Anonimo
Anonimo ha chiesto in Notizie ed eventiAttualità · 2 mesi fa

Ragazzo picchiato a Colleferro?

La notizia del ragazzo ucciso da un branco di "individui", Willy Monteiro che è intervenuto per sedare una rissa, non doveva essere pubblicata anzi censurata perchè è diseducativa. Willy era un bravo ragazzo che non beveva e fumava lo possiamo paragonare ad un angelo ed e rimasyo vittima della sua bontà. Ora i bravi ragazzi hanno paura di esserlo e diventano cattivi ragazzi per sopravvivere, nessuno adesso ha intenzione di intervenire ad una rissa altrimenti verrebbe uccisa come Willy. Si alimenterà l'indifferenza e la paura con la divulgazione della notizia. Che ne pensate?

Aggiornamento:

Ragazzo sognatore. Una volta che la notizia sia divulgata, non finirà a favore di Willy. Anzi per me i suoi aguzzini verranno puniti in modo leggero: Non si faranno l'ergastolo (come meritano), ma al massimo 5 anni.

8 risposte

Classificazione
  • Invece va divulgata... Quei ragazzi non erano ragazzi normali, ma praticavano MMA. Quando un lottatore mette le mani addosso a persone normali sta compiendo un gesto vergognoso e disumano. La notizia deve essere divulgata perché quel ragazzino è morto, per colpa di due persone che non meritavano di praticare quello sport. Aggiungo che il gesto è ancora più schifoso perché si capiva dalle foto che era un bravo ragazzo, oltre che un persona con un futuro e non meritava che gli venisse tolta la vita da due infami.

    @ Attualmente è al centro dell'attenzione di tutti e proprio stamattina ho sentito che questi hanno minacciato più persone che avevano nascosto nel corso degli anni chat intimidatorie ecc. Spero che abbiano quello che meritano perché hanno fatto una vigliaccata di merdã guarda... Per non parlare del danno di immagine fatto agli sport da combattimento a causa loro... 

  • 2 mesi fa

    pensa che i tizi piacevano

  • 1 mese fa

    Le solite   strumentalizzazioni 

  • Anonimo
    4 sett fa

    E' sempre stato così. Chi cercava di fare da paciere e non aveva esperienza di lotta, finiva per prenderle. Non stupisce che gli stessi arbitri di pugilato facciano spesso palestra insieme agli atleti, e questo perché solo conoscendo la pericolosità dei colpi e allenandosi costantemente si aumenta la chance di evitarli qualora arrivino per sbaglio. Su youtube è inoltre possibile assistere ad atleti che durante un match di MMA, sopraffatto il rivale, non hanno alcuna intenzione di fermarsi, e l'arbitro a quel punto, dopo il suono della campanella, per salvare l'atleta più debole usa una presa per immobilizzare il picchiatore scatenato. Ora nel caso di Willy non sappiamo che cosa ha scatenato la rabbia dei due, se sono loro quelli che hanno creato la zuffa iniziale o se si sono infilati in un bisticcio tra gruppi e hanno preso di mira Willy. Sappiamo però che sono coinvolti nella zuffa e forse unici responsabili di un omicidio. Io ho fatto MMA per anni, ma non sono mai andato in giro ad aggredire la gente. Quelli che fanno questo di solito non sono atleti, ma vili, codardi, persone insicure e incivili che per paura di prenderle vanno a colpire persone più deboli di loro. Non c'e' onore nè sportività in tutto questo. Non chiamateli atleti di MMA, ma solo due balordi senza arte nè parte che meritano la pena massima.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Luigi
    Lv 7
    2 mesi fa

    Non credo che avranno una pena ridotta. Per omicidio volontario si rischia da venti anni in sù. Anche io da ragazzo sono intervenuto per sedare delle risse ma spiace dirlo il mio colore della pelle era diverso. Lo sfogo che è stato scaricato su Willy è a mio avviso odio razziale, mi ricordano tanto le sette del Ku Klux Klan contro i nativi neri americani! 

  • Ragno
    Lv 4
    2 mesi fa

    La censura non va mai bene, è la solita storia del "chi controlla il controllore?"

  • ept
    Lv 7
    2 mesi fa

    La censura non aiuta, la notizia raccontata e non interpretata certamente aiuta la paura. Ma meglio che la paura fermi delle brave persone e ne aiuti altre ad essere più caute nell'intervenire.

  • Anonimo
    2 mesi fa

    E' colpa di Mediaset, che da anni propina Alessio Sakara, uno che conosce a stento la lingua italiana, come fulgido esempio accanto alla divinità Belen Rodriguez, sua amante. Logico che gli ignoranti perseguano la strada tracciata da Sakara, Belen e Corona e riversino l'odio su sani ed onesti lavoratori come il povero piccolo capoverdiano.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.