Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 1 mese fa

è davvero difficile ricostruirsi una vita all'estero?

non sapendo l'inglese

non essendo sostenuta da nessuno 

senza una laurea 

completamente da sola

18 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa

    Io so la lingua (avevo bisogno solo di esercitarmi per perfezionarla), ho una laurea, pochi soldi e nessun sostegno, sono dovuto ritornare in Italia dopo un mese e mezzo. 

    Ma conosco persone che senza un soldo e senza conoscere una sola parola di inglese, sono state aiutate a si sono fatte una vita lì. Io ho chiesto aiuto esattamente a queste persone e me l'hanno negato. 

    Il mondo è pieno di persone fortunate che però sono una mèrda.      

  • Anonimo
    1 mese fa

    L' inglese si impara facilmente. Fai un po' di pratica e andrà tutto bene. All'estero si sta bene

  • Anonimo
    1 mese fa

    Se non parli nemmeno la lingua del paese dove vuoi andare lascia stare

  • 1 mese fa

    Senza nemmeno la conoscenza di una lingua come l'inglese, è impossibile. Generalmente parlando, no, non lo è più di tanto, per chi ovviamente ha almeno il diploma, delle idee abbastanza chiare e sa parlare la lingua del posto o perlomeno l'inglese.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    Io la vedo proprio come ultima spiaggia 

  • Anonimo
    1 mese fa

    Un minimo di appoggio ci dovrebbe essere, quanto meno per farsi coraggio, perché ne serve veramente tanto.

  • Paolo
    Lv 7
    1 mese fa

    ALMENO L'INGLESE DEVI SAPERLO..........ALTRIMENTI E' VERAMENTE DURA........!!!!!!!!!!!

  • Anonimo
    1 mese fa

    Sì,è molto,molto difficile.            

  • Anonimo
    1 mese fa

    con queste premesse non ti ricostruisci nulla e credimi che essere completamente soli senza arte né parte in un posto straniero non è per niente bello

    meglio stare a casa propria a quel punto, al massimo puoi cambiare città se vivi in un posto che non offre molto, a volte anche un piccolo cambiamento può aiutare molto

  • È per questo che voglio prima prendere la laurea in mediazione linguistica, facendo vacanze studio all’estero ed Erasmus. Per imparare le lingue che mi serviranno in futuro per il lavoro che intendo fare nel Paese in cui intendo trasferirmi all’estero.

    Prima mi creerò delle basi linguistiche, poi prenderò la laurea magistrale nel settore lavorativo che mi interessa (studierò economia aziendale, possibilmente all’estero in inglese, pensavo in Danimarca perché là l’università è gratis e i master’s degree sono buoni), e poi infine cercherò lavoro nel settore che mi interessa (settore aziendale) nel Paese in cui voglio trasferirmi.

    Bisogna creare le proprie opportunità, bisogna creare strade che ci porteranno al nostro obbiettivo. L’unica cosa che NON si deve fare è aspettare con le mani in mano che le opportunità ci cadano in testa, senza nemmeno sforzarsi. Le cose non succedono senza che prima ci sbattiamo e ci impegnano affinché le cose che vogliamo avvengano. 

    Ad esempio io non posso lavorare in Lussemburgo o in Svizzera senza sapere bene il francese, il tedesco e l’inglese. 

    Non posso prendere la laurea magistrale in inglese all’estero senza sapere bene l’inglese.

    Non posso lavorare nell’ambito che ambisco senza poi studiare le basi per fare quel determinato lavoro.

    Non posso fare nulla se prima non mi creo un modo per riuscire a farlo.

    Quindi tira fuori le pàlle e crea tu stessa le strade che ti porteranno all’obiettivo che ti sei prefissata.

    Non sai l’inglese? Studia e fai pratica, vai all’estero per le vacanze studio. Magari lavora per pagarti le vacanze studio e i corsi di inglese.

    Non hai la laurea? Studia e prenditela!

    Non sei sostenuta da nessuno? Le cose possono cambiare sempre, le cose che si fanno portano sempre a moltissime strade diverse, e in quelle strade puoi anche trovare poi conoscenze e modi che ti aiuteranno a raggiungere i tuoi obbiettivi. Non puoi avere conoscenze e opportunità se non ti muovi, se stai ferma non ti può succedere nulla, non potrai nemmeno avere la possibilità di avere occasioni d’oro che ti aiuteranno ad avere sostegni futuri. Quando ci muoviamo e facciamo qualunque cosa, queste ci porteranno sempre da qualche parte, succederà sempre qualcosa. Cosa? Non si sa, fino a quando ci sbatteremo davanti. Il cambiamento porta ad altri cambiamenti. 

    Sei completamente sola? Questo non è necessariamente una cosa negativa. Si possono raggiungere i propri obbiettivi anche senza avere chissà chi accanto. Ma ti rimando anche a quello che ti ho detto prima. Se ti muovi e agisci, se fai qualunque cosa per riuscire ad avvicinarti a quello che vuoi, durante la strada che ti porterà al tuo obbiettivo finale conoscerai per forza qualcuno, ti ritroverai ad incontrare tante persone, molte delle quali saranno solo comparse, persone di passaggio, altre avranno un ruolo più importante nella tua vita. Ma in ogni caso essere sola o no non ti deve precludere la possibilità di raggiungere i tuoi sogni, i tuoi obbiettivi. Devi tenere lo sguardo ben piantato in avanti, verso l’orizzonte, guardando bene il tuo obbiettivo finale, tenendo bene a mente che, sola o non sola, tu andrai fino in fondo e ce la farai.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.