Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 2 sett fa

basta con le bugie anti-serbe che ci hanno riempito i media negli anni '90?

Per tutti gli anni '90 i mass-media allineati al domonio geopolitico americano ci hanno riempito di frottole volte a screditare i diritti nazionali dei serbi della Krajina, della Bosnia-Erzegovina e del Kosovo e Metohija.

La regione della Krajina è stata da secoli abitata da serbi ortodossi per combattere l'espansionismo ottomano, gli Asburgo offrivano ai serbi terre in cambio di servizio militare. Tudjman nel '91 non aveva garantito NESSUNA autonomia o bilinguismo ai serbi, che erano la maggioranza anche in Slavonia, e nel '95 nessuna parla della pulizia etnica di massa croata (con armi USA) contro i serbi con l'operazione tempesta.

La Bosnia era ed è abitata per il 40% da serbi, Izetbegović era si moderato ma comunque aveva in mente uno stato dominato da musulmani bosniaci, seppur meno radicale dell'islam medio-orientale, ma accettò gli aiuti (con la benedizione USA) di Arabia Saudita ed emirati. La guerra l'hanno voluta i musulmani e i croati, hanno dichiarato l'indipenenza ben sapendo che tutti i serbi si erano astenuti dal referendum di inizio '92 volendo lo scontro diritto con la repubblica serba di Karadzic

Non mi dilungo sul Kosovo, chiunque conosce la sua storia sa benissimo che nei decenni (grazie anche al criminale Tito) c'è stata una sostituzione etnica albanese ai danni del popolo serbo. Leggete il libro "Il martirio del Kosovo" di Nikola Mirkovic.

11 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    2 sett fa
    Risposta preferita

    All'anonimo che ha ricordato i crimini di Tito ricordo che Tito era croato e non serbo.

    Durante la prima guerra mondiale noi fummo alleati dei serbi contro l'Austria.

    La Kraijna serba era la marca difensiva dei serbi che avevano difeso quella terra contro l'espansionismo turco.

    Il Kosovo è l'equivalente serbo della Toscana per noi italiani, è in quella regione che vi sono i santuari e i luoghi più sacri del patriottismo serbo, quella regione è stata islamizzata dai turchi e staccata a forza dalla Serbia da parte di una coalizione occidentale di cui ha fatto parte anche l'Italia.

  • Anonimo
    2 sett fa

    ecco un'altro idiota albanese che odia gli italiani e ci vuole far convincere che la loro razza è migliore della nostra.

  • 2 sett fa

    Non gliene importa niente a nessuno.

    Neanche agli americani che volevano prendersi il Kosovo per scavarsi in pace l'uranio ed hanno favorito la guerra civile solo per questo motivo.

  • Anonimo
    2 sett fa

    Concordo con parte della tua esposizione, però voglio ricordarti che Tito nei suoi crimini della seconda guerra è stato aiutato anche dai serbi. Non so se ci sia stata questa sostituzione dei popoli, ammetto la mia ignoranza in materia, ma credo che la comunità albanese fosse già presente sul luogo e piuttosto numerosa. Bisognerebbe capire chi sono i politici responsabili, chi ha fatto propaganda per creare suddivisione e muovere un popolo contro l'altro.

    ----

    All'omonimo anonimo che mi ricorda che Tito era croato, perdona ma devo correggerti: Tito era slavo, perché durante la seconda guerra la Iugoslavia era una sola patria e nazione. Dopo vediamo le differenze, con la guerra nei Balcani e le rivendicazioni dei popoli costituenti, ma quando ci fu la crociata anti-italiana di Kardelj per ordine di Tito tutti gli slavi presero parte, serbi inclusi. Quello che è successo agli italiani del posto si è poi ripetuto con i serbi in altre località, pulizia etnica, ma gli stessi serbi avevano precedentemente cacciato via gli albanesi (1877-1878) che risiedevano sul territorio già dal medioevo.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 2 sett fa

    Purtroppo, come è sempre successo nella storia e sempre succederà, quando perdi la guerra possono dire quello che vogliono su di te, spargere menzogne, fare disinformazione e totale manipolazione dei dati. La tecnica è diventata perfetta con la seconda guerra mondiale. Soprattutto quando intervengono gli USA, non c'è nessuna speranza: sono i veri maestri della propaganda.

    Il fatto che i serbi vengano paragonati ai nazisti, la dice tutta...

  • Sal
    Lv 5
    2 sett fa

    Devo darti ragione sulla Slavonia e sulla Kraina dove i croati hanno cacciato e ucciso le popolazioni serbe che le abitavano

    Per la guerra civile in Bosnia nessuno può considerarsi una vittima dell'altro schieramento , tutte le classi dirigenti sono criminali e si sono macchiate di crimini orrendi che purtroppo non sono stati puniti a dovere meglio blandire una flebile pace che far  ottenere giustizia a chi ha subito quella guerra criminale.

    Su una cosa concordo con te Tito alias Josif Broz era un efferato criminale amante del lusso e della bella vita che ha impostato la fine disastrosa della Jugoslavia allevando una classe dirigente di delinquenti senza scrupoli.

  • Paolo
    Lv 7
    2 sett fa

    COMUNQUE LA SI GIRI NELL'EX STATO FANTOCCIO DELLA JUGOSLAVIA CI SARA' SEMPRE QUALCUNO A CUI LE SOLUZIONI NON VANNO BENE.......!!!!!!!

  • 2 sett fa

    fa stupire che il mondo intero compresso ONU,VATICANO ,ETC.hanno permesso che succeda un genocidio del genere come adesso per interessi meschini ce la strage in siria e altri paesi africani CI MERITIAMO QUESTO COVID finche il mondo non smetterà a farsi male da sollo sara sempre peggio  

  • 2 sett fa

    Concordo.

    Живела Србиjа

  • Anonimo
    2 sett fa

    Esattamente.   

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.