Lo stato e il vaticano ci tengono con il cappio al collo promuovendo ogni giorno le tradizioni religiose e culturali ?

attraverso le reti TV nazionali? Ma oggi gli italiani sono più acculturati, e sanno benissimo che le tradizioni sono sintomo di ignoranza e quindi di Mafia.  

Aggiornamento:

Vedasi che tutti i mafiosi del sud adorano le tradizioni, soprattutto religiose e seguono cortei e processioni di false madonne. 

Aggiornamento 2:

Io sono contro le tradizioni religiose e popolari, ma assolutamente d'accordo a ciò che è sintetico e moderno, ossia l'elettronica e alle scoperte scientifiche.  

Aggiornamento 3:

Priest sei molto lontano dalla realtà. La chiesa può far tutto, tranne farmi credere in qualcosa. 

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa
    Risposta preferita

    Che gli italiani sono più acculturati ci credo poco. Siamo la nazione con meno laureati, la nazione che legge meno libri e quella con il maggior numero di analfabeti funzionali. Basti solo pensare che esistono i terrapiattisti e ho detto tutto.

  • 1 mese fa

    Allora, iniziamo con il vedere quali e quante sono le implicazioni che fai nel tuo discorso, provando a vedere quali hai tentato di argomentare e in che modo.

    Per comodità utilizzerò il costrutto A => B, ove A e B sono due proposizioni e il nesso => è un'implicazione. Si legge "A implica B", "Se A allora B", "A è condizione sufficiente per B" "B è condizione necessaria di A" "ogni volta che A è verificata allora è verificata anche B"

    Se dovessi usare il simbolo <= allora si sostituisca A e B nelle frasi precedenti.

    Non sarò stressante dal punto di vista logico, questo è solo un modo per schematizzare le affermazioni e capire le idee che stanno alla base.

    1

    <<Lo stato e il vaticano ci tengono con il cappio al collo promuovendo ogni giorno le tradizioni religiose e culturali attraverso le reti TV nazionali?>>

    questa prima frase la intenderei così, per come è scritta

     "stato e vaticano controllano le reti TV nazionali" => "stato e vaticano promuovono le tradizioni religiose e culturali (attraverso le TV)" => "stato e vaticano ci tengono con il cappio al collo"

    2

    << le tradizioni sono sintomo di ignoranza e quindi di Mafia.>>

    questa seconda frase mi ha messo in difficoltà e questa sarebbe la mia prima interpretazione ove "essere sintomo di" è interpretato come "essere causato da" e quindi come una condizione necessaria, ovvero "essere implicato da". Per comodità tengo le implicazioni da sinistra a destra.

    { "ignoranza" => "rispetto di tradizioni" } => { "mafia" => "rispetto tradizioni" }

    esisterebbe una seconda interpretazione che legge la frase in questo senso: le tradizioni sono sintomo di ignoranza, l'ignoranza implica necessariamente mafia, quindi le tradizioni sono sintomo di mafia.

    "ignoranza" => "mafia" => "rispetto delle tradizioni"

    3

    <<Vedasi che tutti i mafiosi del sud adorano le tradizioni, soprattutto religiose e seguono cortei e processioni di false madonne>>

    questa frase è interpretata così a causa della parola "tutti"

    "mafioso" => "adorazione tradizioni", ma da come ne parli sembra che tu voglia affermare

    "mafia" => "rispetto tradizioni"

    Il commento <<Io sono contro le tradizioni religiose e popolari, ma assolutamente d'accordo a ciò che è sintetico e moderno, ossia l'elettronica e alle scoperte scientifiche >> verrà lasciato a dopo.

    DISCUSSIONE

    non tratterò le frasi nell'ordine in cui sono state fatte, per comodità personale

    1

    Non c'è nessuna prova del fatto che il Vaticano controlli le reti TV nazionali e sostenere una tale affermazione è pressoché impossibile. 

    Lo Stato non controlla direttamente la RAI, pur avendo un qualche genere di potere decisionale sui vertici, ma la cosa non deve stupire trattandosi della rete pubblica (ovvero non privata). Anche il nome Radiotelevisione Italiana lo suggerisce. 

    Ora, ammettiamo che effettivamente il Vaticano e lo Stato controllino le TV, allora sì, è perfettamente credibile che promuovino tradizioni culturali e religiose attraverso tali mezzi. Ed è credibile perché lo fanno con tutti i mezzi che effettivamente controllano. Stupito? NO, perché la Chiesa Cattolica (come ogni religione esistente sulla faccia della Terra) ha l'intenzione di promuovere un certo insieme di comportamenti positivi, sia a livello religioso, che a livello umano. 

    E lo Stato? Mah, direi che la scuola sia il primo e importante mezzo con cui si voglia formare un cittadino con quelli che chiami "tradizioni culturali", come la lingua, la storia e un certo naturale orgoglio per il proprio stato. Complimenti per la scoperta.

    Ma devo aggiungere che le "tradizioni culturali" trovano nella famiglia e nella struttura della società i veri e propri promotori che tramandano tanto i doveri di cittadino (rispetto delle regole, diritti e doveri come quello di voto) quanto tradizioni culinarie e comportamentali. A riguardo di questo, di sicuro non c'è bisogno della TV per farlo. 

    Da qui, però, non vedo come possano "tenerci con il cappio al collo" e non dai nessuna spiegazione di tutto ciò. 

    Riassumendo: non c'è controllo diretto sulle reti nazionali, ma se fosse allora sì ci sarebbe la promozione che dici; pura iperbole retorica la frase sul "cappio al collo"

    3

    I mafiosi adorano le tradizioni religiose. Ok, e allora? Credo che la tua vera affermazione sarebbe voluta essere "se adori le tradizioni religiose sei mafioso". 

    Ovvero "tradizioni religiose" => "mafia" che però non ha niente a che vedere con l'altra implicazione "mafia" => "tradizioni religiose". Vedi, la freccia dovrebbe essere molto chiara e il ragionamento è semplice:

    Se tutti i mafiosi adorano le tradizioni religiose, non significa che tutti quelli che adorano le tradizioni religiose sono mafiosi. Spero di non dover spiegare perché, trattandosi di pura logica classica. 

    Quindi, sì, posso tranquillamente ammettere che "tutti i mafiosi adorino le tradizioni religiose", anche se non saprei come dimostrarlo (sarà vero?). Però il contrario "i religiosi sono mafiosi" no, non posso affermarlo perché mi basta un singolo contro esempio per smentire una tale affermazione. E di controesempi ne avrei a pacchi, io come anche te, se avrai l'onestà intellettuale di ammettere la verità

    2

    per la seconda trovo che questa interpretazione

    { "ignoranza" => "rispetto di tradizioni" } => { "mafia" => "rispetto tradizioni" }

    non sia utile ai fini della discussione perché si potrebbero avere contraddizioni solo nel caso in cui la tesi sia falsa, ma do per buono che la tesi sia sempre vera quindi può essere "implicata" da qualsiasi cosa. 

    Di questa interpretazione ne approfitto solo per discutere di questa implicazione

     "ignoranza" => "rispetto di tradizioni" 

    che secondo me è falsa in senso assoluto. Per mostrarlo basta trovare una persona ignorante che non rispetti le tradizioni e sarebbe fin troppo facile trovarne qualcuna. 

    Tuttavia, molti ignoranti seguono le tradizioni, questo forse è già più vero.

    La verità comunque è che le "tradizioni" così come le chiami sono il primo mezzo con cui una società tramanda nel tempo comportamenti positivi per la società stessa. Si tratta di tradizioni che costruiscono l'identità della società in contrapposizione ad altre società, di tradizioni che costituiscono l'organizzazione a livello nazionale oppure familiare o locale. Se ci si pensa questo genere di "tradizioni" sono quelle che sono sopravvissute con la società che le ha tramandate e che quindi si possono considerare tradizioni "vincenti" dal punto di vista evoluzionistico. 

    Attenzione, la parola "vincente" è strettamente legata al contesto storico e geografico in cui la tradizione vive. Infatti le tradizioni variano nel corso del tempo per "rimanere società vincente" e sopravvivere, e cambiano geograficamente per adattarsi ad ambienti diversi.

    Questo non per dire che "seguire la tradizione" è sempre bene. Solo per dire che "seguire la tradizione" è stato un bene per quella specifica società in questione. Le tradizioni cambiano? certo, e anzi è un bene che lo facciano.

    Si può dire che gli ignoranti tendano a seguire le tradizioni? 

    In un certo qual modo chi non comprende il motivo per cui esiste una certa tradizione tende a seguirla per evitare i danni già noti che causerebbe se non lo facesse, senza però interrogarsi sui benefici che trarrebbe se non le seguisse.

    Quello che voglio dire è che,  per non potendo parlare in senso assoluto, le persone che si interrogano sulle tradizioni sono quelle che più di tutte sono in grado di accettarle (perché ancora convenienti) oppure rigettarle (perché opportuno trovare comportamenti più efficaci). Quindi si può dire che in un certo senso sì, gli ignoranti seguono (nel senso che generalmente succede) le tradizioni.

    Invece, l'interpretazione 

    "ignoranza" => "mafia" => "rispetto delle tradizioni"

    è già stata trattata per quanto riguarda  "mafia" => "rispetto delle tradizioni" , manca quindi la parte di

    "ignoranza" => "mafia"

    Ecco, su questa, no non sono per nulla d'accordo. Voglio dire, se la Mafia fosse una "tradizione" (cosa davvero difficile da mostrare) ci sarebbe qualche possibilità. Non credo che sia così: il fenomeno mafioso (come i più preparati tra i magistrati e studiosi di questo argomento sanno) è complesso perché comprende sia una trattazione sociale sia storica sia prettamente umana. Esiste una componente di paura, di solitudine, di convenienza che spesso non hanno niente a che vedere con l'ignoranza, anzi. 

    CONCLUSIONI

    cosa volevo mostrare? solo una cosa: il tuo pensiero non è strutturato usando metodi di "causa effetto" ma solo di analogia, ovvero di "parallelismi e somiglianze" tra concetti diversi. Il tuo pensiero è sbagliato? In alcuni punti ho evidenziato notevoli criticità, sì, ma non è tutto sbagliato (come ho fatto notare con la faccenda "ignoranza tradizioni"). Ti consiglio di provare ad analizzare le affermazioni che fai per trovare i nessi logici che implicitamente usi per provare a controllare se sono tutti validi o se necessitano di una revisione (e quindi di un cambio di idee)

    Fonte/i: E INVECE... pensavi avessi dimenticato che  << Io sono contro le tradizioni religiose e popolari, ma assolutamente d'accordo a ciò che è sintetico e moderno, ossia l'elettronica e alle scoperte scientifiche>> Ecco, non ho niente in contrario con la scelta di certi paradigmi di pensiero. Vuoi rigettare tutte le tradizioni e le idee che ci hanno portato a questo periodo storico? Perché secondo me non è proprio tutto da buttare e anzi ti conviene analizzare bene cosa significhi "moderno" e "sintetico", perché sembrano parole troppo vaghe per avere un significato reale. E se oltre alle scoperte scientifiche accostassi le scoperte umanistiche? Non devo certo essere io a ricordare tutte le opere di fantascienza (orientate verso il Cyberpunk) che mettono in guardi dal accettare senza condizioni la supremazia della "Scienza" sul' "Uomo".
  • Priest
    Lv 5
    1 mese fa

    Io Credo,spero che un giorno tu crederai,perché troverai pace e amore

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.