Gloria ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 3 sett fa

Beata la gente che ha voglia di coltivare delle passioni, a me piace cucinare, ballare, ma non mi va di approfondire nulla... ?

Poi mi lamento che non so di cosa parlare con gli altri, certo! non mi va di fare cose nuove, mi sento quasi apatica e avrei voglia solamente di uscire fuori e vedere posti nuovi con qualcuno, stare in casa mi irrita e non mi va di fare cose in casa, secondo voi dipende anche dal fatto che sono quasi sola questa mancanza di voglia di fare cose nuove o coltivare qualche passione? Sono una ragazza gentile e rispettosa ma mi sento noiosa ogni volta che devo uscire perchè non saprei cosa raccontare e mi sento inutile ogni volta. 

13 risposte

Classificazione
  • 2 sett fa

    Direi che stai in uno stato depressivo, ma non necessariamente ciò comporta il disturbo depressivo. Penso , però, che hai sviluppato una forma di ansia sociale (timidezza?).

    La tendenza a non approfondire è spesso il risultato del mancato apprendimento di modelli comportamentali e mentali dovuto al fatto di essere cresciuti in ambienti anassertivi (soprattutto in famiglia) in cui l'infante o il/la fanciullo/a non è stato stimolato alla ricerca, all'esplorazione. Così non si sviluppa una curiosità attiva verso le cose e/o la conoscenza.

    Col manifestarsi delle ansie sociali, poi, le difficoltà a interagire comportando uno stato psicologico di sconforto (spesso inconscio) inducono una sorta di demotivazione generalizzata. Il risultato è che non si ha voglia di...

    Non facendo esperienze quotidiane di vita o di conoscenze, al di là della quotidianità materiale del "sopravvivere", del trascinarsi giorno dopo giorno, non hai cose da raccontare, condividere con gli altri.

    Ovviamente, non esercitando la condivisione delle esperienze o delle conoscenze, diventi fuori "allenamento".

    A questo va aggiunto il fattore primario che conduce a questa condizione: avere una o più cognizioni inconsce sul sé (credenze di base) che hanno come contenuto l'idea di un sé inadeguato (i temi dell'incapacità, inabilità, inferiorità, nullità).

    Tutti questi fattori interagiscono fra loro generando un circolo vizioso in cui i sistemi emotivi e cognitivi restano intrappolati.

    Il problema del cosa dire, in sé, si risolve con l'apprendimento di tecniche di conversazione e comunicazione che funziona solo se a tale apprendimento  segue un lungo periodo di esercitazione nell'uso di quelle tecniche.

    L'ideale sarebbe abbinare una psicoterapia cognitivo comportamentale e l'apprendimento di modelli e tecniche di comunicazione.

    Tutto ciò sarebbe bene accompagnarlo da pratiche motivazionali.

    https://www.addio-timidezza.com/2019/07/lorigine-d... (L’origine della timidezza: la cognizione)

    https://www.addio-timidezza.com/2019/08/i-pensieri... (I pensieri strutturali del sistema cognitivo e loro gerarchia)

    https://www.addio-timidezza.com/2019/09/le-credenz... (Le credenze di base)

    https://www.addio-timidezza.com/2019/03/se-la-pers... (Se la persona timida dice: quando sto con gli altri non so cosa dire)https://www.addio-timidezza.com/2019/04/un-problem... (esprimersi con efficacia)

    http://www.addio-timidezza.com/2011/03/la-psicoter... (caratteristiche della psicoterapia cognitivo comportamentale )

    http://www.addio-timidezza.com/2011/03/la-psicoter... (come si snoda la psicoterapia cognitivo comportamentale)

    https://homomentis.it/paginedivendita/imparare_a_e... (Imparare a Esprimersi - Manuale di comunicazione)

  • Anonimo
    3 sett fa

    Sforzati ad appassionarti a qualcosa,l'apatia è deleteria.

  • John
    Lv 4
    3 sett fa

    Uscire fuori e vedere posti nuovi con qualcuno è un proposito più che interessante. Non sei noiosa.

  • 2 sett fa

    Cucinare e ballare sono già buone passioni 

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Key
    Lv 7
    3 sett fa

    Io non so se la mia sia mancanza di voglia oppure proprio non riesco. Condivido con te una certa passione per la cucina, ma fatico a coltivarla. Può influenzare anche l'ambiente credo, trovare qualcuno che si interessi allo stesso argomento potrebbe essere un vantaggio.

    Per me ti manca qualcuno che ti dia la motivazione giusta.

  • Paolo
    Lv 7
    3 sett fa

    A ME PIACCIONO TANTE COSE, MA PER LORO NON VOGLIO DIVENTARE MATTO....................!!!!!!!!!!!!!

  • Anonimo
    3 sett fa

    Tanto approfondirle non servirebbe a nulla. Ecco se ti capita giusto a parlarne, ma non ne vale la pena tutto è presto dimenticato, e poi alla gente importa di altre cose: soldi, sesso, farsi i comodi propri.

  • Anonimo
    3 sett fa

    Te la fai venire la voglia e il problema è risolto

  • Anonimo
    3 sett fa

    Alcuni hanno il dono naturale, se così si può chiamare, di rendere interessante la loro vita anche se non li accade nulla di particolare; sono estremamente logorroici e sanno essere simpatici. Altri come te, come me, non hanno questo dono. Pazienza. Non sono capace di raccontare storie interessanti, né di far ridere, quindi invece di parlare, ascolto. 

  • 3 sett fa

    Ce la farai, fatti coraggio e goditi quello che trovi davanti senza buttare via il tuo tempo Gloria

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.