gigi ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 4 sett fa

POTREI AVERE LA TRADUZIONE?

Seneca quid de philosophia senserit ex eius libris, praecipue ex epistulis quas Lucilio scripsit, iudicare possumus. Putat enim philosophiae partes esse duas, quarum altera homines docet quid in terris agendum sit, altera quid agatur in caelo. Etenim qui philosophiae attente student errores suos discutiunt, caliginem vitae excedunt et ex tenebris eo perveniunt, unde lux hominum mentibus lucescit. Cum ergo secretiora philosophiae intravit, homo discit quae universi materia sit; quis auctor aut custos eius fuerit; quid sit deus, totusne in se tendat an etiam ad nos aliquando respiciat; faciat ille cotidie aliquid an semel omnia creaverit. De providentia quoque disputant philosophi: utrum deus mundo et hominibus provideat an beatam aetatem et securam, penitus a mortalibus seclusam, degat, omniaque in universo caeco casu fiant an voluntate divina vel mente quadam intelligenti et ratione praedita regantur

URGENTE PER DOMANI MATTINA

10 PUNTI A CHI RISPONDE PER PRIMO

 grazie mille in anticipo

1 risposta

Classificazione
  • 4 sett fa

    Possiamo giudicare cosa Seneca pensasse della filosofia dai suoi libri, e specialmente dalle lettere che scrisse a Lucilio. Ritiene infatti che le parti della filosofia siano due, delle quali l'una insegna agli uomini cosa si debba fare sulla terra, l'altra ciò che si faccia in cielo. Pertanto coloro che si dedicano attentamente alla filosofia dissipano i loro errori, fanno svanire la nebbia della vita e dalle tenebre giungono là dove la luce brilla alle menti degli uomini. Quando dunque è penetrato nei recessi più segreti della filosofia, l'uomo apprende quale sia la materia dell'universo; chi sia stato il suo artefice o il suo custode; cosa sia Dio, se sia tutto rivolto in se stesso o se talvolta guardi anche verso di noi; se faccia qualcosa ogni giorno o se abbia creato tutte le cose una volta per tutte. I filosofi discutono anche sulla provvidenza: se Dio provveda al mondo e agli uomini o se trascorra un'esistenza felice e sicura, completamente separata dai mortali, e se tutti gli eventi avvengano nell'universo per un cieco caso o per volontà divina o se siano governati da una mente intelligente e dotata di ragione.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.