Qq ha chiesto in SportSport - Altro · 1 mese fa

Che cos'è che vi spinge a continuare a fare palestra senza mai fermarvi dopo così tanti dolori e fallimenti?

Ormai io sono 2 anni quasi che faccio palestra, manca poco, solo che ogni volta che torno a casa ultimamente mi innervosisco e mi incazzo sempre perché non riesco a sopportare più lo sforzo che bisogna fare per progredire nel migliorare e non ottengo risultati, in teoria è 1 anno e mezzo che ci vado perché c'è stato il covid e le cose sono diventate più stressanti e pallose e mi sono dovuto fermare per un bel periodo. Ma la cosa che voglio sapere è dove prendete la motivazione per continuare a ammazzarvi di dolore per avere così pochi risultati? L' alimentazione, il ritmo, lo sforzo, io ho 24 anni e al massimo prima riuscivo ad alzare 50 kg alla lat machine solo che ora non riesco ad alzare più nemmeno 5 kg tra poco. Più uno va avanti e più i risultati diventano lenti nel concretizzarsi. Da dove prendete la carica che vi serve per andare avanti? Cos'è che vi fa essere così masochisti e cosa vi attira specialmente nel fare palestra anni e anni apparte il fatto di avere un bel corpo e sapere che fa bene?

2 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    Non credo che nessuno sia mosso da strani propositi ossessivi o da masochismo o da altre forme di vizio mentale, magari all'inizio la foga di vedere risultati è uno stato d'animo simile all'ossessività ma è solo un grande entusiasmo e voglia di bruciare le tappe velocemente.

    E' chiaro però che se qualcuno decide di andare ad allenarsi coi pesi lo fa inizialmente e quasi sicuramente per trasformare il proprio corpo cosa che peraltro si può ottenere specialmente da giovani e in tempi relativamente brevi senza ovviamante pretendere miracoli.

    Ma col passare del tempo NON sono questi i propositi che muovono le persone che settimanalmente dedicano sacrifici alimentari e in allenamento, quello che personalmente mi è successo è che l'allenamento e l'alimentazione sono diventati uno stile di vita e quello che la gente "normale" considera assurdo sia diventato per me (così come per tutti coloro che si allenano da molti anni) la "normalità".

    Logicamente è frustrante arrivare al punto di vedere pochissimi risultati ma questo significa che ci stiamo avvicinando al nostro limite genetico...anche se troppo spesso i nostri allenamenti sono stagnanti e poco produttivi perchè sempre uguali e NON programmati nel tempo.

    La forza purtroppo NON è una qualità muscolare che si acquisisce facilmente MA bisogna conquistarla e per farlo bisogna programmare gli allenamenti senza strafare (per minimizzare i rischi di infortuni) allenandosi sempre con carichi gestibili incrementandoli con microcarichi di allenamento in allenamento o ogni 2 allenamenti (meglio se solo nei movimenti multiarticolari dove si attivano più catene cinetiche) e trascrivendo nel nostro diario di allenamento esercizi, serie, ripetizioni e carichi usati.

    Bisogna anche prendersi una settimana di pausa ogni 4 o 6 o 8 settimane di allenamento (col tempo si impara a capire quando si è saturi ed è necessario riposare) perchè essendo naturali non possiamo pretendere di allenarci tutto l'anno e aumentare di forza e massa muscolare tutto l'anno.

    Anche la stessa alimentazione a volte ristagna i risultati sia nell'aumento della massa in generale sia se si vuole dimagrire perchè in entrambi i casi siamo portati a pensare che sia sacrificante ma è questo lo sbaglio, se amiamo ciò che facciamo da anni è una normale conseguenza che ha contribuito anche a farci ottenere i risultati che portiamo sul nostro corpo.

    Se per esempio NON possiamo allenarci per più di 3 settimane è normalissimo che perdiamo forza resistenza e forma fisica ma non dobbiamo scoraggiarci, dobbiamo avere pazienza e iniziare come se fossimo principianti e in un mese o poco più torneremo allo stato di forma fisica precedente (la settimana di riposo invece non ci cambia, anzi spesso miglioriamo a causa della supercompensazione grazie al riposo del sistema nervoso centrale e lo stress metabolico si riduce permettendo un anabolismo naturale maggiore)

    Devi accettare il fatto che essere naturali comporta maggiori sacrifici e anche numerosi fallimenti MA quello che ottieni è frutto del tuo lavoro e che se avrai la costanza di dedicare parte del tuo tempo libero ad allenarti e a mangiare per nutrire i tuoi muscoli continuerai ad aggiungere tasselli al lunghissimo lavoro di forgiatura sul tuo corpo, un lavoro che se vuoi non lo considererai più un lavoro ma uno stile di vita.

    Ciao

  • Nick
    Lv 7
    1 mese fa

    dolore? ma che attività fai? cambia, ce ne sono tante... quanto alle motivazoini, se ti ferfmi wualche anno ti vengono tanti probemi, specie con l età, che un po' di attività sportiva ti evitano (primo fra tutti il mal di schiena fulminante, poi la stitichezza, tendiniti e ovviamente pancia crescente...)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.