Con Gimp non si impara niente?

7 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa

    gimp e inkscape sono piu professionali di photshop e illustrator.

    se hai appena iniziato non fare il mio stesso errore di craccarli per imparare con quelli. usa Gimp e Inkscape e li userai per sempre.

    quando diventerai professionale se non vuoi piu usare ps e Ai craccati devi pagare 60 euro al mese. inkscape e gimp sono meglio di Ps e Ai come stabilita.

    gimp ti posso dire che l'unico difetto da photshop e che quando vai a mettere i filtri non puoi metterli come livello ma devi applicarli in modo distruttivo direttamente. ma basta duplicare la foto per lasciarne una con filtro e una senza, oltre al fatto che GIMP e piu meccanico di ps. INKSCAPE invece è molto meglio per quanto riguarda tipo la personalizzazione, e molte funzioni che su illustrator non ci sono, illustrator ha qualcuna in piu, ma sono inutili, tipo le robe per fare cose in 3d.... su inkscape hai la possibilita di decidere ogni tipologia di ancoraggio, della calamita. mentre su Ai o allinei a tutto o a niente. l'unica cosa di inkscape, che non è un difetto ma a me personalmente triggera, ma non pensare male, visto che credo ci sia anche su Corel Draw, è che quandoi selezioni, ti seleziona con un rettangolo che racciude la figura e non come su illustrator con il tracciato.

    GIMP E INKSCAPE PER SEMPRE.

    Fonte/i: la mia esperienza da studente di graphic design
  • L
    Lv 6
    1 mese fa

    Ha le stesse funzioni di "Photoshop", solo che e gratutuito e si aggiorna.

    Unica differenza e che qualche funzione non e nella stessa posizione.

    https://www.gimp.org/

  • Anonimo
    1 mese fa

    va bene 

          

  • 2 mesi fa

    Con GIMP impari ad usare GIMP… I concetti base del fotoritocco sono comuni a tutti i software, ma ogni software può avere degli strumenti diversi o gli stessi, ma con parametri e potenzialità diverse, o del tutto simili ma presentati nell'interfaccia in modo diverso… Insomma cambiando software, per esempio passando al blasonato (e costoso) Photoshop, dovrai cercare la corrispondenza con quanto ha GIMP (e non sempre la troverai — e viceversa: GIMP non avrà delle cose che ha Photoshop).

    L'ultima volta che ho controllato, GIMP aveva una gestione del colore non a livello con le necessità dell'industria, nel senso che la gestione dei profili colore per la stampa non è (o non era…) considerata all'altezza. Soprattutto mancavano (e forse mancano ancora) i colori Pantone; più che altro perché sono un copyright (della Adobe) che si paga e quindi non possono essere inclusi in un software libero e gratuito.

    Nota: l'assenza dei colori Pantone non significa che GIMP non è in grado di usare quei colori: Pantone è in sostanza una classificazione dei colori; se sai i corretti valori CMYK per un certo colore Pantone, puoi impostarli direttamente, ma è un po' stancante se hai parecchi colori.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 mesi fa

    Non è vero io me la cavo bene. Ho imparato molto

  • 2 mesi fa

    ma fai le stesse domande 40 volte?

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Con Gimp è una perdita di tempo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.