Serena
Lv 7
Serena ha chiesto in Scienze socialiSociologia · 2 sett fa

"Non sconfiggo i miei nemici quando li faccio miei amici?" E tu come la pensi? 🌗🌕🌓?

Abraham Lincoln. 

Ciao a tutti 🌛🪐🌜

Aggiornamento:

Garotina grazie a te e a tutti. 

10 risposte

Classificazione
  • 2 sett fa
    Risposta preferita

    Contraddizione in termini: se reputi una persona nemica farla amica e' una strategia...quindi non e' un nuovo atteggiamento, sanificato dell'inimicizia, ma la stessa ostilita' rimane sempre presente, solo " camuffata". Credo che uno statista come lui propendesse per una strategia di passivo accerchiamento...se la massima fosse stata scritta da un Gandhi o Socrate o Confucio etc etc. avrebbe certo una valenza e rilevanza diversa.

  • Anonimo
    2 sett fa

    Diffiderei di un nemico divenuto amico. Dovrei essere certo della sua amicizia.

  • Paolo
    Lv 7
    2 sett fa

    UN FILOSOFO DISSE: SE NON RIESCI A BATTERE UN TUO NEMICO, CERCA ALLORA DI FARTELO AMICO...........CREDO AVESSE RAGIONE...........!!!!!!!! 

  • 2 sett fa

    In un'ottica utilitaristica, la frase di Lincoln ha un senso: se il fine è quello di evitare un conflitto, le conseguenze di un'inimicizia, allora il mezzo di farsi amici i nemici è quantomai valido.

    Io, che aborro l'idea che, in un'amicizia, debba esservi dell'utile, rifiuto questo pensiero.

    I nemici non diventeranno mai autenticamente amici, saranno solo belve tenute buone per un po'.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 sett fa

    che è da ipocriti. non mi piacciono i falsi amici e io non lo farei mai.

  • 2 sett fa

    penso che le frasi fatte siano di un cringe assurdo

  • wanial
    Lv 7
    2 sett fa

    in politichese va bene, e'una strategia che puo' dare frutti positivi, ma nella vita reale non sempre e'cosi, se una persona ti é nemica e lo dimostra in ogni occasione, la tua  risposta e' sicuramente dettata da un approccio iniziale che riguarda il proprio carattere di vivere in serenita', ma se ti accorgi che nulla cambia per l'altro/a non potra' mai essere vera amicizia dopo averlo appurato ed essendone sicuro, sara'' sempre un gioco di falsi sorrisi e false accondiscendenze per poi arrivare ad una rottura definitiva o ad un sano menefregismo e noncuranza.....mi viene in mente una frase di Gandhi....vidi arrivare da lontano una persona , pensai che fosse un nemico, poi man mano che si avvicinava scoprii che era un amico...questo per dire che bisogna prima conoscere bene le persone per poi giudicarle  come sono veramente..e ci vuole tempo, si puo' sbagliare, in un senso o nell'altro, ma bisogna conoscere e non e' facile inizialmente....solo dopo possiamo capire se nemico o amico.....di solito se riscontro inimicizia e cattiveria, non riesco ad essere amica, mi allontano e finisce li

  • 2 sett fa

    Non saprei, fosse per me sarei anche disposto, non sono un tipo drastico nè intransigente, magari l'altra non vuole..... credo inoltre che non ha senso l'inimicizia in quanto siamo mortali ossia non viviamo in eterno, quindi alla fine della fiera cosa ci resta dell'inimicizia quando non ci saremo più?

  • Blu.
    Lv 7
    2 sett fa

    Concordo con Wanial

  • 2 sett fa

    Non è sempre così, ma può capitare che una persona che prima ci era nemica, dopo averci conosciuto, ci è diventata amica. Anche a me è capitato di cambiare idea su alcune persone, nel bene o nel male. 

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.