Definizione Tactus, Pulsazione, Ritmo, Tempo,(teoria musicale) ?

Mi servirebbe una definizione "da libro", anche leggermente lunga ma efficace e chiara, di ciascuno di questi termini. Chiedo se ci sono analogie e in cosa non vanno confusi i termini. 

Aggiornamento:

CHIEDO ANCHE UNA ULTIMA ALTRA COSA: definizione di divisione, suddivisione, movimento. 

1 risposta

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    Il tactus è semplicemente il beat, il colpo di metronomo che scandisce il tempo. La pulsazione è un successione di battiti regolare, che quindi definisce un BPM (battiti per minuto), che è l'unità di misura con cui normalmente si misura la velocità (andamento) della musica moderna, ovvero il "tempo".

    Quando la successione diventa più complessa, non per forza una regolare scansione di suoni uguali quindi, ma un pattern preciso (che può essere descritto da spartiti con note e pause o altre modalità grafiche, come nelle daw) definisce un ritmo.

    La suddivisione è l'entità in cui si può scomporre, suddividere appunto, un tempo, se è un tempo pari ad esempio binario sarà diviso in 2 suddivisioni, se ternario in 3 ecc. I tempi dispari o composti sono quei tempi suddivisibili per 3, poco usati nella musica pop e maggiormente nel progressive, jazz e classica.

    I movimenti sono le sezioni, gli "atti" (per usare un termine teatrale/narrativo) in cui è divisa una composizione (in genera classica, come una sonata, suite ecc.)

    I genere sono associati ad un tempo specifico (andante, forte, ecc.) oppure ad una struttura compositiva canonica (fuga, toccata, preludio ecc.) o ancora al carattere/forma (scherzo, fantasia / notturno, etude...), alla tecnica strumentale (pizzicato ad es.) o al numero di parti (quartetto ad es.)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.