Anonimo
Anonimo ha chiesto in Affari e finanzaAssicurazioni · 2 mesi fa

come funziona l'assicurazione perdita autosufficienza...??

Stavo pensando ad una assicurazione calcolando questi fattori:  mettiamo caso che una persona che vive da sola e che spende molto poco e risparmia molto (quindi un gruzzoletto d'emergenza lo fa) , la sottoscriva spendendo 50 euro al mese  per 25 anni (quella visionata da generali) circa un totale di 15000 euro . Loro promettono una "rendita" di 1000 eruo al mese , in caso ovviamente di perdita di autosufficenza , ma se un non autosufficente , vivesse piu di un anno e mezzo , l'assicurazione perderebbe tutto poiche dovrebbe continuare a fornire la rendita a vita ...quindi cosa ci guadagna??è un aiuto temporaneo? perche altrimenti basterebbe avere un po di soldi da parte . non capisco

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    2 mesi fa
    Risposta preferita

    Le compagnie di assicurazioni non sono enti di beneficenza. Fanno i loro calcoli, nel calcolo dei premi tengono conto della speranza media di vita, delle probabilità statistiche di diventare non più autosufficiente, ecc. ecc.

    Per la Polizza "perdita autosufficienza" 

    tu immagina che venga stipulata da 10.000 individui dei quali solo 500 perdono l'autosufficienza. Questi 500 riceveranno quanto pattuito ma tutti gli altri 9.500 avranno pagato per niente il premio. E' con questo denaro che la compagnia riesce a indennizzare i 500 sfortunati. 

    il "trucco" sta nel fatto che tu non sai se diventerai non più autosufficiente mentre la Compagnia lo sa perfettamente (non di te personalmente, ovvio,  ma sa quanti diventeranno non autosufficienti ogni 1.000 persone che hanno superato una certa età - sono dati statistici che servono alla compagnia per calcolare di quanto deve essere il premio da farsi pagare per restare sempre in attivo)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.