Serena
Lv 7
Serena ha chiesto in Scienze socialiSociologia · 4 sett fa

Sai raccontare come ti sei sentito ad essere considerato ingiustamente 🤔?

Ciao a tutti 🤗

Aggiornamento:

Buddy, qualsiasi occasione. 

Aggiornamento 2:

Domanda segnalata e ripristinata 

Aggiornamento 3:

Domanda segnalata due volte e ripristinata 

Aggiornamento 4:

Domanda segnalata 3 volte. 

Aggiornamento 5:

Specchio grazie, le tue parole mi sono veramente utili. Grazie a te e a tutti. 

11 risposte

Classificazione
  • 4 sett fa
    Risposta preferita

    Mi è capitato pochissime volte, o forse di più ma evidentemente quelle che mi hanno toccata sono solo quelle poche (due). Provavo stupore, sconcerto, e - ma parliamo di anni fa - desiderio di fare chiarezza. Da qualche tempo a questa parte resto molto tranquilla, ho imparato a osservare a mente fredda certe situazioni (parlo anche di quelle due situazioni), e soprattutto, e questo mi rende veramente serena, non provo più nemmeno il più piccolo desiderio di spiegarmi, di ristabilire la verità dei fatti (neanche in circostanze di gravità minore, dove basterebbero due parole).

    La verità la ristabilisce solo il tempo.

    Quanto a chi ci ha considerati ingiustamente, se difetta di buonafede, nemmeno tutti i secoli e tutte le prove del mondo potranno convincerlo di essersi sbagliato.

    E se ci ha ingiustamente considerati, è capace di questa buonafede? Non credo.

    Vale la pena spiegarmi, perdere tempo, giustificarmi, se so di non avere nessuna colpa?

    La risposta è un franco no. Ma proprio no.

  • Serena
    Lv 7
    4 sett fa

    Segnala pure con comodo. 😝

  • 4 sett fa

    Ormai ci ho fatto il callo e non mi fa più nessuna impressione...

    Tanto, conosco a priori il motivo per cui questo accade...

    ovvero il mio rifiuto nel farmi sfruttare dagli altri.

  • 4 sett fa

    Credo che il giudizio non appartiene all'uomo per mancanza di elementi e, quando giudichiamo, può succedere che facciamo cadere i piani ai grossi. In questo caso ti devi aspettare le reazioni ai tuoi giudizi. Se ci metti che gli avari sono gli unici che calunniano, ti lascio immaginare le tonnellate di ... sotto le quali ti seppelliscono. Però la colpa è tua !

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 sett fa

    Molto incazzata

  • La prima reazione è lo scoramento e l'arrabbiatura con il mondo. Presto ci si accorge che il problema potrebbe, invece, partire da noi in quanto non siamo riusciti a comunicare agli altri le nostre vere intenzioni e/o i nostri pensieri.

  • Anonimo
    4 sett fa

    Perplesso, è l'aggettivo che più descriveva il mio stato d'animo.

    Ma più che di ingiustizia parlerei di totale disinteresse.

  • Mah! Non saprei perchè non mi ricordo per il semplice fatto che la maggior parte delle volte sono state considerato proprio giustamente. Ne più ne meno.

  • 4 sett fa

    Mi succede una cosa del genere da 3 o 4 anni a questa parte in un ambito che....... 

    E che vuoi che faccia, tiro avanti per la mia strada come se niente fosse.......sperando che prima o poi la verità venga ristabilita dai fatti, se non può esserlo dalle parole......

  • 4 sett fa

    🤔 ma in quale occasione?   

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.