Calcio moderno: Tecnica/Tattica o Psicologia/Fisico?

Si sfidano due squadre: una composta da soli calciatori Tecnico-Tattici (Dybala, Messi, Salah, Lautaro, Neymar, Lewandowski, ecc...), e l'altra solo da Psico-Fisici (Ronaldo, Mbappè, Suarez, Bale, Manè, ecc...)

Secondo voi, quale di queste due squadre vince?

Sono più i tecnico-tattici, o quelli psico-fisici a fare la differenza e a contare davvero per la squadra?

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa

    in generale un grande livello di tecnica domina su un grande livello di fisicità, sempre nel calcio,se il livello di tecnica è 100 e il livello di fisicità è 100 da padrone la fa la tecnica, la nazionale italiana contro quella tedesca lo ha dimostrato sempre, e il barca lo ha dimostrato ampiamente nel suo ciclo guardiolistico estremizzato di pura tecnica e pochissima fisicità, e a memoria non ricordo squadre cosi dominanti nella loro epoca, se non il milan che pero aveva un grande mix di funzionalità tattica e grandi doti altetiche e tecniche.

    una delle squadre piu forti che ho visto negli ultimi anni che ha dominato fisicamente è stato il bayern del 2013, e se lo lo schiero in campo col miglior barca di guardiola, entrambe le squadre al top di condizione fisica, vince facile il barcellona, per quanto aggrediscano col pressing non hanno i tempi del giro palla che aveva il barca di qualitò, un uomo va meno veloce del pallone per quanto possa pressare ed avere fisicità, e con i professori catalani anche quel bayern era destinato a stare basso e compatto cosi come tutti gli altri club che affrontava il barca nel suo top, ma avere la condizione atletica ottimale significa semplicemente stare al top nelle gambe e correre, senza quella puoi perdere contro chiunque perche nel calcio bisogna correre, e glielo farei capire bene a qualche allenatore e giocatore.

    la mera verità del calcio moderno è una triste realtà......hanno dato piu spazio alla fisicità che alla tecnica, preferiscono van bommel a pirlo certi soggetti, preferiscono far correre la squadra aggressiva nel pressing e nelle ripartenze con giocatori di grande gamba piuttosto di giocare con piu classe e far crescere nelle giovanili i ragazzi privilegiando la tecnica anziche il fisico, ogni club è imbottito di giocatori col fisico da nba che pero danno passo all'estro.......

    tecnicamente le squadre degli anni 90 e 80 e 70 avevano una dimensione superiore, solamente parlando di aspetto tecnico, il centrocampo dell'inter o della juve o del milan lo dimostrano, la juve vince ma confronto al centrocampo di ventanni fa ha solamente piu fisicità, se penso che bentancur sia il tacchinardi di prima ed oggi fa il titolare perche ha dinamismo mentre tacchinari faceva panca perche il calcio dell'epoca aveva richieste differenti di mentalità, all'epoca tacchinardi faceva panca perche il calcio privilegiava un centrocampo fatto da zidane davids jugovic e deschamps e metteva in secondo piano i giocatori che aveva nel dna la sola dote della fisicità come ce l'ha bentancur accompagnato da un livello medio di estro e niente di piu....ora infatti i giocatori africani hanno una dimensione superiore rispetto a prima perche sulla fisicità reggono meglio il confronto, sulla tecnica molto meno, infatti prima pochi emergevano a grandi livelli negli anni 80.....mentre viceversa se penso alle nazionali prestigiose guardo italia e brasile che confronto a prima hanno una dimensione inferiore, basavano il loro dna sul mix di fisicità ma di grande estro, ora il calcio sforna ragazzi pronti all'uso, devono avere proprio un estro superiore per sbocciare ad alto livello senno non li sfruttano, piuttosto puntano su uno coi piedi mediocri ma di grande affidabilità fisica, chiellini in primis che nell'epoca di scirea  baresi maldini o anche dopo nesta cannavaro, non avrebbe fatto tutti questi anni il titolare, e visto che noi italiani cosi come in brasile abbiamo delle carattertistiche fisiche diverse da altri popoli patiamo il momento calcistico, nella normalità dei casi un russo svedese tedesco inglese ha piu fisicità dell'italiano medio o spagnolo, bisogna sopperire con l'estro, e lo abbiamo sempre fatto, ma il calcio vuole cosi in questo momento, pero è ciclico e magari tra 15 anni si ritornerà a dar spazio piu alla tecnica ....dove sono finiti i grandi n10??? zico o baggio oggi emergerebbero sicuramente perche hanno avuto un estro pazzesco, ma avrebbero inciso meno di prima, se baggio si rompeva gia ai tempi dove i ritmi erano meno elevati e i carichi di lavoro meno stressanti figuarti oggi che si va forte, allora o potenzi i muscoli e stai al passo coi tempi oppure ogni tre mesi ti stiri o ti fai male al crociato, allora se sono furbi fanno lavoro fisico in palestra ma perdono poi smalto in altri aspetti, se vedi neymar che ha le gambine da signorina capisci perche è soggetto ad infortuni, ma quando c'è e sta bene è imprendibile, ma c'è poco pero sotto i riflettori, ha molta incostanza di rendimento, invece chi va a nozze sono le macchine muscolari di klopp, manè è un servo del fisico, ma se lo fai fraseggiare nel torello in mezzo a gente di classe ti deluderebbe moltissimo...fortunato è chi come me ha visto maradona, in un calcio piu lento ma di grande classe e grandi legnate sulle tibie per non farti passare, adesso con una trattenutina è un giallo assicurato, cr7 per esempio si sarebbe trovato bene ai tempi perche ha un mix di tutto, mentre vinceversa paolo rossi nell'epoca moderna avrebbe dovuto lavorare seriamente sui quadricipiti in palestra perche lo spezzerebbero in due, forse non troverebbe nemmeno spazio nel calcio di vertice un ragazzo con quel fisico, giocherebbe in club di mediobassa classifica dove fisicità o estro sono di un livello discreto ma non eccelso, rossi correva 6/7 km a gara, prendi qualsiasi n9 titolare dei grandi club e guarda quanti km fanno gli attaccanti per sfogarsi sul primo pressing o tornare in difesa e correre ai ritmi moderni, ne fanno una decina a partita di km, oggi il calcio richiede la fisicità come primo elemento e dalle giovanili sfornano ragazzi già predisposti col fisico adeguato, un tempo invece sin dalle giovanili puntavano a far crescere i ragazzi piu sull'aspetto tecnico, oggi piu su quello fisico e tattico, gia a 13 anni li bombardano la testa coi moduli e a 16 anni li fanno lavorare sodo coi muscoli (ancora in età non ideale per potenziare la massa in quel modo e poi capisci dei tanti infortuni muscolari, ed è un problema che crea discussioni accese in italia, la metodologia di insegnamento dei fondamentali calcistici sin dalle giovanili italiane è il problema) .....gli unici posti in cui puntano ancora tanto sulla tecnica privilegiandola assolutamente sono in spagna e argentina, dalle giovanili curano molto la tecnica e danno in prima squadra ragazzi pronti all'uso già plasmati col sistema di gioco della prima squadra e pronti per giocare tecnicamente bene insieme ai veterani, cosi facevamo anche noi in italia prima, ma da qualche anno in italia e piu in generale in europa, vedi dei colossi ventenni che li scambi per giocatori di nba, in piu sono tutti scolpiti e disegnati come marmo nella definizione muscolare, hanno una fisicità pazzesca ma il livello medio di estro attuale è sicuramente inferiore al livello medio di estro di alcuni decenni fa.

  • Anonimo
    1 mese fa

    Vince la prima

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.