Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeBiologia · 1 mese fa

Da un punto di vista strettamente biologico, quali sarebbero i rischi di praticare l'eugenetica sugli esseri umani?

È stata molto controversa la frase del biologo evoluzionista Dawkins, che ha detto che l'eugenetica - sebbene deprecabile moralmente - funzionerebbe sugli esseri umani, come accade nel caso degli accoppiamenti selettivi degli animali. Spesso si sente dire che una pratica del genere ridurrebbe la biodiversita' genetica, con potenziali rischi per la specie umana nel caso le circostanze ambientali mutino improvvisamente (si pensi alla comparsa di un virus). Inoltre, si possono selezionare i geni vantaggiosi, ma non si conoscono tutte le implicazioni biologiche e mediche di essi.

Da un punto di vista tecnico, non morale, quali sono le controargomentazioni alla pratica dell'eugenetica (selezione degli embrioni, ingegneria genetica, ecc.).

Grazie.

Ancora nessuna risposta.
Rispondi prima di tutti a questa domanda.