Rita ha chiesto in SaluteOdontoiatria estetica · 2 mesi fa

Completare Devitalizzazione molare dolorante?

Buongiorno ragazzi,

Due settimane fa ho iniziato una devitalizzazione di un molare già precedentemente otturato ( il sesto inferiore arcata destra) che doveva svolgersi in 3 sedute. La prima va tutto bene (piccole dolenzie), la seconda a distanza di 2 giorni sembra andar bene ma il giorno dopo inizia un fastidio continuo a cui devo porre rimedio con FANS. Cosi dopo il weekend vado dal dentista, dicendo che mi faceva male e non me la sentivo di chiuderla e cosi lui la riapre, usa di nuovo quegli aghetti, fa delle lastre e dice che tutto è a posto e che 2 giorni dopo l'avrebbe chiusa.Per problemi sono stato fuori città fino a lunedi e quindi non sono potuto andare, ma ho notato che i primi due giorni avvertivo solo una piccola dolenzia, poi venerdi, sabato e domenica di nuovo dolore forte. Lunedi (2 giorni fa) riferisco questo e lui dice che è normale e che miglioramenti ne avrò solo al termine del trattamento e uindi mi da appuntamento a oggi per la chiusura.

Il dente ora mi è molto dolente, non riesco a mangiarci sopra, e mi fa male se lo tocco e mi fa male molto anche se tocco la gengiva (quella bassa, più lontana dal dente e più vicina all'osso della faccia diciamo). Io oggi riferirò il tutto, ma è normale chiudere un dente cosi dolente? Grazie

Ps. Non so se può servire, ma un mese fa ho estratto dente giudizio della stessa arcata, con complicanza di dolore post estrazione per 2/3 settimane. Sia estrazione che devitalizzazione 3 settimane dopo, ho preso klacid per 5gg.

Aggiornamento:

Sinceramente non vorrei estrarmi un dente che a detta sua ( con opt e endorali fatte ) non ha problemi. Ovviamente il dolore rimane, ma vorrei accertarmi che togliendolo effettivamente svanisca il dolore

Aggiornamento 2:

Grazie Luca per i dettagli della risposta esauriente. Ovviamente così farò, prima di farlo estrarre mi attivero per avere la certezza che sia unica cosa possibile. Ma se c'è la necessità di estrarlo, c'è una diagnosi di conferma appartw il mio dolore? 

Ps. Oggi anche se è dolorante devo comunque procedere alla sigillatura dei canali?

Aggiornamento 3:

In più, non so se possa servire, quando apre il dente e rimuove oltre al cementino anche l'ovatta, il dente emette un odore molto sgradevole

5 risposte

Classificazione
  • Luca
    Lv 7
    2 mesi fa

    Dire qualcosa sul TUO specifico caso clinico è inutile senza poter valutare dal vivo dente e lastre. Solo uno sprovveduto lo farebbe. Ti posso però dare dei riferimenti generali per valutare la situazione.

    1. L'endodonzia ( o terapia canalare) si fa in UNA UNICA SEDUTA (più quelle per la ricostruzione, conservativa o protesica). Di più non serve. Solo in casi particolarissimi e molto rari c'è bisogno di una seduta intermedia. Tutti casi ben definiti dalla letteratura. Fuori da questi rari casi, di solito chi non usa una unica seduta è perché usa tecniche antiquate ed obsolete, spesso con sostanze (mummificanti e simili) che oggi sono VIETATE dalla legge. 

    2. Durante ed al termine della cura canalare, il dente deve essere assolutamente asintomatico. Al massimo può esserci una leggera dolenzia, ma nulla di che. Ogni altra cosa che sia più di una dolenzia è indice che qualcosa non sta andando per il verso giusto. In questo caso occorre rimettere le mani alla cura canalare, o nel peggiore dei casi estrarre il dente. Purtroppo la terapia canalare non è una scienza esatta, e non sempre - per vari motivi, anche del tutto indipendenti dalla bravura del dentista - i risultati sono quelli desiderati.

    3. Un dente che fa male HA dei problemi. Il fatto che il dentista non li vede, non significa che non ci sono.

    4. Senon ti fidi del dentista, da parte tua però puoi ( e forse DEVI ....) sicuramente andare a fartelo controllare da altri dentisti, per avere altri pareri. Ma alla fine se tutti ti dicono che il dente non si può salvare, dovrai estrarlo.

    PS - rispondo alle tue addenda

    1. il dolore NON E' MAI una base su cui fondarsi per fare diagnosi ( o per lo meno NON DA SOLO)

    2. La sigillatura dei canali si fa solo quando l'aspetto ed il contenuto dei canali radicolari ci dice che sono perfettamente detersi e disinfettati, non c'è gemizio di liquidi, non c'è dolore o dolenzia.

    3. se all'apertura fuoriesce un cattivo odore, lo capisci da solo ..... QUALCOSA lo provoca ........ occorre rimuovere quello che lo provoca (se ci si riesce),oppure ..... si rimuove il dente .....

  • Anonimo
    2 mesi fa

    Ma come! Alcuni giorni orsono ti chiamavi "domenico.devivo" ora ti chiami "Rita"

    ( escludo a priori che vi siano due casi assolutamente identici di due persone che fanno la stessa domanda sullo stesso dente!). Hai forse subito un intervento di cambiamento di sesso o sei un trans??

  • Anonimo
    2 mesi fa

    sta marcendo tutto....per questo senti na tanfa che manko lu kulo di zinna lo batte. due sberle sui cojoni e ti passa il mare per priorità.vedi tu..

  • Anonimo
    2 mesi fa

    bho strano, il mio dentista fa tutto inuna seduta, anche due o tre denti per volta, ed è molto bravo

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    2 mesi fa

    E cavatelo no? Via il dente e via la dolenza.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.