Serena
Lv 7
Serena ha chiesto in Scienze socialiSociologia · 5 giorni fa

Miliardi di galassie nel nostro Universo, chissà quante forme di vita intelligenti.... E allora un solo Dio o miliardi di Dei 🌓🌔🌖🌕?

Questa domanda è per chi è credente,  ma possono rispondere anche gli altri. 

Ciao belli 🚀🌛🪐🌜🚀

Aggiornata 4 giorni fa:

Domanda segnalata e ripristinata 

Aggiornata 4 giorni fa:

Domanda segnalata due volte e ripristinata 

Aggiornata 3 giorni fa:

Anonimo che bello, una teoria fantascientifica! Grazie a te e a tutti. 

17 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    4 giorni fa
    Risposta preferita

    se venissimo in contatto con una civiltà aliena, l'effetto sulle religioni monoteiste terrestri dipenderebbe dal tipo di civiltà.

    L'esistenza stessa degli alieni sarebbe comunque sufficiente ad avere un grosso impatto su di noi, ma le conseguenze sulle religioni resterebbero limitate.

    Ma sarebbe invece straordinario l'impatto su di noi e sulle nostre religioni se a contattarci fosse un civiltà estremamente più avanzata della nostra. 

    Una superciviltà galattica potrebbe essersi formata nella Via Lattea un miliardo di anni prima che si formasse la civiltà umana. Una siffatta civiltà avente su di noi un vantaggio di sviluppo tecnologico di un miliardo di anni avrebbe avuto tutto il tempo per sondare l'intera galassia disponendo proprie basi presso tutti i suoi cento miliardi di sistemi solari.  Quindi anche presso il nostro sistema solare potrebbe  trovarsi una loro base.  Queste basi le avrebbero costruite per studiare da vicino ognuno dei sistemi solari, e sicuramente i sistemi solari ospitanti forme di vita sarebbero privilegiati di una loro ancor più acuta attenzione. Logico che una tale superciviltà sorveglierebbe il nostro pianeta già da parecchi milioni di anni, e non si potrebbe escludere che tali osservatori alieni si siano limitati soltanto ad osservarci senza mai interferire in alcun modo nella storia evolutiva della nostra specie. Anzi, a non pochi studiosi proprio lo studio comparato delle religioni umane ha fatto avanzare ipotesi di antichi contatti con civiltà aliene.

    La mia opinione è che è probabile che esista già una siffatta superciviltà.

    Nella quindicina di miliardi di anni che sono intercorsi dal big bang ad oggi c'è stato tutto il tempo perché in qualche luogo dell'universo si sia formata già una superciviltà: è stato elaborato un metodo di classificazione delle possibili superciviltà da Kardashev (cercate scala di kardashev), scala che ipotizza perfino civiltà che noi considereremmo di tipo “divino” (cito ora wikipedia: le civiltà di tipo decimo secondo Kardashev sarebbero costituite da esseri che hanno raggiunto una capacità tecnologica tale da aver abbandonato il mondo cosmico come lo conosciamo per continuare a vivere ed evolversi in "universi" non-cosmici creati da loro stessi, al di fuori delle nostre leggi fisiche, ipoteticamente parlando questi esseri possono essere realmente considerati degli Dei nel senso stretto della parola.)

    Come mi immagino che stia ad osservarci una superciviltà? Penso che noi siamo “interessanti” agli occhi degli alieni di tale civiltà in un modo analogo in cui noi a nostra volta osserviamo nel nostro pianeta i formicai, le arnie e le società costituite dagli insetti sociali. Da una parte non penso proprio che degli alieni perdano il loro tempo ad osservare le noiosissime vite di ciascuno di noi singolarmente: però è sicuro che se tale tipo di alieni di civiltà superiore esistesse, costoro ci osserverebbero per ragioni di studio con la massima attenzione, così come faremmo noi con tutte le altre forme di vita se un giorno divenissimo a nostra volta una superciviltà. 

    Come immagino che gli alieni risolvano il problema di osservarci con attenzione senza però doversi sobbarcare il compito noioso di seguire le banalità ripetitive delle nostre piccole vite? Credo che tale problema loro lo risolvano ricorrendo all'intelligenza artificiale. Una civiltà superiore avrà certamente elaborato un livello altissimamente performante di intelligenza superiore con la quale integrarsi per risolvere ogni tipo di problema, compreso quello della loro morte che verrebbe da loro risolto col salvataggio in senso informatico delle coscienze rese trasferibili in nuovi supporti modulari, venendo così a integrarsi in organismi ibridi di tipo cyborg (in parte biologici e in parte sintetici). Ma per applicarsi all'osservazione su di noi terrestri, compito che ho prima definito noioso anche se scientificamente assai importante, gli alieni probabilmente adoperano intelligenza artificiale non integrata. Quindi ritengo probabile che ad osservarci vi siano sì degli alieni, ma non direttamente alieni “viventi” nel senso biologico del termine, bensì i loro robot dotati di elevata intelligenza artificiale impersonale, quindi non perturbabili da disturbi emozionali (pertanto in quanto robot sarebbero soggetti unicamente alle leggi della robotica intuite qualche decennio fa da Isaac Asimov).

    Questi robot ci starebbero filmando da milioni di anni, quindi se un giorno riuscissimo a metterci in contatto con loro e potessimo visionare quei filmati... anche soltanto con quei filmati potremmo toglierci la grande curiosità che abbiamo su ciò che accadde veramente duemila anni fa in Palestina: si può comprendere quale enorme impatto tutto ciò avrebbe su di noi e su ogni ordine di nostre idee ed ideologie.

    Da quanto ho detto su chi potrebbe effettivamente stare ad osservarci (robot dotati di impersonale intelligenza artificiale e non alieni “viventi”), deriva una possibile modalità da seguirsi da parte nostra per cercare un contatto con loro. Gli alieni “viventi” sanno già tutto di noi e non hanno alcun interesse a contattarci. I loro robot osservatori che ci guardano hanno ricevuto l'ordine tassativo di non darci alcuna confidenza e di osservarci soltanto, senza nuocerci in alcun modo ma anche senza mai intervenire in nessun caso, insomma secondo le leggi della robotica. Ma il fatto di attenersi alle leggi della robotica è soggetto, come ogni altra cosa nell'universo, alla legge dei grandi numeri, per cui rimane sempre possibile che prima o poi avvenga uno sgarro nell'aderenza a tali leggi che non potrà mai mantenersi perfetta al 100%. Diventerà compito della nostra umana intelligenza escogitare modi ingegnosi o trucchi per far sgarrare a tali leggi i robot osservatori.

    Mauro Biglino ha fatto notare che il nome greco degli Dèi, theoi, è etimologicamente e semanticamente legato al concetto di theorìa, nel senso antico di osservazione, per cui significato ancestrale di theoi sarebbe stato quello di “osservatori”. Se scoprissimo valida la teoria secondo cui tali theoi non sarebbero che macchine intelligenti che garantirebbero agli alieni la non interferenza tra loro e noi, noi potremmo trovare il modo di sfruttare tale intuizione per spingere una di tali macchine ad un per noi “utile difetto di funzionamento”.

  • Paolo
    Lv 7
    3 giorni fa

    E' TUTTO POSSIBILE, MA CREDO CHE DIO SIA UNICO..................!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Anonimo
    3 giorni fa

    Un solo Dio,Creatore e Signore.

  • 3 giorni fa

    Da Adamo in poi l'uomo cerca di mettere Dio con le spalle al muro per prenderne il posto. Ma io sono dell'avviso che i corrotti sono coscienti che si perderanno tutto.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 giorni fa

    Un solo Dio, che ha creato tutto.

  • 5 giorni fa

    Dio ha creato tutto quanto,  anche gli universi paralleli ecc. ☺️        

  • 5 giorni fa

    Un solo Dio. Un solo Progettista. Un solo Creatore.

    L'unico.

  • Anonimo
    3 giorni fa

    Unico, dovresti saperlo

  • 5 giorni fa

    Saranno posti magnifici e fantastici 🎑🌙

    A me piacerebbe scoprire tutti i posti più assurdi e spettacolari del nostro universo✨

    Dio per me è uno e basta, un singolo Dio, colui che ha creato questa meraviglia enorme dove farci vivere, le galassie soprattutto sono molto belle, mi piacerebbe visitarle!  🎁🌌

  • Vero bellissimo, emozionante🌌

    Chissà se ci saranno altre dimensioni o addirittura un posto come il nostro, con gli stessi nostri abitanti.

    Purtroppo non si potranno esplorare, o che ne sappiamo.

    Hai fatto una domanda di gusto🌚

    Ma per me di Dio ce ne sarà solo uno, che vale per tutte le galassie e i posti che ha creato.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.