Se il lavoro nobilita, come mai i nobili sono degli sfaccendati?

Aggiornamento:

Marco, ma senza lavoro come fa una persona normale a campare? Rubare non se ne parla, anche se si vive gratis con vitto ed alloggio, ma si sta sempre nello stesso luogo angusto. I cosidetti capitalisti lavorano anche 16/18 ore e vogliono far fruttare il loro capitale investito, capitale investito che deve essere aumentato dal capitale umano, un cerchio che a volte si chiude ed a volte rimane aperto. Se si è scelto un sistema che non va, bisogna abbatterlo, sperando che il nuovo non sia peggiore.

Attachment image

1 risposta

Classificazione
  • 2 mesi fa

    Quando i Tedeschi hanno messo la scritta "Il lavoro rende liberi", tutto il mondo si è scandalizzato.

    "Il lavoro nobilita" è una balla identica, eppure a tutti piace crederci e la tirano fuori con orgoglio, vantandosene.

    Poi andiamo a vedere quanta gente muore in incidenti sul lavoro, quanti si ammalano in modo anche gravissimo; quanti hanno un terribile logoramento fisico...

    I più  fortunati, in cambio di 40 anni di vita, riescono a pagare il mutuo dell' alloggio in cui vivono.

    Quelli che vivono meglio, sono quelli che lavorano pochissimo o niente.

    Vivono meglio sotto ogni punto di vista; hanno sempre il meglio nelle comodità, nel cibo, non hanno preocupazioni...  certo loro ti vengono a raccontare che dirigere una mukltinazionale crea tante preoccupazioni, ma non sanno che vuol dire non avere i soldi per l' affitto e finire in mezzo ala stada, con la moglie che se ne va, torna dai suoi con i bambini e non li riverai mai più.

    Andiamo a vedere l' età media a cui muoiono i milionari e i lavoratori delle fonderie e vediamo subito quanta nobiltà c'è nel lavoro.

    Fonte/i: www.facebook.com/marco.merani
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.