Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeFisica · 4 sett fa

Per definizione la traiettoria si riferisce solo ai punti materiali, ma anche un corpo rigido in movimento possiede una traiettoria, giusto?

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    3 sett fa

    Aggiornamento.

    Come previsto la capra dell'astronomia ha replicato con un secondo multiaccount (oubaas), mancano ancora @mg e altri... sempre del noto figlio di troi-a pedofilo Pietro Planezio.

    Oubaas (Planezio) + Yaya + mg  ha copiato l'immagine e il testo da

    https://www.youmath.it/domande-a-risposte/view/663...

    Ora attendiamoci una terza replica con @mg.

    Planezio, ma Pezzano Adriano è riuscito a far passare l'appalto truccato in affidamento fiduciario, contro le norme anticorruzione di Raffaele Cantone e le norme antimafia, da Roberto Maroni, Gallera e Attilio Fontana ?

    Spero di si.

    A Gioia Tauro faranno festa per la possibilità di riciclare...

    ______________________

    Yaya alias affiliato 'ndranghetista Planezio Pietro, Quinto Genovese, Antica Romana di Quinto 11/B, pluricondannato , affiliato al noto parente di un noto ndranghetista, ovvero Pezzano Adriano, Milano, Via Pietro Colletta 70, entrambi passibili di condanna per affiliazione mafiosa (20 anni)... ha nuovamente scrittto boiate.

    E' errata la definizione di traiettoria di un corpo rigido essendoci una Dinamica del corpo rigido che non si limita al moto rotatorio intorno al centro di massa.

    http://www.dmf.unisalento.it/~panareo/Dispense_di_...

    "Moto di un corpo rigido

    Trattandosi di un corpo esteso, il moto  di  un  corpo  rigido  è  determinato dalle forze esterne che agiscono  su  di  esso  e  sono,  in  generale,  applicate  in  punti  diversi  del  corpo.  L’insieme  delle  forze  agenti  è  caratterizzato  da  una  forza  risultante  ()extFG  e  da  un  momento  risultante  ()extτG indipendenti tra  loro.  Inoltre,  mantenendosi  invariate  le  mutue  distanze  tra  le  particelle  che  lo  compongono,  il  lavoro  delle  forze  interne  al  corpo  rigido  è  nullo,  per  cui  è  solo  il  lavoro  delle  forze  esterne  a  produrre la variazione dell’energia cinetica del corpo rigido. Pertanto, in quest’ambito di studio, non è necessario distinguere le forze interne da quelle esterne, essendo solo queste ultime a determinare la  dinamica  del  corpo  rigido  e  si  farà  a  meno  dell’indicazione  ""ext  in  corrispondenza  dei  vettori  che stabiliscono la dinamica del corpo. "

    In sintesi esiste una definizione di moto per i corpi rigidi e non solo per i  punti materiali e tale moto puo' anche essere traslatorio.

    Yaya alias Planezio Pietro... ora attendo ulteriori sbrodolate con i tuoi multiaccount :

    @mg

    @oubaas

    @42

    @gramor

    anonimi vari(oltre ad insulti e minacce di morte, tipiche di un afffiliato ndranghetista di Gioia Tauro).

    Mannaia 'a mar0nna....

    Planezio, il tuo amichetto  Pezzano Adriano ha incontrato Roberto Maroni ?

  • mg
    Lv 7
    3 sett fa

    Se consideri il corpo rigido come un punto e la sua massa tutta concentrata nel baricentro, puoi definire la traiettoria del baricentro del corpo come se fosse un punto materiale.

    Se invece il corpo è esteso, non omogeneo e ruota, ogni suo punto segue una traiettoria diversa.

    Pensa ad una bicicletta che si muove di moto rettilineo.

    Le sue ruote seguono una traiettoria che è la somma di un moto circolare e di un moto rettilineo.

  • oubaas
    Lv 7
    4 sett fa

    Con riferimento alla curva sottostante , se un corpo od un punto si spostano da P1 a P2 , la traiettoria percorsa è la curva in rosso , ovvero l'insieme dei punti che la posizione del corpo assume istante per istante .

    La traiettoria è, quindi,  una sola mentre i punti intermedi sono infiniti 

    Attachment image
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.