Ma in Vacanza che tipi siete e che tipi volete?

Cioè, vi è mai capitato di andare in vacanza con chi pianifica le giornate, le visite, con tanto di luoghi e monumenti evidenziati sulla mappa presa nell'ufficio di turismo?

Ma scusate non ci si può limitare a 'magnà e beve' e a poco altro piacevole?

2 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    La vacanza per me è riposo assoluto e fare quello che decido nel momento in cui lo decido.

    Niente programmi, niente imposizioni.

    Quindi, o ci si sceglie come compagni di viaggio qualcuno con cui si abbia identità totale (to-ta-le) di vedute, oppure qualcuno di così maturo da non offendersi se, pur andando insieme, si fanno vacanze da separati.

    Ho esperienza del primo e del secondo caso.

    Primo: stare a letto tutto il giorno, andare al mare all'alba e poi tornare a casa a dormire, uscire solo per qualche passeggiata rilassante, un concerto, una serata.

    (Qualcuno potrebbe dire: puoi dormire a casa tua. Non è lo stesso: a casa mia non ho "quel" preciso luogo a disposizione quando voglio).

    Secondo: uscire separatamente quando e come si vuole, al massimo informando l'altro di dove si va, qualche pranzo o cena insieme, ma niente di più.

    Lontani da me gli organizzati, i dinamici e iperattivi, quelli che ti vincolano a fare tutto insieme (e che vanno in spiaggia a mezzogiorno, quando io alle dieci e trenta rientro!).

    Quella di cui parli tu per me non è vacanza, è impegno, lavoro, fatica, sopportazione, calvario! per altri sarà il piacere massimo, quindi siamo del tutto incompatibili.

  • Boh
    Lv 7
    1 mese fa

    Non mi piace andare troppo all'avventura, tipo modalità sopravvivenza. O almeno, uno-due giorni bastano e avanzano. Una via di mezzo è auspicabile.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.