Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneUniversità · 1 mese fa

Accoppiata di laurea in Mediazione Linguistica e magistrale in Economia Aziendale all’estero in inglese. Troverò un buon lavoro all’estero?

È un accoppiata buona per trovare subito un lavoro in ufficio in azienda all’estero?

Aggiornamento:

Mediazione linguistica: italiano, inglese, francese e tedesco

Aggiornamento 2:

Voglio trovare lavoro sempre in Europa, magari in Paesi come Belgio, Lussemburgo, Svizzera, Francia...

1 risposta

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    Sì, ma dipende anche dalle materie: parecchi corsi di mediazione si distinguono dai corsi in lingue e letterature moderne solo per la presenza di un singolo (e misero) esame di economia o diritto, quando in realtà devono essere presenti entrambi: occorre dare almeno un esame di diritto internazionale o in alternativa dell'UE e uno di economia aziendale o di economia e gestione delle imprese, oltre che di geografia politica ed economia, antropologia culturale e sociologia generale. 

    Neanche informatica deve mancare, ma fai attenzione: di solito si tratta di esami del piffero in cui si spiega come si accende un pc, quando in realtà occorre che il docente spieghi anche come si creano le app per lo smartphone. 

    Per le lingue: al terzo anno (come minimo, se non al secondo) i programmi devono vertere sui linguaggi specialistici (la celebre "competenza professionale" indicata sui canali professionali), e non sulla traduzione in senso lato o sulla didattica delle lingue stesse. 

    Per vivere e lavorare all'estero occorre: 

    1) conoscere la lingua del posto almeno a livello C1 (con un B1 al massimo fai il turista); 

    2) conoscere l'inglese almeno a un livello che oscilla tra il B1 e il C1, a seconda che tu voglia lavorare in un fast food o in un'azienda che opera con l'estero (nel cui caso devi anche conoscere il linguaggio relativo al commercio e all'ambito specifico del settore di riferimento: per esempio se lavori in un'azienda automobilistica devi saper descrivere i componenti di un'automobile in inglese - e nella lingua del posto -: per lavorare con le lingue ci vuole anche parecchia cultura): cosa che del resto si verifica anche in Italia; 

    3) parlare la lingua di almeno un importante partner commerciale: se te ne vai, che ne so, in Estonia, ti sarebbe più utile il finlandese del francese o dello spagnolo. Se vuoi andare in Svizzera te la caverai alla grande con il tedesco (in primis) e il francese. 

    Occorre comunque conoscere la realtà linguistica e culturale dell'area geografica in cui vai: è vero che il tedesco è la lingua più diffusa in Svizzera, ma se sai meglio il francese ti conviene andare dove il francese è lingua di comunicazione primaria. Meglio andare a Ginevra che a Berna (ma ti interesserà sapere anche che a Ginevra ci sono parecchi italiani che ti fanno concorrenza, nonché svariati spagnoli). 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.