Quanto "campo" lasci...all' immaginazione quando si tratta di formulare i tuoi pensieri🌟?

Spiego.

Quando formuli i tuoi pensieri, vedi la realtà nuda e cruda, oppure li "condisci" con l'immaginazione?

Ispirato dal pittore Paul Cézanne.

Egli volle dipingere la realtà "non come "appariva" ai suoi sensi,quelle emozioni o percezioni che ci portiamo dalla nascita, ma quello che realmente"vedeva".

 ✓Io l'ho scoperto con tanta fatica e ho dipinto in superfici, perché non dipingo nulla che non abbia visto e quello che dipingo esiste»

(Paul Cézanne)

Attachment image

14 risposte

Classificazione
  • 4 sett fa

    I pensieri sono le creazioni della nostra mente, perciò ognuno pone in essi il proprio mondo...che sia reale o illusorio è parte di noi e noi lo stiamo considerando il più reale dei mondi possibili.

    " Questa intera creazione é essenzialmente soggettiva ed il sogno é il teatro dove il sognatore é allo stesso tempo la scena, l’attore, il suggeritore, il direttore di scena, il manager, l’autore, il pubblico e il critico."  (Carl Gustav Jung)

  • Serena
    Lv 7
    4 sett fa

    Vedo ogni cosa da miope, dolcemente sfumata e tali sono i miei pensieri. Vedo la realtà attraverso le sfumature. 

  • Paolo
    Lv 7
    4 sett fa

    GUARDO I FATTI, LA REALTA' NUDA E CRUDA , L'IMMAGINAZIONE NON CENTRA.....................!!!!!!!!!!!

  • Tu invece?       

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    4 sett fa

    Pensieri sempre conditi con l'immaginazione, specialmente quando sogno, robe turche! Aveva ragione Freud...

  • wanial
    Lv 7
    4 sett fa

    spesso i miei pensieri li circondo di altri pensieri immaginari , gradevoli , meglio trovare qualcosa di piacevole e ottimistico, e'quello che ci fa andare avanti

    buona serata

  • Blu.
    Lv 7
    4 sett fa

    Lascio pochissimo spazio all'immaginazione

  • Anonimo
    4 sett fa

    "L’immaginazione è la prima fonte della felicità umana"

     (cit. Giacomo Leopardi)

    Lascio ampio spazio all'immaginazione. L'immaginazione mi permette di creare cose e mondi che non esistono, ma non per questo meno reali della vita che consideriamo reale. Tutte le opere dell'uomo siano nate da un sogno, da un'intuizione.  Anche le mie opere personali, nascono dai sogni. Mi realizzo e  raggiungo gli obiettivi, solo se prima ho immaginato di poterlo fare, e creato il percorso per farlo. Chi ci vieta, insomma, di andare dove ci pare?

  • Sal
    Lv 5
    4 sett fa

    Non c'è realtà permanente ad eccezione della realtà del cambiamento; la permanenza è un'illusione dei sensi.

    Eraclito

  • Leo
    Lv 4
    4 sett fa

    Non sono un sognatore, non ho finalità, ho poca immaginazione e cerco di vedere le cose dentro, come sono realmente. Secondo me ci riesco, ma non so se è un vantaggio. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.