Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 4 sett fa

Hahahahaha la storia si ripete. I positivi asintomatici covid19, quindi sani, trattati come sieropositivi?

8 risposte

Classificazione
  • V
    Lv 4
    4 sett fa
    Risposta preferita

    Gli asintomatici NON esistono. Sono solo un'invenzione.

    Sono persone perfettamente sane che NON trasmettono alcuna malattia. Sono utili a mantenere in piedi uno stato di emergenza senza che ci sia un'emergenza reale.

    Esistono i portatori sani, persone che si sono infettate, che portano un ceppo virale morto nell'organismo e non contagiano. Solo i malati contagiano.

    Gli asintomatici esistono nelle malattie parassitarie.

    Es. Malaria. Una zanzara africana infetta ti può pungere e trasmettere il plasmodio, ma attivarsi a distanza di mesi. O lo strongiloide.

    Un uomo di 60 anni stava per morire per via di un verme che ha avuto nello stomaco da quando aveva 6 anni. I parassiti ibernano.

  • Anonimo
    4 sett fa

    Gli asintomatici per quanto possano risultare "sani" possono diffondere il virus.

    Basterebbe studiare un minimo di biologia. 

  • Anonimo
    4 sett fa

    Punto primo, non sai neanche la differenza tra positivo e sieropositivo, il che la dice lunga su quanto te ne intendi di questo argomento. Invece di ridere come uno sciocco, vai a scuola e studia. Mi sembrate tutti avventori del bar sport, a cominciare da V che sputa sentenze, giusto su Yahoo answer. 

    Siccome farebbe la figura del pirla da altre parti, questo è il suo ambiente ideale, tra tredicenni che sparano un sacco di fregnacce. Qui si sente come un medico chirurgo e può far sguazzare la gente nell'ignoranza. Il boss dei tredicenni perditempo!

    V, medico dei miei stivali, gli asintomatici possono manifestarsi in qualsiasi tipo di malattia. Spiegami quali sarebbero "solo le malattie parassitarie". Quelle dovute ai parassiti posso supporre (non è facile interpretare le parole di un totale ignorante in materia, perchè solo lui sa quello che gli passa per la sua mente vuota, o al massimo riempita di concetti astrusi pescati da wikipedia). In qualsiasi malattia infettiva, ovvero dovute quasi sempre a virus e batteri, può esistere il paziente asintomatico che lo può essere per un breve come per un lungo periodo.

    (Lo sai che cosa è un virus? Un virus è un parassita intracellulare, quindi sei talmente ignorante in materia, che confermi la teoria dell'asintomatico proprio mentre cerchi di smentirla!!)  

    Ma questo non ne diminuisce l'infettività, anzi, sono i più pericolosi proprio perché essendo asintomatici possono diffondere la malattia senza volerlo. 

    Guarda che non sto esprimendo un concetto complesso, è l'ABC della medicina, la prima cosa che studi, chiedilo pure anche ad uno studente del primo anno di medicina, anche se temo non ne conoscerai nessuno, perché il tuo livello culturale dimostra che al massimo frequenti gente che gioca a briscola al bar.

    Questo è un concetto consolidato ben prima dell'avvento del Coronavirus, in tempi non sospetti, quando tipi come te non erano medici, ma esperti di videogiochi o tuttologi che si occupavano del caso del momento, che poteva essere l'omicidio di turno, gli attacchi dei dobermann, lo stupro di gruppo, o il mondiale di calcio. Ai tempi insomma in cui tu eri psicologo, criminologo, studioso del comportamento animale, allenatore della nazionale, a seconda delle notizie che passavano al TG.  

    Se non sapete le cose tenete per voi la vostra ignoranza e non diffondetela come un virus, perchè l'ignoranza che tu stai diffondendo è mille volte più pericolosa del virus. Curati da solo, studiando, ed evita di diffonderla, con le tue uscite da medico wikipediano dei miei stivali. 

  • 4 sett fa

    Trattare chicchessia come un lebbroso non ha senso, nemmeno i malati di AIDS per l'appunto.

    Ma non facciamo confusione. Una persona positiva ma asintomatica è comunque infetta, e può, quindi, infettare. Non ci sono ancora studi a sufficienza per dire precisamente quanto, rispetto magari ad una persona che ha sintomi, ma quella è una distinzione irrilevante.

    è bene, quindi, che queste persone siano tenute a mantenere comportamenti ed isolamenti tali da prevenire un ulteriore espandersi dell'infezione.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    4 sett fa

    i positivi sono contagiosi come gli altri, caro coniglietto leghista....

  • 4 sett fa

    Gli asintomatici sono malati a tutti gli effetti, e possono trasmettere il virus. Evidentemente tu pensi di saperne più degli scienziati, dei medici ecc.

  • BASTA
    Lv 7
    4 sett fa

    Occhio al karma...

    Quando verrai contagiato e ti intuberanno, ci farai la cortesia di postare un video per farci godère? 

  • Ragno
    Lv 4
    4 sett fa

    Spero che ci sia qualcuno che vi paghi per sparare tutte ste minkiategalattiche.

    C'è chi ti augura di ammalarti, io spero propio di no, visto che probabilmente andresti in giro a sputacchiare dicendo che il virus non esiste, che al massimo ha una mortalità del 1%, insomma ti trasformeresti in una macchina da infezione seriale.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.