Subwoofer auto in casa?

Poiché appunto assorbono tanti Ampere, la mia idea era quella di ricreare l'alimentazione elettrica di un auto per alimentarlo, ovvero per utilizzarlo in casa avevo in mente di collegare l'amplificatore ad una batteria da 12v 20Ah, e la batteria lasciarla collegata ad un caricabatterie. Come se ci fosse un alternatore a caricarla continuamente. Secondo voi è fattibile? 

Avevo in mente se no un grosso alimentatore, ma il problema è la potenza di picco, non vorrei bruciarlo.

Utilizzo un subwoofer da 4Ω 300w rms 600w di picco alimentato da un amplificatore da 400w rms 800w di picco (Il modello non me lo ricordo). In auto ha sempre funzionato bene, ora lo metto in casa perché nell'auto nuova avevo in mente di montarne un altro più piccolo viste le ridotte dimensioni del bagagliaio.

Ah e una batteria da 12v 20Ah è sufficiente? O è troppo piccola?

1 risposta

Classificazione
  • 1 mese fa

    Il subwoofer in genere è un componente passivo, se non è amplificato non necessita di alimentazione.Viceversa  un amplificatore ha bisogno di un buon alimentatore.

    Poichè la potenza di picco è 800w, puoi ricavare dalla formula  P=v * i , gli ampere necessari all'amplificatore .

    Se l'alimentazione richiesta è 12volt necessita di almeno 60 ampere di picco. Con una 20Ah ci fai poco se lo tieni acceso per ore, e poi lo spunto  deve essere almeno di  60/70A. (la batteria ha anche la corrente di picco, oltre a quella di regolare utilizzo.) Insomma servirebbe la batteria di una automobile.

    Ripeto non comprendo l'artificio, personalmente per casa comprerei un amplificatore a 220v.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.