Ma perché non riesco mai a farmi amicizie?

Ho 30 anni e vorrei tanto avere un gruppetto di amici gay per potermi confrontare, per avere un po’ di compagnia, per trascorrere un po’ di tempo insieme. Invece non riesco mai a trovare persone sincere, cordiali, aperte al dialogo. Trovo solo gente che vuole fare sesso, e se non ti dai, ti sfanculano. Non credevo che il mondo gay fosse tanto squallido. Voi che ne pensate?

6 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    Semplice, perché l'amicizia vera non esiste. Le persone ti ronzano intorno solo se sei sfruttabile, ma soprattutto se appari cioè se sei di bell' aspetto, indossi vestiti alla moda, sei fighetto e chi più ne ha più ne metta. Anche io sono gay come te. Ho fatto parecchie esperienze. E una cosa che ho capito è che alla gran parte dei gay oltre al sesso, guardano soltanto i muscoli e gli addominali. Se non fai parte di quella categoria Difficilmente ti considerano.

  • Anonimo
    1 mese fa

    Io non riesco a farmi amici perché non esco mai e non esco mai perché non ho amici. 

    Più sto solo, più sono triste. Le persone tristi non piacciono a nessuno. 

  • Anonimo
    1 mese fa

    Anche a me è sempre capitato questo. Chi mi ha voluto incontrare e rivedere non aveva l'intenzione di costruire un'amicizia con me, volevano skopare o avermi come fidanzato. Con alcuni ho pensato che fossero degli amici interessati all'amicizia e mi piaceva come mi trattavano. Poi ho capito che mi trattavano in quel modo perché avevano la speranza di riuscire a skopare o di frequentarni come fidanzato. Persa la speranza, sono diventati sempre più freddi fino ad allontanarmi del tutto. 

    Ma non credo che sia un problema del mondo gay. Funziona allo stesso modo anche tra gli etero. 

    Nei siti d'incontro ho accettato appuntamenti anche con ragazzi che sapevo non mi sarebbero piaciuti. L'amicizia non richiede che qualcuno ti piaccia fisicamente. Io invece sono sempre stato selezionato per il mio aspetto da chi all'amicizia non ci pensava affatto, anche se a parole diceva tutt'altro. 

  • Anonimo
    1 mese fa

    C'è stato un tempo in cui la sezione LGBT di answer era bellissima. C'erano tanti utenti che si riunivano ogni sera e trascorrevano il tempo rispondendo a valanghe di domande. Anche domande che non c'entravano nulla col mondo LGBT. C'era molto affiatamento. Ai tempi ci si poteva mandare messaggi privati e a volte capitava di intrattenere rapporti privati con alcune utenti.

    Per un breve periodo si era creato anche un modo per guardare dei film assiene. Alcuni proponevano titoli di film, li guardavamo ognuno per i fatti propri e poi venivano a parlarne qui. C'erano molti utenti soli nella vita che qui trovavano un punto di ritrovo. Progressivamente le perdono sono sparite perché la struttura del sito è fredda. Non è un social. Qui si è tenuti a fare domande e a dare risposte. 

    Oggi questa sezione è diventata un deserto. Si fanno pochissime domande e tutte uguali. Non esiste più gruppetto che si riconosca, non esiste più la maniera di mettersi in contatto. 

    Prova a ricostruire una comunità viva in questa sezione. Non si sa mai che col tempo ritrovi anche utenti delle tue parti o riesci a farti amici a distanza. 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    1 mese fa

    Si ho imparato da precedenti brutte esperienze a guardare l'insieme delle cose e non a focalizzarmi su un gruppo ristretto di persone con patturnie dalla mattina alla sera. Dal mio punto di vista dovresti frequentare una persona indifferentemente dal fatto che sia gay o etero, se invece ti focalizzi solo sui gay cosi' facendo non fai altro che restringere il campo delle possibilità.. a scapito dell'affidabilità di una persona.

  • Anonimo
    1 mese fa

    Secondo te invece tra etero le ragazze sono interessate all'amicizia? Le ragazze non parlano neppure con te se a loro non piaci. Il loro obiettivo è o trovare il futuro marito o farsi scopåre. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.