Quale fu veramente il peccato di Adamo?

25 risposte

Classificazione
  • 1 mese fa
    Risposta preferita

    Voler essere come Dio nel modo sbagliato, al posto di Dio.

    Dio è Amore, però, non un tiranno. Adamo aveva in testa l'immagine di un dio sbagliato e ha cannato "strada" seguendo il proprio egoismo. 

  • 1 mese fa

    Quello di dare ascolto ad una donna, cosa che facciamo tutti, figuriamoci lui che ne aveva una sola.

    comunque belle risposte soprattutto di chi dice che è Adamo che ha dato la mela ad Eva e quella che parla di caprai dell'età del bronzo senza sapere che dall'epoca del bronzo abbiamo ereditato cose che usiamo ancora oggi e che non siamo nell'anno duemila, ma duemilaventi.  Che caprone!

  • 1 mese fa

    Onde evitare di risultare un'eretica più di quanto già non lo sia, preferisco sospendere qualsiasi giudizio. 

    Chiedo venia (soprattutto ai benpensanti).

    Fonte/i: Vangelo di Filippo, 71.
  • Secondo gli Ebrei con cui ho avuto il piacere di chiedere ci sono varie versioni.

    1- nel midrash (almeno tutti quelli con cui ne ho parlato lo consideravano tale) Adamo ed Eva erano ad immagine e somiglianza di Dio (Sommo Bene), quindi conoscevano il Bene. Tuttavia, "Conoscere" è anche "Saper Fare", quindi quando l'uomo ha voluto inserire in sé anche il male, non essendo più vicino a Dio, si dice sia stato scacciato.

    2- il voler trarre qualcosa di spirituale (conoscenza) da un qualcosa di materiale (il frutto) sovvertendo le leggi universali. Che, se ci pensi, è la base di ogni peccato.

    @So'-sempre-io: è pur sempre un Dio degli Ebrei, quindi il braccetto corto...

    Ps mi scuso con tutti gli Ebrei che si sentiranno offesi, ma l'assist era troppo ghiotto per non far sta battuta.

    @Ma Kube: il mito di Prometeo somiglia al mito di "Lucifero" se lo consideri nella sua interezza. Prometeo infatti, tentò di ingannare gli Dèi per mettersi in bella mostra con gli uomini (ed ottenere la loro esclusiva adorazione) che convinse a seguirlo nell'Inganno con cui sfidò l'autorità Divina durante un banchetto. Zeus stette al gioco ma dopo punì Prometeo e i complici umani. Ti ricorda qualche altro mito detta così? Quello del fuoco è solo una conseguenza di una conseguenza di questo antefatto.

    Comunque perché tirar fuori alieni dagli antichi miti dove chiaramente non ci sono?

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 1 mese fa

    Mangiare dall' albero della conoscenza del bene e del male.

    Prima di mangiare il frutto proibito Adamo ed Eva non peccavano, mangiando hanno acquisito la conoscenza del bene e del male.

    Nota che in senso biblico conoscere significa vivere, sperimentare. Adamo ed Eva prima di mangiare il frutto non sperimentavano il bene e il male, ma obbedivano solo a Dio.

    Quando il serpente che è Satana li ingannò divennero mortali. Il serpente aveva detto loro che mangiandone sarebbero diventati come Dio, ma invece era il contrario, sono diventati mortali.

    Molti dicono che hanno fatto bene a mangiare il frutto proibito perché la conoscenza è una cosa positiva. Ma in senso biblico conoscere non significa sapere, bensì sperimentare, vivere. Adamo ed Eva mangiando il frutto della conoscenza del bene e del male hanno perso lo Spirito Santo che li faceva essere immortali.

  • 1 mese fa

    Siamo stati abituati a pensare alla trasgressione di Adamo come un fatto negativo e alle conseguenze come ad un castigo divino.

    Voglio proporti un punto di vista differente prima di darti una risposta precisa alla domanda.

    Il primo comandamento dato ad Adamo ed Eva fu di crescere, moltiplicarsi e popolare la terra, il secondo fu di non mangiare il frutto dell'albero della conoscenza del bene e del male.

    Per conoscere e distinguere bene e male DOVEVANO mangiarne...

    Eva fu ingannata, conosceva la prescrizione, ma non aveva la consapevolezza necessaria per peccare. 

    Però sulla sollecitazione di satana che le dice una bugia, "non morrete", ed una verità, "diverrete come Dio conoscendo il bene e il male" ne mangia.

    I suoi occhi si aprirono, si rese conto che il frutto era buono e che rendeva intelligenti, andò da Adamo e gli disse di mangiarne.

    Adamo aveva due scelte, tra due comandamenti, non tra bene e male poichè entrabi erano in un certo modo bene nel piano divino.

    1 crescere e moltiplicarsi "il primo" (ma dovevano perdere l'innocenza)

    2 non mangiare il frutto, "il secondo" (necessario per conoscere bene e male e non essere più come fratello e sorella, bambini sessualmente)

    Infatti solo dopo si accorgono di essere nudi e se ne vergognano.

    Se Adamo non mangiava come Eva non averebbe potuto adempiere al primo comandamento, evidentemente prioritario... egli ha scelto.

    Adamo non fa una scelta tra bene e male, ma tra due comandamenti con differente priorità dati affinchè ci fosse un'alternativa per l'esercizio del loro libero arbitrio, Dio non poteva obbligarli, ma permette a satana di tentare Eva, come succede oggi sulla terra per tutti noi.

    Sono in apparenza contrastanti, ma interdipendenti perchè era necessaria una contrapposizione ed una opposizione, una alternativa.

    Adamo commette una FELIX CULPAE cioè una colpa felice perchè necessaria e prevista dal Padre... altrimenti per quale motivo predisporre un Salvatore dalla morte e Redentore dal peccato, sia per Adamo ed Eva che per i peccati personali degli esseri umani?

    Noi non abbiamo sul capo la colpa della trasgressone o peccato "originale" di Adamo, nemmeno la balorda giustizia italiana darebbe il reato di furto al figlio di un ladro, egli subirà le conseguenze del fatto che il padre va in prigione (forse...) ed ecco la morte che non è una punizione e non è una fine, ma un altro inizio, essa è parte del piano come la nascita.

    Egli non condanna Adamo ed Eva essi subiscono le conseguenze della loro scelta, Egli gli dice quello che accadrà d'ora in avanti nella loro vita terrena (fuori dal Giardino che era già sulla terra.) non li punisce. 

    E' talmente arrabbiato come molti suppongono perchè sono stati indotti a pensarlo, che confeziona loro delle tuniche di pelle per vestirli e manda degli Angeli perchè li istruiscano sui Sacrifici Espiatori e propiziatori.

    Sappiamo dalla storia di Caino e Abele e dal Levitico che esiste una tradizione dei sacrifici che risale ai nostri progenitori.

    Essi erano una preparazione all'ultimo Sacrificio infinito ed Eterno tramite il quale Gesù Cristo ha pagato il prezzo sudando sangue da ogni poro per i peccati di tutta l'umanità, passata presente e futura... Adamo ed Eva compresi.

    Chi parla ancora di peccato originale sul capo di tutti si fa beffe di Dio, non lo conosce minimamante, nega il valore dell'Espiazione di Gesù Cristo...

    quindi Cristo stesso!

    Quindi Adamo ha peccato?  >SI<, ma per delle buone ragioni, non per orgoglio, presunzione o malvagità che non avevano posto nel suo cuore.

    Il "peccato" fu agire contrariamente ad un comandamento di Dio...

    Questa è sempre la definizione di peccato, agire contro i comandamenti, istruzioni, consigli, suggerimenti di Dio che sono per il nostro bene, che siano dati dalla Sua bocca o da quella dei Profeti è lo stesso:

    DeA 1:38

    38 Ciò che io il Signore ho detto, l’ho detto, e non mi scuso; e sebbene i cieli e la terra passino, la mia parola non passerà, ma sarà tutta adempiuta; che sia dalla mia propria voce o dalla voce dei miei servitori è lo stesso.

    E' sufficiente trasgredire ad una sola, e fare tutto il resto alla perfezione, per non poter accedere alla Sua presenza, poichè nulla di impuro può stare alla presenza di Dio.

    Per questo al peccato c'è il rimedio del nostro sincero e completo pentimento che rende attiva l'Espiazione di Cristo:

    Isaia 1

    18 Eppoi venite, e discutiamo assieme, dice l'Eterno; quand'anche i vostri peccati fossero come lo scarlatto, diventeranno bianchi come la neve; quand'anche fossero rossi come la porpora, diventeranno come la lana. 19 Se siete disposti ad ubbidire, mangerete i prodotti migliori del paese; 20 ma se rifiutate e siete ribelli, sarete divorati dalla spada; poiché la bocca dell'Eterno ha parlato.

    Che hai fatto UNI ti sei nascosta anche tu?

  • 1 mese fa

    Intanto dalla Bibbia e' sparito l'albero della Vita, gli alberi in origine erano due, l'albero della vita, che magari dava la vita eterna, e l'albero del Bene e del Male, che per una serie di traduzioni errate divenne nella Bibbia europea un albero di mele.

    Ordunque prima di risponderti qualcuno dovrebbe spiegarmi come si lega il mito di Prometeo punito dagli dei per aver portato il fuoco (ovvero la conoscenza) agli uomini a quello di Lucifero, angelo caduto, annunciatore di Dio che ad un certo punto decide di andare contro i voleri di Dio e donare agli uomini sempre la stessa cosa: la conoscenza.

    Lucifero potrebbe aver voluto far crescere l'umanita' per disporre di un esercito da contrapporre a quello di Dio, ma qui le cose si fanno ingarbugliate anche per me.

    Per esempio c'e' chi dice che viviamo in una guerra intergalattica col popolo dei serpenti, e allora questo episodio della Bibbia non avrebbe a che fare con il popolo di Dio, inteso come il Dio che ci ha creati?

    Antiche leggende australiane raccontano della sconfitta del popolo dei serpenti per mano di una donna vergine, e scusate se non faccio altro che riportare notizie, senza poter essere sicuro di niente.

  • Priest
    Lv 5
    1 mese fa

    Andare contro Dio

  • 1 mese fa

    Il peccato di Adamo ed Eva consiste soprattutto nella disubbidienza che hanno manifestato nei confronti di Colui che ha dato loro la vita. E a causa di questo peccato attirarono su di sé e sui loro discendenti la morte. (Romani 5:12)

  • Anonimo
    1 mese fa

    ma io non ho ancora capito se sono esistiti veramente oppure no

  • Anonimo
    1 mese fa

    Devo decidere se queste domande/risposte sono interessanti o sono solo delle masturbazioni mentali. Comunque almeno sono nettamente superiori al livello medio di YA, è già qualcosa.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.