Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoOrganizzazioni internazionali · 2 mesi fa

Perché c'è gente che arriva da paesi poveri in guerra e si rifà una vita in Europa, mentre io non riesco a spostarmi neppure di regione?

Io vorrei cambiare regione o addirittura stato, rimanendo in Europa. Per me è difficilissimo. Io di fatto sono povero quanto questa povera gente che arriva da paesi poveri e in guerra. Nonostante io lavori, se non ci fossero i miei genitori non arriverei neppure alla metà del mese. Non ce la faccio a pagarmi un affitto. Senza di loro io sarei a tutti gli effetti un senzatetto. 

Come faccio a chiedere aiuto per cambiare la mia vita? 

Non dite reddito di cittadinanza. Non è dignitoso. Voglio avere una mia indipendenza contando su un lavoro che mi permetta di vivere. 

Aggiornamento:

Ho già una laurea. Non ho un soldo da investire per il mio futuro. Non posso decidere di lavorare part-time. O tutto o niente. Ma senza niente non avrò neppure quei due spicci che ho adesso. 

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    2 mesi fa

    Laureati (una laurea buona spendibile subito nel mercato del lavoro), impara le lingue, vai all’estero e trovati un lavoro ben pagato.

    Ah aggiungo, probabilmente ora vivi da solo, giusto? Ti consiglio di lasciare il lavoro o lavorare part time (o magari solo nel weekend) e intanto vivere con i tuoi (o se riesci fatti assegnare un alloggio all’università se hai l’isee basso o con una borsa di studio per merito), al contempo studi, vai all’università.

    Impiega questi anni a prendere una buona laurea, sarà un investimento importante per il tuo futuro. Contemporaneamente impara bene le lingue.

    O nel caso fai come me: studia mediazione linguistica se ti interessa, impara bene le lingue nella triennale facendo anche vacanze studio all’estero e magari Erasmus (ci sono anche le borse di studio), poi una volta laureato vai in Danimarca e prendi una magistrale (in inglese) buona (perché in Danimarca? Perché là l’università è gratis e lo Stato danese offre uno stipendio mensile di 800€ agli studenti). Specializzati in qualcosa di spendibile subito nel mercato del lavoro. Ad esempio io studierò per prendere la magistrale in economia aziendale (con l’obbiettivo di lavorare magari in azienda all’estero), lingue ed economia è una combo perfetta. 

    Insomma ci sono tante strade. Non demordere.

    Alla fine l’importante secondo me è studiare e laurearsi per poter trovare un lavoro dignitoso e fare una vita dignitosa. Senza la laurea che cosa si potrebbe fare? Il lavapiatti? Il cameriere? Il barman? Magari sottopagato e in nero. Questa non è vita.

    Davvero, ti consiglio di studiare, laurearti, crearti delle basi solide per il tuo futuro e vivere la tua vita in modo dignitoso. Ne varrà la pena. L’università è un investimento per vivere dignitosamente, se non in Italia sicuramente all’estero.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.