Cosa? Neanche una settimana dalla riapertura delle scuole e già ci sono intere classi chiuse e in quarantena?

https://www.google.com/amp/s/www.lanazione.it/la-s...

https://www.varesenews.it/2020/09/studente-positiv...

https://www.google.com/amp/s/www.ilgiorno.it/pavia...

Non è passata neanche una settimana dalla riapertura e già ci sono diverse classi che hanno registrato dei positivi al covid-19 e per questo sono scattate le misure di contenimento mettendo in quarantena alunni e insegnanti. Se in meno di una settimana sono finite in quarantena già diverse classi cosa accadrà in due settimane? Cosa accadrà in un mese? Quanti genitori di figli messi in quarantena saranno costretti a stare in casa perdendo intere giornate di lavoro? E se a questo si aggiungono anche le università che hanno deciso la lezione in presenza senza lezione online i contagi aumenteranno ancora più in fretta. Perché non ripristinare sin da ora la didattica a distanza in modo da evitare che gli studenti (soprattutto quelli pendolari) prendano il virus sui mezzi e lo portino a scuola e casa? 

12 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    Guarda che non c'è niente di strano, è una cosa normalissima. La riapertura delle scuole accresce moltissimo il numero di persone che si muove da una parte all'altra della città e anche da una città all'altra. Maggiore movimento maggiore diffusione del virus. Sarebbe stato anormale se ciò non si fosse verificato. Altri paesi come la Francia che già avevano riaperto le scuole hanno i contagi molto piu alti dei nostri. Non serviva riaprire per verificare dato che era già successo altrove. Tra un po' richiuderanno

  • 1 mese fa

    Concordo con tutti gli altri e, da studente, mi sento di aggiungere che noi stessi siamo responsabili.

  • 1 mese fa

    Sono totalmente contrario a chi dice, "basta rompere le palle col virus" avete dato risposte senza un minimo di ragionamento, io sono in una regione dove ci sono stati pochissimi casi, proprio due giorni fa nel paese della mia scuola una prof è tornata da Milano positiva al covid, faticano a fare i tamponi ora, e pretendono di fare tamponi a tutta italia durante il periodo invernale con influenze e raffreddori?

    Come si faranno a distinguerle dal covid, non si distinguono è semplice.

    La scelta migliore sarebbe quella di chiudere tutto dal periodo autunnale per evitare:

    1 Espansione del virus

    2 Influenze e quindi complicazioni a livello sanitario

    Mi sembra veramente ridicolo come in altre parti del mondo la dad sia una normalità, ci sono ragazzi che studiano a casa al posto di andare a scuola ogni giorno anche prima del periodo covid, è ovviamente l'Italia rimane arretrata per colpa dello stato.

    Vedremo a Novembre come distingueranno una classe col raffreddore dal covid, vedremo come faranno se qualcuno sarà asintomatico, vedremo come riusciranno a salvare le famiglie!

    "ma se chiudiamo tutto il paese andrà in crisi"

    Invece di comprare dei fottuti banchi con le ruote sarebbe stato più opportuno dare dei soldi alle famiglie in difficoltà, ve lo dico io, tutti avranno dei risparmi o qualcosa in più, qualcosa da mangiare la troverebbero tutti state tranquilli, la media italiana della spesa mensile per una famiglia di 4 persone al mese è di 600 euro vi assicuro che li hanno tutti o li potrebbe dare lo stato, è questo il momento di utilizzare i risparmi, i mezzi pubblici e le scuole senza mascherine in classe saranno un disastro basta uno starnuto o un colpo di tosse, che riesce a fare anche fino a 8 metri e infettare 2 file di banchi... ridicolo!

  • Anonimo
    4 sett fa

    La riapertura infatti è un grande sbaglio. Bisogna richiudere e riprendere con la dad. In altri paesi la dad è la normalità mentre qui è un'eccezione. Ridicolo!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    La settimana entrante vedremo quanto saranno aumentati i contagi conseguenti alla riapertura delle scuole.

  • 1 mese fa

    Non poteva essere che così. E andrà sempre peggio. Purtroppo. 

  • Anonimo
    1 mese fa

    Era il sogno dell'Azzolina 

  • 1 mese fa

    È normalissimo. Immagina quando verrà inverno

  • 1 mese fa

    E perché dovrebbero richiudere?!?! Ma la volete finire di farvi condizionare dalla tv e i media?!? Lo sapete con quanti virus e batteri conviviamo quotidianamente? Ci sono probabilmente più batteri su un banco di scuola che sulla tavoletta di un cesso.

    E' sempre stato così e così sempre sarà, e nessuno nella storia ha mai fatto questo cinema. I contagi aumentano perché il virus circola, DEVE circolare per sopravvivere. Ma questo non vuol dire che le persone si ammalano o finiscono in terapia intensiva. E' un bene che entriamo in contatto con sempre nuovi microrganismi, così il nostro corpo impara a contrastarli o a conviverci. Gli anni scorsi quando prendevate l'influenza correvate sul balcone piangendo e urlando "moriremo tutti!!"? Con i vostri ragionamenti idioti state spianando la strada a chi ci vuole rinchiudere. Siete pecore e schiavi nel DNA

  • Anonimo
    1 mese fa

    chiuderanno molto presto

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.