Anonimo
Anonimo ha chiesto in Relazioni e famigliaFidanzamento e matrimonio · 1 mese fa

La mia ragazza fa un lavoro umile e un po' me ne vergogno...?

Io sto per laurearmi in giurisprudenza, la laurea è imminente, mentre lei ha appena la terza media e lavora facendo le pulizie a casa delle persone o assistendo le donne anziane...quando la presento ai miei amici che hanno le tipe biologhe, laureate in medicina, manager o banchiere io mi vergogno da pazzi. Cioè non ho nulla contro le persone poco istruite ma mi vergogno, mi fa sentire inferiore è come se io non fossi riuscito a conquistare qualcosa di meglio. Lei è una brava ragazza, dolce e obbediente, però non conosce il latino, il greco, le lingue straniere, sa fare i conti solo con la calcolatrice, non sa discernere un buon vino da uno di discount, vive nelle case popolari, veste dai cinesi...

Io provengo da una famiglia benestante, mio padre è un'esponente politico e mia madre lavora come docente presso la Bocconi, si occupa di beneficenza, insegna a teatro. I genitori della mia ragazza sono separati, il padre le ha mollate anni fa e lei se gli nomino il padre si intristisce e penso abbia problemi psicologici, i figli dei divorziato ne hanno sempre. Una volta è venuta a prendermi a lavoro con la sua auto, non vi dico che figura una fiat panda quella vecchio stile, senza airbag né cambio automatico. Non è mai stata in un ristorante e non sa usare le posate. Non è mai andata a teatro, né apprezza la lirica o le mostre d'arte. 

Mi fa vergognare, perché davanti ai miei amici mi sento inferiore. Però vi assicuro che è una cara ragazza mai fidanzata con nessuno se non con me.

Aggiornamento:

Clara mi sono messo con lei perché è una brava ragazza. Sono in molte a provarci con me!!

Aggiornamento 2:

La via del mare assumere nel mio studio una ragazza con la terza media?

Diventerei lo zimbello di tutti!

38 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    1 mese fa

    Certo che per essere così colto e istruito neanche sai parlare italiano: "e lei se GLI nomino il padre"? Mai sentito parlare di pronomi maschili e femminili?

    Per il resto quoto gli altri utenti: fai schifo, ma davvero. Sarebbe LEI a doversi vergognare di uno spocchioso viziato come te, non viceversa.

  • 1 mese fa

    E' un lavoro umile, ma onesto...La tua ragazza è una persona davvero brava perché non si pone problemi sul tipo di lavoro "umile" che svolge. C'è solo da ammirarla. Ti posso dire che c'è(ma forse tu non sei aggiornato..) un numero esponenziale di laureati in leggi( magistrati e avvocati!..) disoccupati da anni e le prospettive sono sempre più pessimistiche...Meglio lavori umili che stare da laureati a spasso o mantenuti dai genitori. Complimenti alla tua ragazza davvero in gamba!

  • Anonimo
    1 mese fa

    Non ho letto tutta la pappardella lagnosa però posso dire con certezza che fai proprio schifo

  • Francy
    Lv 4
    1 mese fa

    Innanzitutto ogni lavoro è importante. Punto secondo che ti ci sei messo a fare insieme se la devi umiliare in questo modo? Tu non la ami perché altrimenti questo passerebbe in secondo piano. Poi dici che ci stai perché è una brava ragazza ma comunque pensi tutto questo di lei e non te la meriti. Infine dici che è una brava ragazza e obbediente, cos è un cane? A sto punto prenditi una al tuo livello come dici tu e lascia sta poverina. Guarda che conta il carattere e il cuore di una persona non cos ha studiato e che lavoro fa. Sei troppo superficiale. Non è il titolo di studio a definirti. Anzi la tua è una ragazza in gamba che si accontenta di poco e non chiede nulla a nessuno. Tu potrai essere ricco e intelligente ma sei povero dentro credimi

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    Ma tu ne sei consapevole che la tua posizione sociale dipende esclusivamente dal fatto che sei nato in una famiglia ricca, non per merito tuo? Nemmeno te li guadagni quei soldi con cui ti paghi l'università ecc ma vengono da tuo padre. Poi c'è anche da dire che molti figli di papà nemmeno si impegnano in quella ma prendono le lauree standoci anni o perché il padre paga quindi e tutto da vedere.

    Se fossi nato nella stessa situazione economica della ragazza faresti anche tu un lavoro umile. Io penso che non ci sia niente di cui vergognarsi di questo ne di avere al proprio fianco una persona che lo fa.

    Se ti guadagnassi i soldi che hai forse non parleresti così sei solo un ragazzino viziato a cui i genitori danno tutto quello che vuole e ti senti chissà chi quando invece non vali niente e non sei nessuno. Neanche se un giorno sarai il signor Dottor avvocato. La gente come te si dovrebbe vergognare di fare i superbi e gli arroganti con chi fa lavori umili per vivere, anzi dovresti tenere un atteggiamento di umiltà con chi fa sacrifici e conosce la vita meglio di te soprattutto se non si e guadagnato proprio niente. La tua ragazza è molto ma molto migliore di te. 

  • 1 mese fa

    A me sembra una domanda fatta per scherzo, veramente...

    Innanzitutto non è vero che chi ha i genitori divorziati ha problemi psicologi anzi... forse ce li avete voi figli di mammina e papino che avete sempre avuto tutto senza sudarvi nulla, mentre chi cresce con un solo genitore (perchè l'altro se ne strafrega) sà come rimboccarsi le maniche (anche facendo lavori umili come quelli della tua ragazza) per aiutare la famiglia in ogni circostanza. E nonostante questo io non ho mai sofferto perchè mio padre non è presente nella mia vita quindi non giudicare situazioni che non conosci. Seconda cosa: non è l'abito che fa il monaco e prendo per esempio proprio voi due come coppia: tu conoscerai il greco, il latino, avrai sicuramente un macchinone (comprato però dal papi) e i vestiti firmati...ma sei povero dentro. La tua ragazza invece si veste con i vestiti comprati dai cinesi, ha una fiat panda, ha la terza media... ma sicuramente conosce il sacrifico e l'umilità, cose che di certo all'università non ti insegnano.

    Ho letto cose raccapriccianti in questa domanda ed è per questo che mi auguro sia tutto uno scherzo perchè se non lo fosse proverei pena io per te...

  • Anonimo
    1 mese fa

    Se tu non fossi un troll ti direi che sei un ragazzo superficiale che non si merita una ragazza volenterosa che si rimbocca le maniche. Ma visto che sei un troll, non mi spendo in ulteriori parole

  • Anonimo
    1 mese fa

    conosco la gente di quel tipo da una vita e posso dire con certezza che uno dell'estrazione sociale che dici di avere non si sarebbe mai messo con una ragazza così, per cui penso che il tuo sia un racconto di fantasia

    poi robe tipo che è ubbidiente..cos'è un cane? che non è mai stata al ristorante e non sa usare le posate dai su..va bene che se se uno deve raccontarla almeno la racconti grossa, però così sei esagerato

  • ept
    Lv 7
    1 mese fa

    Fai bene a vergognarti, ma di te.

  • Anonimo
    1 mese fa

    Fermati un attimo a pensare... quello che ti dico potrà sembrarti banale ma penso sia più banale il considerarlo così banale.

    Hai una carriera davanti, una famiglia benestante e degli amici con delle ragazze che hanno fatto carriera, che hanno una vera e propria “posizione” e dei soldi nel portafoglio... per quale motivo ti sei messo proprio con questa ragazza così umile, così diversa dagli altri in un senso che tu ora, di fronte alla paura del giudizio, interpreti in modo negativo?

    Non vi conosco, ma dubito che se non provassi qualcosa di particolare nei suoi confronti ti saresti messo con lei. Hai detto che è una ragazza molto dolce, ne deduco anche fedele, un vero e proprio agnellino in senso positivo, una ragazza con sì poche esperienze ma con un cuore abbastanza grande da aver conquistato proprio te, uomo circondato da persone col successo tra le mani o in cerca di successo.

    Io penso che a te il fatto di avere proprio lei come ragazza vada bene, ma che ti stai preoccupando troppo di quello che pensano gli altri, hai paura che siano loro quelli a cui non vada bene, quelli che ti giudicano... ma magari non ci hai fatto nessuna figura di ***** e i tuoi amici non hanno pensato niente!

    E immagina se dovessi lasciare una ragazza per dei giudizi altrui che non ci sono mai stati...

    Io penso che potresti vedere la situazione da un punto di vista completamente diverso: 

    Di fronte a tutti i tuoi amici fidanzati con ragazze “in gamba” (nel senso con una posizione lavorativa ovviamente, anche se le due cose non sono sinonimi), tu sei l’unico fidanzato con una ragazza umile, una ragazza “al pian terreno”, UNA RAGAZZA COSÌ DOLCE CHE LA SUA POSIZIONE NON HA AVUTO IMPORTANZA... in un certo senso si può dire che hai la ragazza migliore, che hai la relazione migliore tra tutte quelle dei tuoi amici, perché il vostro rapporto hai la certezza che va oltre le apparenze, che non dipende da un castello di carta quale può essere la certezza lavorativa e del futuro e che quindi è interamente basato sulla sincerità, la sincerità del vostro legame. 

    Ora non conosco la situazione dei tuoi amici, però chi lo dice che il legame con la ragazza di uno di questo non sia maggiormente basato sulle aspettative di un  “futuro lavorativo (e quindi con stipendio) radiante insieme“? È questo il vero amore? È questo quello che cerchi?

    Io sinceramente penso che se i tuoi amici hanno un minimo di cervello loro stessi comprendono che sei tu quello che ci fa un figurone in ambito di relazioni.

    Guarda a mio parere le storie d’amore più belle sono quelle dove si collabora a vicenda, dove ci si aiuta, ci si sprona, dove non ci si abbandona mai... non ti conosco, questo lo puoi dire solo tu, ma penso tu possa avere una bellissima relazione “tra le mani” proprio ora. Ti parlo solo se ci tieni davvero, solo se davvero senti che c’è un legame abbastanza profondo con questa ragazza, se c’è questo, allora da una storia umile come questa possono derivare cose bellissime... 

    Se invece senti che non siete poi così tanto legati, non senti un’attrazione interiore che prescinde dallo status “esteriore” allora tutto cambia...

    Ma se avete un legame speciale non mollarla solo perché hai paura del giudizio dei tuoi amici, ricorda che potresti avere la relazione più bella tra tutti loro. E la ragazza più dolce, più sincera. 

    L’amore umile è quello che sboccia di più fra tutti.

    E poi se davvero la ami, saprai trovare un modo per migliorare la situazione, la spronerai a fare qualcosa, cercare un lavoro migliore con le risorse che possedete, chissà, magari anche farle vivere qualche esperienza in più.

    Se la ami non abbandonarla. Anche se alla fine l’amore è anche una scelta, anche un impegno... innamorarsi non è la stessa cosa di amare. Amare DAVVERO è una cosa che pochi fanno ma che porta tantissime soddisfazioni. Amare significa affrontare qualsiasi situazione insieme a testa alta, aiutarsi sempre a vicenda e non lasciarsi MAI sopraffare dall’ego, dai bisogni personali egoistici che rinsecchiscono tutta la gioia...

     il problema alla base di tanti divorzi e in generale separazioni è la mancanza di amore in questo senso.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.