassinato si intitolava Petrolio e trattava anche dell'attentato al presidente dell'ENI Enrico Mattei.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.