Coronavirus. Vorrei rivolgere questa domanda in particolare all'utente V, ma ovviamente è aperta a tutti. Come vi spiegate ciò?

domanda rivolta in particolare a chi crede che il virus sia una truffa globale al fine di instaurare man mano una dittatura

analizziamo com'era la situazione dei decessi giornalieri prima del coronavirus

(sarebbe interessante anche analizzare il numero dei ricoverati in terapia intensiva che c'era prima, proverò a fare delle ricerche, ci ho pensato solo ieri a questa riflessione che vi farò ora)

il numero normale giornaliero di morti in Italia, da decenni, è circa 250

non ci interessano le cause ora 

250 circa al giorno, per qualsiasi causa 

ora, finchè rimaniamo all'interno di questo numero, tutto potrebbe essere

esempio, oggi 29 morti (cioè 29 morti che erano ANCHE positivi al coronavirus, può benissimo essere così), questo potrebbe indicare (potrebbe!) semplicemente che l'11-12% della popolazione è infetto 

se pure salissimo a 50-60 morti giornalieri, potrebbe (sempre potrebbe!) significare che il 20% o poco più della popolazione è ormai infetto

ma se, come nel caso dei mesi di marzo e aprile, in cui siamo arrivati anche ai quasi 1000 morti al giorno (quando, vi ricordo, devono morire circa 250 persone al giorno) come si fa a dire che non c'è un problema?

capite cosa voglio dire?

Aggiornamento:

se devono morire, per qualsiasi causa, circa 250 persone al giorno e ne muoiono 20-30-50-60........voglio dirla grossa, anche 100! persone che erano positive al coronavirus, potrebbe anche essere un dato sulla percentuale di popolazione infetta

ma se devono morire circa 250 persone al giorno........e all'improvviso ne cominciano a morire 900........c'è qualcosa che non va!

Aggiornamento 2:

ora non voglio allarmare nessuno, ma questi morti di oggi sono i morti sul numero di contagiati di un paio di settimane fa almeno

Aggiornamento 3:

comunque tra 2 o 3 mesi faremo luce su questa questione, cioè come stanno davvero le cose ora

Aggiornamento 4:

sei sicuro? un sito che faceva vedere la popolazione italiana in tempo reale faceva vedere intorno ai 250 morti al giorno

vedrò meglio comunque

Aggiornamento 5:

sì, giusto

Aggiornamento 6:

grazie mille V per la tua risposta, ho letto tutto

5 risposte

Classificazione
  • 2 mesi fa
    Risposta preferita

    Senza offesa, eh, ma ti ha già risposto l'anonimo, hai fatto tutta una tiritera (quasi) peggio delle mie, xD, e hai completamente toppato il dato iniziale.

    Comunque lasciamo perdere i dati (ha ragione l'anonimo), perché non è soltanto una questione di dati.

    Pur senza pensarla come V sinceramente penso che abbia più ragione lui rispetto a quelli come te che si sono completamente impanicati per un virus che stando alle cifre ufficiali ha ucciso in tutto il mondo poco più di un milione di persone. E non mi si venga a dire che parlo perché non sono fra quelle persone, se è per questo nessuno di noi è fra le persone che muoiono di fame in un anno al mondo, molte più di un milione.

    Allora, quando uno inizia a sentirsi suggerire che un runner solitario contagerebbe chissà quante persone compiendo delle stragi, mentre gli operatori sanitari vengono mandati a lavorare presso le fasce più a rischio senza uno straccio di protezione; quando si parla di indossare le mascherine all'aperto mentre i pullman sono strapieni; quando ogni voce di dissenso viene messa a tacere con l'etichetta ridicola (e anche poco consona) di negazionismo; quando oggi ti dicono che le mascherine non servono a nulla, domani ti dicono che servono sempre; quando suggeriscono basandosi sui contagi che oggi siamo come a marzo quando è evidente per chi abbia un briciolo di cognizione di statistica che la situazione è completamente diversa; quando vedi che si utilizza l'accaduto per far passare il messaggio "emergenza = sospensione dei diritti" (no, cara mia, di mezzo ci dovrebbe essere l'organizzazione volta appunto a gestire il tutto senza la sospensione dei diritti), per promuovere la telematizzazione; quando si identifica il lavoro da casa con il lavoro "smart" ossia intelligente (dementi quanti ancora si recano sul posto di lavoro...); quando si "educano" perfino i bambini a stare lontani fra loro vietando addirittura di scambiarsi materiale didattico; quando si fa passare come un servizio nei confronti del Paese la delazione a chi solitario mette un piede in un parco (mi riferisco qui ai tempi del "lockdown"); quando tutti i media principali ogni santo giorno aprono la carrellata delle notizie coi contagi di covid (adesso che morti non ce ne sono abbastanza) e non parlano mai di quante persone in più hanno iniziato ad andare dallo psicologo, di quante si sono ammalate per essere state ferme, di quante persone in più si sono suicidate, di quelle che sono rimaste senza lavoro per la gestione scriteriata a livello politico e mediatico di tutta questa faccenda; quando perfino i partiti principali dell'opposizione, nonostante siano bullizzati in Parlamento, non hanno il coraggio di esporsi su questo tema, quando cioè una parte importante se pure non maggioritaria della popolazione non trova nelle Istituzioni, nei principali media, nessuno che gli dia non dico ragione ma voce senza distorcerne le opinioni sotto l'etichetta di negazionista; quando ti senti dire che hanno sospeso i tuoi diritti, perfino quello di uscire di casa camminando da solo dove non c'è anima viva, in nome della tua salute e ti accorgi sulla tua pelle che è proprio la tua salute che è peggiorata (salute non è non essere affetti da covid, è stare bene fisicamente e psicologicamente).

    Quando infine ti accorgi che quello che hanno fatto qua è successo anche in numerosi altri Paesi, ecco ci può stare dentro che si pensi a un complotto.

    Io sinceramente non so se è o non è un complotto. So che fra quanti si bevono tutta questa storia e quanti credono che sia tutto un complotto mi sento più vicino ai secondi perché se trovo improbabile che le cose stiano come dicono i secondi trovo impossibile che stiano come dicono i primi, visto che si contraddicono da soli.

    Il virus ha fatto dei morti, grazie al fatto che era un fenomeno nuovo per i medici e grazie al fatto che soprattutto all'inizio si sono infettate molto le persone che più andavano protette. Ci sono altre malattie, spesso favorite dal nostro sistema di vita, che causano molte più morti di questo virus. Oltretutto ricordiamoci che prima o poi, volenti o nolenti, dovremo morire e che la vita ha un senso se vissuta in un certo modo, non certo vivendola in preda al terrore di morire. Insomma che il virus ci sia è un conto, che sia così terribile da giustificare quello che con la scusa del virus è stato fatto è un altro conto: quello che hanno fatto e stanno continuando a fare è inaccettabile.

    Ciao :-)

  • V
    Lv 5
    2 mesi fa

    Ciao Guerriera, ti rispondo subito. Almeno mi hai posto la domanda senza denigrarmi, insultarmi o robe del genere. Almeno non appartieni a quella schiera di idioti da tastiera che ti insultano dalla mattina alla sera.

    Allora, innanzitutto il numero di morti giornaliero non è corretto, perché ogni anno si registrano quasi 650.000 morti in Italia. In media, circa 2.000 al giorno.

    Presupponendo che non sto negando il virus, né le morti (che sono avvenute, ma non per causa di un virus killer) ma solo la sua letalità, mi viene da pensare che sia tutto orchestrato per diffondere panico e controllare la popolazione.

    Giustificano le misure restrittive con l'espediente che le persone debbano essere allontanate, perché se no i famigliari verrebbero contagiati o le terapie intensive si riempirebbero. Come se fosse la prima volta. Poi diffondono terrorismo sbattendoti in faccia 7 morti da covid, quando non si sa bene in base a quale criterio venga marchiata una vittima come morta da covid. Intanto, ci sono 135 morti giornaliere dovute a infezioni contratte in ospedale. Ma comunque.

    Confrontiamo questa pandemia con altre che sono accadute negli ultimi 60 anni. Escludiamo l'influenza spagnola. L'influenza spagnola sarà stata letale quanto vuoi, ma probabilmente era così mortale perché: in primis la medicina non era dotata di apparecchiature moderne tali per curare i malati; secondo: era il 1918, fine della Prima Guerra Mondiale, tutto raso al suolo: gli ospedali non esistevano.

    Tra il 1957 e il 1960, ci fu una forte pandemia di influenza asiatica (chissà perché tutte le influenze provengono dalla Cina?) che aveva provocato tra 10.1957 e 03.1958 (stagione fredda) 20.000 morti in Italia, gli stessi numeri del covid, se consideriamo che le 37.000 persone sono morte di altro (la maggior parte). Per cui è logico pensare che si tratti di una pandemia pilotata verso la paura, la manipolazione neurolinguistica e dei dati statistici. Negli ultimi 8 mesi, si è parlato solo di covid e mai di suicidi, morti per incidente stradale.

    Poi le terapie intensive. Davvero credi che sia la prima volta che le terapie intensive siano arrivate al collasso? A livello nazionale probabilmente sì (escludendo le regioni del sud e isole), ma a Milano no. Già nel 2018 ci furono 48 casi gravi di INFLUENZA STAGIONALE, per cui di cosa stiamo parlando?

    https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/18_genn...

    www1.adnkronos.com/Archivio/AdnSalute/1998/03/16/Medicina/INFLUENZA-FINITA-MILANESE-IN-EUROPA-ISOLATO-VIRUS-CINESE_153400.php

    https://www.ilfattoquotidiano.it/2016/02/10/morti-...

    L'epidemia di influenza del 2015 ha aumentato il numero di morti rispetto all'anno precedente causando danni respiratori e cardiovascolari che hanno portato alla morte gli ultra 65enni.

    Le morti di influenza stagionale si aggirano sulle 8.000 unità all'anno, di cui almeno il 99% avviene durante la stagione fredda, perché le nostre difese immunitarie sono deboli a causa della carenza di vitamina D nel nostro corpo, dato che le ore di sole sono superiori in estate. Per questo l'influenza è molto acuta in autunno, inverno e inizio primavera. E poi non c'è nemmeno in molte parti del mondo (Sud America, Africa, Sud-Est Asiatico), sia perché i paesi si trovano a una latitudine tropicale, sia perché le persone fanno i conti con malattie peggiori, come dengue, febbre gialla, zika, virus del Nilo Occidentale, malaria, con un tasso di letalità di almeno il 25% nei soggetti PERFETTAMENTE SANI. Il tasso di sopravvivenza del covid nei soggetti con età compresa fra 0 e 69 anni è del 99%, per gli over 70 del 94% (fonte: Fox News). Letalità: 0,5%. L'influenza è dell'1%.

    E poi le autorità mi costringono a portare una museruola in estate che ti soffoca perché già ti manca il respiro con l'afa, figuriamoci con un pezzo di stoffa messo davanti a naso e bocca che ti avvelena causando acidosi nel sangue, favorendo la proliferazione di tumori. Se lo Stato ci tenesse così tanto alla mia salute, allora perché non è stata sospesa la circolazione stradale? È davvero facile fare un incidente stradale, soprattutto se sono presenti elementi di distrazione come radio, navigatore o cellulare; i tabacchini: i tumori e i cancri polmonari sono la seconda causa di morte della maggior parte della popolazione mondiale. E intanto il DPCM del 14 aprile 2020 autorizzava esclusivamente a tabacchini e rivenditori di sigarette la riapertura dei loro punti vendita. E bar, ristoranti, uffici no??? Perché? È una contraddizione. È una presa per il cùlo.

    Molta gente mi dà del cospiratore se faccio sti ragionamenti qui. Ma siamo fuori?

    Se io dico che il covid-19 (Certificate of Vaccination IDentification) è il pretesto per imporre un unico governo mondiale (NWO, o Nuovo Ordine Mondiale), un motivo ci sarà. Ci sono troppi eventi che si collegano l'un l'altro e non possono essere liquidati come coincidenze. Io uso quel 5% del cervello che mi è stato consentito fin dalla nascita. Ma molti lobotomizzati usano solo lo 0,0000000%. A loro è stato fatto il lavaggio del cervello.

    Il diritto alla salute è meno importante della libertà (art. 32 salute vs art. 13 libertà). E ci stanno schiavizzando usando la mascherina, poiché rappresenta l'emblema dell'indottrinamento dei popoli che accettano questa dittatura piegandosi al cospetto del pensiero unico, senza che usino i propri neuroni e si distinguano in base alle loro idee. Tutti lobotomizzati e omologati. In nome di un virus killer INESISTENTE, identico all'influenza, ma dalla forma più acuta e duratura. E lo dico per esperienza personale, visto che ho avuto un'influenza misteriosa che mi è durata un mese. E penso sia covid perché i sintomi corrispondono. Febbre a 39 che non ti scende nemmeno se prendi tre tachipirine o sei aspirine, tosse forte protratta per tutto il mese, naso libero. Quindi a mio modo di vedere, l'influenza e il covid possono essere riconosciute. Se i sintomi si manifestano gradualmente, con naso chiuso, starnuti e sintomi del raffreddore che culminano piano piano con la febbre, è influenza. Se si presentano tutto d'un colpo, è covid, con la differenza che l'influenza stagionale ti causa congestione nasale e potenzialmente tosse SECCA o GRASSA; l'influenza da covid non ti ottura il naso e causa solo TOSSE SECCA. E poi non è vero un càzzo che è contagiosissimo. Sono stato tutto il tempo in contatto con i miei famigliari e solo mia madre ha preso un'influenza molto lieve che le è durata 1 settimana.

    Per cui la narrazione terroristica del coglionevirus non trova riscontro con la realtà.

    Jacques Attali affermò che una piccola pandemia permetterà di instaurare un Governo Mondiale. https://scenarieconomici.it/jacques-attali-una-pic...

    Infine, cito le parole dello pseudo-filantropo Bill Mèrda Gates, il quale disse a una conferenza del 2010: <<Now the world today has 6.8 Billion people that's heading up to about 9 Billion. Now if we do a really great job on new vaccines, health care, reproductive health services, we could lower that by 10-15%.>> Vuole ridurre la popolazione mondiale, ha vaccinato migliaia di donne kenyote provocando loro sterilità, ha vaccinato 500.000 bambini indiani contro la poliomielite causando loro paralisi. E poi sono bufale. Usate la testa. Lui è una delle persone più ricche del pianeta ed è capace di corrompere interi tribunali internazionali pur di restare assolto, di avere la fedina penale pulita senza aver commesso alcun crimine contro l'umanità. All'India bastano pochi miliardi di dollari e la corte suprema accetta i soldi senza rivelare nulla. È corruzione. Poi l'AI, lo smart working. Sono strumenti che sono utili ad adattare l'uomo a uno stile di vita basato sull'ubbedienza, sulla sottomissione e sullo sviluppo di un rapporto uomo-macchina che piano piano renderà l'uomo obsoleto. L'Intelligenza Artificiale prenderà il sopravvento. Per questo molti anziani che hanno avuto l'influenza covid sono morti. Sono stati ammazzati negli ospedali, perché non sono più utili alla società.

    Il Nuovo Ordine Mondiale non è più fantascienza. È realtà!

    E come dico sempre: MEDITATE, GENTE! MEDITATE!

    p.s.: Ringrazio Davide Ari per la fiducia, almeno siamo in pochi che ci distinguiamo. Purtroppo però le persone scervellate si daranno una svegliata solo quando sarà già troppo tardi.

    Fonte/i: AdnKronos, IlCorriere, Scenari Economici, Ted x Talk
  • 2 mesi fa

    Sono d'accordo con anonimo.. Aggiungo che andando di questo passo l'Italia non arriverà alla fine dell'anno (ma non per il covid).

    Ci stanno istigando a far scoppiare la guerra civile. 

    Non è un augurio ma un dato di fatto.

  • 2 mesi fa

    L'hai sparata grossa!

    250 x 365 = 91.250

    60.000.000 : 91.250 = 657

    Se quel che dici fosse vero l'età media in Italia supererebbe i 650 anni!!

    Saluti puffosi! Puff, puff!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    2 mesi fa

     Nel 2019, quindi prima del coronavirus,  i morti son stati 634.000 con una incidenza giornaliera teorica di circa 1740. Ma in pratica con punte nei mesi invernali di oltre 2000 morti al gg, e con incidenza minima nei periodo estivo comunque non sotto i 1200 decessi al gg.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.