Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 6 mesi fa

Non leggo più con piacere?

Non sono più una grande lettrice, ma lo sono stata fino ai 15-16 anni. Ora ne ho 21 e studio ma non riesco a leggere per più di un'ora, nemmeno un libro di università. Leggere è diventato difficile, mi fa venire un bruciore agli occhi e di conseguenza un bel mal di testa e sonno. Fatto sta che preferisco gli audiolibri oppure le lezioni sull'argomento che sto studiando. Studio sempre, mi interessano tante cose e integro tutto quello che studio, nessuno si sarebbe mai immaginato che smettessi di leggere, in primis io. Non mi piace più, mi annoio e ritrovo in molti libri dei punti comuni che mi fanno capire citazioni e scopiazzature, mi sembra tutto ripetuto o scontato e non trovo più quello che mi rapisce. Ero quel tipo di bambina che da dislessica si è impegnata tanto per non farlo notare, e nessuno lo direbbe ma io ho imparato molto tardi a parlare correttamente, a usare bene i verbi e a leggere e scrivere(7anni). Tutto questo l'ho fatto leggendo e scrivendo tutto il giorno, tutti i giorni, vincendo anche concorsi. Non ho mai letto narrative per ragazzi, preferivo Stephen King da bambina e poi sono passata per José Saramago, Magda Szabó, Carlos Ruiz Zafón e poi altri, sempre. Non andavo a scuola e mi finivo un libro intero in una giornata, poi è diventato più complicato, più faticoso e meno piacevole. E nonostante io abbia più di 5000 libri in casa e una madre che insegna lettere, non ho più trovato niente che mi interessasse leggere e mi sembra di aver perso qualcosa

Aggiornamento:

Ho passato anche la fase fumetti, manga e qualsiasi cosa, ho letto in 5 lingue (italiano, inglese, francese, portoghese e tedesco) e davvero ogni genere. Per me è perdere delle radici profondissime della mia persona, tutti mi chiedono in continuazione di libri o me li regalano/prestano e io non so più che farci. Però non posso farlo solo per inerzia

Aggiornamento 2:

Ho fatto visite oculistiche, uso gli occhiali antiblu soltanto ma non ho bisogno di graduazione. Mi sto dedicando a tutto, studio scultura e di conseguenza mi destreggio tra tutte le materie artistiche, ma sto rimanendo indietro con le materie teoriche proprio per la difficoltà a leggere. Spesso mi addormento dopo 20 minuti. Per ora mi tiene impegnata la musica (suono il piano), il teatro (ci lavoro) e tutte le materie che sto studiando... Ma insomma lo svago creativo non c'è, è tutto lavoro.

3 risposte

Classificazione
  • mohini
    Lv 6
    6 mesi fa
    Risposta preferita

    parto con una domanda che forse sarà scontata, ma la visita oculistica l'hai fatta? perché se dopo un'ora hai sempre gli occhi arrossati e mal di testa, forse hai bisogno degli occhiali (o di cambiare occhiali), prova a sentire un medico oculista. Dopo di ciò, in parte posso concordare con te, di libri oggi se ne stampano e se ne pubblicano a decine di centinaia ma, trovare un libro bello e interessante è difficile. Si pubblica tanto, forse troppo, ma trovo la maggior parte dei libri pubblicati un copia/incolla di qualcosa di già scritto e già pubblicato. Solite storie trite e ritrite. Trovare un qualcosa di innovativo e soprattutto ben scritto è impresa molto ardua. Un giorno lessi su un social una frase che recitava tipo "non esiste il blocco dello scrittore, ma solo storie sbagliate, oppure storie giuste nel momento sbagliato" sono convinta che per il lettore sia la stessa cosa. Non so se a te è mai successo ma a me si, cominciare a leggere un libro, chiuderlo dopo poche pagine. Lasciarlo lì a volte anche anni, per poi riprenderlo in mano e leggero tutto d'un fiato. Ho imparato che ogni libro ha il suo momento e si, ci sono anche periodi in cui non leggo nulla perché non ho voglia, quindi capisco quando dici che la lettura ti manca ma che non trovi lo stimolo per leggere. Quello che ti posso consigliare anzitutto è risolvere il problema agli occhi, perché così è ovvio che il piacere di leggere viene meno. Seconda cosa è trovare un filone che ti possa interessare, non è detto che debba per forza essere narrativa, anche i saggi che leggi per l'università sono comunque letture, quindi non è del tutto vero che non stai leggendo, va bene sono audiolibri, ma sono comunque letture. Io ad esempio leggo molto libri che trattano attualità, tipo la questione dei bambini soldato, piuttosto che libri d'inchiesta su chernobyl e argomenti vari di questo tipo. Alterno ogni tanto con della narrativa per alleggerire un attimo, ma, come ti dicevo prima, la narrativa in circolazione oggi la trovo alquanto noiosa. Seguo alcuni canali su instagram di persone che parlano di libri, le quali ti dirò danno spesso consigli interessanti. Un ultimo consiglio, se proprio lo stimolo non lo trovi, lascia stare e trova una forma di arte diversa per incanalare l'energia che prima mettevi nella scrittura. La pittura, la fotografia, la musica ecc... se la voglia di leggere tornerà bene, altrimenti non importa, deve essere un piacere, e gli interessi nel corso della vita possono anche cambiare. Non c'è niente di male nel cambiare gusti e prospettive. Per i libri che ti prestano, li restituisci semplicemente dicendo "ti ringrazio ma in questo momento mi sto dedicando ad altro" per i libri che ti regalano conservali, un giorno magari li cercherai, altrimenti saranno sempre comunque un ricordo di chi te li ha regalati.   

  • Nick
    Lv 7
    6 mesi fa

    se hai bisogno di occhiali devi farli e usarli, quelli sono proprio i sintomi di loro mancanza....

  • Anonimo
    6 mesi fa

    Mi sta accadendo lo stesso...

    Spero sia solo un periodo! :(

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.