giov ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 1 mese fa

VERSIONE LATINO PER PIACERE?

Qualcuno mi può tradurre questa versione per favore?

Attachment image

1 risposta

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    Al sorgere del sole le truppe dei Galli erano visibili non lontano dall'accampamento dei Romani. Allora Labieno, luogotenente di Cesare, con parole piene di coraggio rese forti gli animi dei Romani e ammonendoli sull'antico valore diede il segnale della battaglia. Allorché i nemici si scagliarono sull'ala destra, dov'era schierata la settima legione, respinti, furono volti in fuga dai nostri; sull'ala sinistra, anche se le prime file dei nemici erano cadute trafitte dai giavellotti, tuttavia i restanti Galli resistevano aspramente e non davano il sospetto della fuga. Il comandante dei nemici, Camulogeno, combatteva con coraggio, incitando al valore i suoi. Lo scontro fu a lungo incerto, ma alla fine la settima legione fu inviata in aiuto ai nostri che erano in difficoltà e si lanciò contro i nemici che combattevano. I Galli resistettero da valorosi e non si ritirarono dalla posizione, ma la maggior parte, circondati, erano uccisi. I nemici, i quali erano stati lasciati a presidio presso l'accampamento, dopo che avevano udito l'annuncio della disfatta, si recarono in soccorso dei loro ma, frammisti ai loro commilitoni in fuga, furono uccisi dai cavalieri dei Romani.     

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.