L'olio di oliva italiano perché costa di più di quello estero?

Perché è di qualità migliore, perché costa di più produrlo, perché è diffusa l'idea che il prodotto italiano è superiore a prescindere?

Attachment image

5 risposte

Classificazione
  • Sal
    Lv 5
    4 sett fa
    Risposta preferita

    Sono i costi di produzione che incidono sul prezzo finale, la frangitura viene effettuata entro le 24 ore per non acidificare l'olio sono vietati molti pesticidi dannosi  usati all'estero , la qualità non teme confronti con nessuno su circa 900 cultivar di olivo 500 sono originarie del nostro paese , ogni cultivar produce sapori e odori particolari che danno all'olio un gusto migliore.

  • Anonimo
    4 sett fa

    Il fatto è che nel mondo dell’extravergine ci sono tanti prodotti diversi, sia per il tipo delle olive usate, per la loro provenienza, per i sistemi usati in frantoio e per le caratteristiche organolettiche dell’olio. Non dimentichiamo, poi, il fatto che non produciamo abbastanza olio per soddisfare i consumi nazionali, l’utilizzo nell’industria alimentare e l’export. Infatti l’Italia ne produce circa 500mila tonnellate l’anno e altrettante ne importa, da Paesi diversi e con qualità differenti .

     Per quanto riguarda l’olio italiano, poi, la faccenda si complica ulteriormente perché abbiamo una struttura produttiva molto disomogenea e quindi costi, rese e standard qualitativi sono molto diversi da zona a zona. Si può comunque avere come punto di riferimento gli 8 euro al litro: sotto questa cifra (sconti e promozioni escluse) è difficile comprare un olio extravergine di oliva 100% italiano. L’extravergine con il miglior rapporto qualità/prezzo (circa 4-5 euro al litro) è quello ottenuto miscelando l’olio italiano con altri oli europei (come quelli spagnoli e greci) o con quelli tunisini, grazie a un recente accordo tra Ue e Tunisia. Riconoscerlo è facile perché l’origine delle olive deve essere ben visibile sull’etichetta della bottiglia. La maggior parte dell’extravergine di marca venduto nei supermercati è ottenuto così, miscelando olive di provenienza diversa. Del resto, quando si imbottigliano grossi volumi di olio, non si può rischiare di “saltare” la produzione perché nel proprio territorio non ci sono olive (comè successo, invece, nel 2014 ad alcuni olii Dop, come quello di Brisighella). Quindi le grosse aziende acquistano olive in tutti i mercati e le selezionano in base alle loro caratteristiche, in modo che, miscelandole, possano garantire ogni anno lo stesso prodotto. Un olio extravergine di marca deve infatti essere sempre uguale come profumo, colore e caratteristiche: la maestria sta proprio nel ricreare sempre lo stesso blend, raccolto dopo raccolto. E’ la capacità di creare blending a fare la differenza tra un buon extravergine e uno mediocre.

  • 3 sett fa

    Coltivare e raccogliere le olive costa molto (avete mai osservato le fasce con muretti a secco in Liguria?).  Mi diceva alcuni anni fa un piccolo produttore ligure che, a causa delle normative attuali, i produttori italiani come lui avevano dovuto cambiare molte apparecchiature non più a norma.  Dove erano finite queste apparecchiature?  Erano state vendute usate ed acquistate i paesi soprattutto del nordafrica, dove fanno l'olio con apparecchi che da noi non sono più ammessi.   Io acquisto solo olio italiano, controllando che sia dichiarato che è prodotto in Italia con olive coltivate in Italia, e spesso pretendo anche il monocultivar (quello ad es. di olive taggische).

  • ept
    Lv 7
    4 sett fa

    un modo per diversificare gli acquirenti.

    esistono due analisi fondamentali per l'olio, quella di purezza e quella di qualità.

    trovatemi una bottiglia in commercio che riporti queste analisi per il lotto contenuto e saprò la motivazione del maggior costo del prodotto.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 sett fa

    Esistono oli spagnoli di qualità eccelsa che costano un botto, circa 50 euro al litro; per non parlare dei famosi Jamon, sempre spagnoli, che sono una vera delizia, 200 euro al kg. Sono prodotti assolutamente eccellenti ai quali manca solo quella buona promozione pubblicitaria

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.