Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 1 mese fa

Paolo Bitta, posso chiederti cosa intendi con “Dio vive nel VOSTRO mondo”?

Spiegati bene, perché Dio o esiste o non esiste.

 Dio non può esistere solo per qualcuno. Se esiste, esiste per tutti, se non esiste, non esiste per tutti.

Comunque te lo ripeto, Dio ti ama, fin quando non lo invocherai e non lo capirai da solo dirai sempre che “esiste solo per noi”, ma esiste anche per te, e nel momento in cui esiste non sei esente da niente.

Tu semplicemente non lo riconosci, e questo mi dispiace. Dichiari la sua non esistenza ma neanche la valuti in realtà, non ci hai mai provato a cercarlo, per vedere se ti risponde. E ti risponderebbe.

...

Aggiornamento:

Vabbè, non capisco la tua logica ma ti limiti sempre a dire questo... non capisco il motivo per cui escludi in partenza l’esistenza di Dio e quindi dell’interno e del paradiso... a mio parere non ha senso, per questo ti consiglio di invocarlo per avere almeno tu stesso la certezza che quello che dici è vero... 

 tu stesso non ti preoccupi di fondare le tue opinioni, che senso ha lasciarle così, completamente infondate? Vabbè... pace

6 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    IO non capisco il rivolgersi ad un utente in modo diretto e farlo in anonimato, è privo di dignità.

    Quantomeno @Paolo Bitta e @Maraminta hanno il buon senso di manifestare le loro idee che non condivido, non condividendo nemmeno i modi, in chiaro.

    E' veramente stupido oltre che vergognoso usare l'anonimato quando c'è già un nickname, si dimostra solo di non avere il coraggio di quel che si afferma.

    Quello che credo di aver capito è che lui non crede in Dio e non vuole crederci e concede con sufficienza l'illusione ai credenti lasciando loro pensare che esista per loro.

    E' come se ti desse una pacca sulla spalla e ti dicesse "l'importante è crederci" con un sorrisetto ironico.  (mi corregga se sbaglio)

    Per lui non c'è un ragionamento, c'è una posizione presa e non modificabile, nemmeno di fronte all'evidenza, qualsiasi esempio, paragone, metafora decade per il fatto che viene da un credente.

    Poi se da specifici utenti gli è insopportabile e dimostrazione ulteriore della sua convinzione che un credente sia una persona che non usa il cervello, ammesso che ne abbia uno e sano.

    Per quello che è il mio modo di vivere l'essere Cristiano, giudico i comportamenti, spiego le ragioni per cui non concordo con le opinioni, divulgo le vere dottrine e ne testimonio come Sacerdote, ma non giudico la persona.

    Questo è ciò che vedo fare da Dio Padre e da Gesù Cristo e che quest'ultimo insegna, non ritenendomi superiore a Loro mi adeguo.

  • 1 mese fa

    Penso che “ nel vostro mondo” si riferisca alle vostre menti.

  • 1 mese fa

    Come ho più volte considerato, anche se qualcuno si è sentito offeso, i religiosi sono svantaggiati, nel senso che non riescono a concepire la relatività delle opinioni sull'argomentazione religiosa.

    Per i religiosi la sacralità è indiscutibile, punto.

    Perchè ovviamente nel momento in cui ammettessero che la religiosità è opinabile crollerebbe tutta la loro impalcatura. Personificando le metafore esistenziali e creando personaggi divini devono impedire la comparazione e l'opinabilità.

    Purtroppo per la maggioranza dei religiosi, i loro percorsi evolutivi sono stati "circoscritti" e non fortunati (sinora) e permettono gioia e divertimento ai non religiosi, poi ci sono quelli più avveduti che vivono intimamente la questione e con questi è anche possibile passare del tempo rispettosamente.

  • Anonimo
    1 mese fa

    mica vero, dato che esiste solo in alcune menti umane, dove c'è c'è e dove non c'è non c'è

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 mese fa

    dio vive nelle fantasie malate dei credioti, questo sta dicendo Paolo, e il fatto che non capisci la dice lunga...

  • 1 mese fa

    Se mi rispondesse, significherebbe che avrei bisogno urgente di una TAC.

    Ciò che intendo dire è che esiste solo per voi, nel mondo degli atei (quello vero ed unico esistente) gli umani sono frutto del'evoluzione, e non esiste né dio né tanto meno l'Inferno e Paradiso.

    Non si può escludere ciò che non esiste, nessuno mi ha mai dimostrato di aver torto, e trovo alquanto ridicola tutta la favoletta della Bibbia. 

    Se dico che esiste solo per voi, lo faccio per non dover ogni volta ripetere che non esiste e basta, è un contentino per gli imbecilli che ancora credono a dio. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.