Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiSociologia · 1 mese fa

Se fossi testimone di un gesto violento per strada, cosa faresti?

1) Intervengo in tutela di chi sta subendo violenza fisica

2) Chiamo chi di dovere

3) Mi faccio li cazzï mia

20 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa

    Mi è capitato di trovarmi in situazioni difficili per strada: nessuno mi ha mai dato un minimo aiuto.

    Non solo, dato che il mio aspetto è da barbaro piuttosto massiccio, non piccolo, capelli lunghi...  a volte alcuni, senza sapere che cosa stava succedendo, mi urlavano contro, per dar manforte a quelli con cui stavo discutendo.

    Per la mia esprienza, i dati stastici riportano:

    persone che non mi hanno aiutato: 100%

    persone che mi hanno aiutato:  0%.

    Ora, se mi capita di  assistere ad un fatto violento, io rischio di prendere botte o coltellate o pallottole... per aiutare qualcuno che non mi darebbe nemmeno l' amicizia sui social???

    Io, per strada, vedo tutto, ma non vedo mai niente.

    Stanno pestando qualcuno?  Non ho visto.

    Se qualcuno mi offre soldi per aiutarlo, io valuto la situazione e posso accettare.

    Se non mi pagano, la cosa non mi riguarda.

    Mi hanno sempre negato ogni aiuto e le braghe, in ogni cosa della vita, ho dovuto tirarmele su da solo.

    Se le tirino su da soli anche loro o crepino, io me ne frego di loro!

    https://www.youtube.com/watch?v=neariMdUo9E

    Youtube thumbnail

    Fonte/i: www.facebook.com/marco.merani
  • 1 mese fa

    Mi è capitato.

    Stavamo in macchina con un amico, andando a fare una partita di calcetto, lungo la strada ho visto un ragazzo che discuteva animatamente con una ragazza e la strattonava.

    Il primo istinto è stato quello di pensare "chissà cosa avrà fatto lei per meritarsele......" 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣 (dai, sto scherzando.......)

     

    In realtà mi sono fermato subito, sono sceso dalla macchina e rivolgendomi a lei le ho chiesto cosa stava succedendo. Lui l'ha lasciata e si è rivolto verso di noi urlando di farci gli affari nostri e insultandoci, però non si avvicinava. Nel frattempo lei si è allontanata ed è scappata via.

    Visto che eravamo riusciti a distrarlo dalla ragazza e lei ormai era in salvo, siamo risaliti in macchina e ce ne siamo andati.

  • Serena
    Lv 7
    1 mese fa

    Chiamo la polizia.

  • 1 mese fa

    Chiamo il 118

    non rischio di essere accoltellato o altro

    se ritengo di poter con la mia forza fermare il violento lo faccio ( diciamo che poi devo dimostrare di aver agito per non consumare la violenza visto che sono stato cintura nera 3 DAN)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Crispo
    Lv 6
    1 mese fa

    La terza. Come posso prendere una parte, e di chi? Cosa posso saperne io.

  • 1 mese fa

    Valuto prima la situazione.Se capisco che non sarei capace di intervenire chiamo chi di dovere.

  • Anonimo
    1 mese fa

    Dipende, se son veramente pericolosi o mi faccio i càzzi miei o chiamo qualcuno (non faccio l'eroina di turno per rischiare la vita), se c'è una donna o un bambino in mezzo o uno che sta morendo sono più tentata dalla seconda opzione. Comunque non mi sono mai capitati episodi del genere.

  • wanial
    Lv 7
    1 mese fa

    mi e' capitato anni fa, e visto che molti assistevano senza intervenire sono intervenuta io, evidentemente sono rimasti meravigliati e si sono fermati, non credo che li possa avere spaventati, semplicemente meravigliati che altri, sopratutto uomini assistevano come davanti a dei pugili

  • 1 mese fa

    Avevo circa la metà degli anni che ho adesso, tornavo in macchina con mio fratello, dopo essere andati a fare delle foto sull'Etna, che era in eruzione e tracciava una bellissima linea di lava fumante sulla neve. Lungo le curve che portavano verso la statale, in uno dei paesi etnei a un certo punto si presenta la figura dall'espressione stravolta di un omaccione, che a braccia aperte ci esortava a fermarci. Abbassammo il finestrino  e l'uomo ci descrisse subito il suo dramma. Aveva parcheggiato un attimo il suo camion carico di mobili per salutare un amico, ma tornando il camion non c'era più. Lui era semplicemente un operaio, per cui il mezzo e il carico erano della ditta per cui lavorava. Era disperato, ci pregò di accompagnarlo, per tentare di recuperare il camion, che per via del pesante carico non sarebbe andato certo a gran velocità. Non ci fu il tempo per riflettere e iniziammo subito la corsa, continuando in discesa verso la strada statale, la direzione che avrebbe seguito con più probabilità. Per tutta la discesa non vedemmo neanche l'ombra del mezzo. Giunti al bivio sulla via Nazionale, guardando a sinistra intravediamo il camion, svoltiamo anche noi a sinistra per raggiungerlo. Per fortuna in quel preciso punto la strada si inerpicava un poco, per cui il mezzo pesante rallentava l'andatura. A quel punto con mossa poliziesca mio fratello compie un sorpasso andando a tagliare la strada al camion e bloccandolo, il nostro camionista scende con un balzo felino, apre lo sportello del suo camion lato guida, afferra il ladruncolo e lo trascina giù,  pio  reggendolo con la mano sinistra, con la destra lo  riempie di sberle a più non posso. Io e mio fratello guardavamo l'epilogo di quello che accadeva sotto i nostri occhi e che aveva tanto di cinematografico, ma all'epoca non esistevano ancora i telefonini...

  • Geo
    Lv 7
    1 mese fa

    Una volta raccontai, qui, di un episodio in cui "feci l'eroe" senza attributi necessari.

    In due parole, due tizi litigavano e uno dei due prese la catena.

    Ero così terrorizzato che qualcuno si potesse fare male che intervenni, correndo verso di loro.

    Quello della catena rinunciò e andò via.

    Io avevo addosso la muta del surf, stavo rientrando, ed ero tutto gonfio. Avrà pensato fosse uno forte, ma in quel momento, saturo di acido lattico, non ero in grado nemmeno di arrampicarmi su un muretto.

    Incoscienza, istinto, non si sa cos'è stato.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.